7 C
Verona
martedì, 13 Aprile 2021

Eccellenza, la gioia delle 3 veronesi che hanno sempre creduto di riprendere a giocare

Il Valgatara potrebbe essere la quarta veronese al via

Tre le nostre rappresentanti di Eccellenza che hanno chiesto di essere pronte e disponibili a un’eventuale ripresa della stagione 2020-21. Ci riferiamo a Vigasio, Villafranca e San Martino-Speme. Con ogni probabilità, ed attendendo la “fumata bianca” ora della LND e da Roma, queste tre scuderie parteciperanno al suppletivo campionato, quello composto dal girone A – di andata e ritorno: quindi, 14 le gare in tutto, più la coda dei play off – composto da 8 contendenti. Rispetto a quello varato la scorsa estate, il girone “A” di Eccellenza, oltre alle 3 veronesi sopra citate, vedrà in lizza il Montecchio Maggiore, il Bassano, il Camisano, l’Arcella e con ogni probabilità il Giorgione (che prima faceva parte dell’altro raggruppamento di Eccellenza, il B). Nelle ultime ore però sembra che abbia dato il suo consenso anche il Valgatara che in tal caso sarebbe inserito nel girone A con il Giorgione riportato nel B. Carichi tutti e 3 i nostri club che hanno già confermato l’adesione, anche se in riva al Tartaro l’entusiasmo si mescola con un pizzico di rabbia.

E’ il caso del Vigasio, del presidente Cristian Zaffani, il quale testualmente afferma: “Si spera di riprendere a giocare, perché l’ultima parola non è stata ancora detta!” Infatti, manca ancora l’ufficialità della LND, poi, il carrozzone è pronto per muoversi: “Concorreremo” aggiunge il massimo dirigente dei “Guerrieri del Tartaro” “in 8, anziché in 18 squadre, con previsti gironi di andata e ritorno. Mica tutte le regioni hanno espresso parere favorevole alla ripartenza, mi riferisco al Friuli, all’Umbria e a qualche altra. Ma” martella Zaffani rivolto a quelli della Federazione “basta che si decidano a decidersi, perché hanno rotto le scatole. Bastava che un mese fa applicassero anche a noi dell’Eccellenza i protocolli sanitari previsti per la serie D, e avremmo già fatto un po’ di strada”. Amarezza mista a visibile contrarietà da parte del Vigasio anche riguardo la decisione di ripartire in classifica da quota zero: “Non lo trovo giusto: noi eravamo, fino ad allora, primi”. Se arriverà l’ok da Roma, si riprenderà a giocare domenica 11 aprile e si terminerà domenica 20 giugno: “Macché preparati: inizieremo ad allenarci quando scatterà il semaforo verde! Negli ultimi 2 anni, io e i miei più stretti collaboratori abbiamo costruito ben 3 “rose” di giocatori. Ora, in settimana, quando sarà ufficializzata la ripartenza, scenderemo un’altra volta sul mercato, per apportare gli ultimi ritocchi alla squadra. L’8^ concorrente, dicono, sia il Giorgione, altra bella realtà della Marca trevigiana”.

Euforico l’ambiente del San Martino-Speme di mister Alessandro Matrullo: “Per noi, il fatto che l’Eccellenza riparta significa dare un segnale alla veronesità calcistica e al territorio che esistiamo come società, ben diversi e ben più forti di prima. Vogliamo dimostrare di dare un calcio a tutte quelle vicende che hanno accompagnato e penalizzato l’inizio del nostro campionato. Ringrazio la società, principalmente nella figura del presidente Bruno Pellizzoni, di avermi messo nelle condizioni di poter allenare il gruppo in questo momento di pandemia. Crediamo che una buona base atletica possa contrastare la superiorità tecnica di autentiche corazzate quali Vigasio, Montecchio Maggiore e Bassano. E, per la gioia dei suoi tifosi e dirigenti, il San Martino-Speme andrà in campo per vendere cara la propria pelle, con una nuova veste di giocatori: i nuovi arrivati e coloro che, credendo in questa società, hanno resistito alle sirene, ai corteggiamenti di altri club di Eccellenza o di serie D”.

Tira un gran bel sospiro di sollievo il diggì del Villafranca, Mauro Cannoletta: “Anche se in alcune regioni, dove si è deciso di non voler ripartire, si è optato per calcolare la classifica di merito per compilare le varie graduatorie per poter essere ammessi in serie D, noi per l’Eccellenza e la sua ripartenza siamo pronti, eccome! Ci stiamo allenando in maniera individuale da un mese e mezzo, mentre i nostri giovani iscritti non si sono mai fermati un attimo, sempre rispettando le regole contemplate, previste nel protocollo sanitario. Non solo, ma siamo molto organizzati per giocare in sicurezza: abbiamo un medico, un infermiere, i tamponi, igienizziamo ogni volta gli spogliatoi. Capisco l’amarezza del Vigasio per il “tabula rasa” deciso per il girone a 8 squadre, ma, Montecchio Maggiore e Bassano erano in credito di partite da recuperare. Comunque, noi siamo pronti e non vediamo l’ora – attendendo l’ufficialità – di ricominciare. Il nostro girone a 8, prevede oltre noi 3 veronesi, il Camisano vicentino, l’Arcella di Pd, il Montecchio Maggiore, il Bassano e un’altra ancora, che sarà comunque pescata dal girone “B”. Sì, ho sentito anch’io del Giorgione”. Ma, come detto, potrebbe essere invece il Valgatara.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
7 ° C
7.2 °
6.7 °
93 %
1.5kmh
90 %
Mar
8 °
Mer
12 °
Gio
10 °
Ven
13 °
Sab
14 °