Eccellenza girone A: il punto sulla 9^ giornata

L'alternativa al Giorgione è il Sona: la "gazzella ghanese" Otoo al 90° fa capitolare il Pozzonovo. Giornata annacquata per Garda, Belfiorese e Valgatara, non gioca il Team S.Lucia Golosine ad Abano, ma si attende lo 0 a 3 a tavolino per i rionali. Kabu evita la sconfitta al S.Martino ad Albignasego.

521

Un’accelerata della “gazzella ghanese” Ronnie Otoo permette al Sona di consolidarsi al 2° posto nel girone “A” di Eccellenza, a -2 tacche di distanza dalla capolista Giorgione. Otoo sferra l’unghiata velenosa, fatale, a pochi spiccioli al termine in casa di un Pozzonovo, che, privo, di alcuni pezzi da novanta, non è più la corazzata ammirata negli ultimi anni. I rossoblu di mister Beppe Brentegani si consolidano così al 2° posto a -2 dalla capolista Giorgione che veleggia a 23 nodi, forte della settima vittoria stagionale conquistata nella sua Castelfranco Veneto, ieri pomeriggio, a spese dei “cugini della Marca”, la Codigese di mister Paganin battuta con un secco 2 a 0. L’uno-due del Giorgione reca il DNA di Gregorio Livotto (1995) e del classe 1996 Giulio Bizzotto. I trevigiani, i quali vantano una età media che si aggira sui 24,8 anni, sono, assieme al Sona di mister Beppe Brentegani, ancora l’unica compagine imbattuta del raggruppamento.

Al 3° gradino, a quota 17 punti, c’è il Montecchio Maggiore del coach veronese Matteo Girlanda: ieri, colpaccio, 1 a 2, per i bianco-rossi della famiglia Aleardi in casa della matricola Cereal Docks Camisano di mister Federico Molinari; i biancazzurri sconfitti hanno raggiunto il gol della bandiera su traversone dell’ex caldierese Massimiliano Mezzina e palla in rete spinta da Squizzato. Per i montecchiesi, invece, il doppio vantaggio è stato firmato dal centrocampista del 2000 Andrea Mantiero e dal “Conte di Castelmassa di Rovigo”, Giovanni Guccione, classe 1989, anche lui ex Caldiero. Al 4° posto, a 16 freccette, il CastelbaldoMasi di mister Marco “ricciolino” Tommasoni, che, ieri, con vicino in panca il “patron” delle “tigri bianco-rosse basso-patavine”, il patentato allenatore Uefa B Michele Ottoboni, si è vendicato dell’eliminazione notturna in Coppa Italia di quell’A.C. Garda del collega, l’italo-svizzero Vittorino Zampini, che invece ieri, al “Donato-Smanio”, subisce sorprendentemente un pesante 3 a 0. Per le “tigri di Mompracem”, vanno a bersaglio l’ex Caldiero, il 1992 Francesco Peotta, l’ex Pozzonovo Loris Giordani (1993) e il “fedelissimo” Luca Vallese, terzino datato 1983.

Ad Abano, la sfida tra i “nero-verdi delle Terme euganee” e il Team Santa Lucia Golosine non ha avuto luogo in quanto entrambe le porte sono apparse subito basse, cioé non all’altezza prevista dal regolamento. Ironia della sorte, ciò non bastasse, nel tentativo di poter far decollare la gara, una traversa si è spezzata, così per gli “aquilotti” bianco e blu rionali guidati da mister Andrea Scardoni si profila la vittoria di 0 a 3 a tavolino. Con Kabu, il San Martino-Speme di mister Pippo Damini esce indenne, 1 a 1, da Albignasego: padovani allenati da mister Alberto Boscaro, che erano momentaneamente passati in vantaggio grazie a Gianluca Niselli, punta datata 1996.

Picche, invece, per l’F.C. Valgatara di mister Jody “Scheckter” Ferrari: ad Arcella, rione nel cuore di Padova, “El Barça della Valpolicella” subisce la terza sconfitta della stagione: i biancorossoneri scudati passano grazie al “chicchirichì” del 1996 Federico Gal e in seguito alla trasformazione da parte di Sakajeva della massima punizione. Inutile, si rivela il gol del temporaneo pareggio siglato dal difensore 1998 Fabio Giacomi, ex Ambrosiana. Se il Valgatara non sorride, certamente non sghignazza la Belfiorese di mister Paolo Beggio che ieri in casa subisce la doppietta da parte di bomber Edoardo Pavanello, classe 1994, scuderia Borgoricco di mister Bertan. Belfiorese del presidente Giuseppe Mosele che è ora al 9° posto da sola con 13 punti

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata