9.2 C
Verona
mercoledì, 12 Maggio 2021

Il punto sul torneo di Eccellenza: 1^ giornata

Il Valgatara batte la corazzata Vigasio, il Villafranca si illude (1-1) contro lo Schio

E’ partito il gironcino “A” di Eccellenza veneta. Dopo quasi 200 giorni di assenza di calcio giocato, si è rimessa il circo dilettantistico si è rimesso in moto, partendo dalla categoria che fa da base alla serie D (mai fermatasi un attimo). Al palo, per questa prima domenica, il San Martino-Speme del mister – il “colonnello di Perzacco” – Alberto Baù, appartenente alla schiera guidata dal più alto scranno dall’imprenditore Alessandro Sabaini. A Marano, in Valpolicella, sorprendente successo – 1 a 0 – del “Barça” guidato dal tenente di vascello, quel Jody Ferrari, classe 1984, per noi già pronto a solcare mari ancora più perigliosi quanto prestigiosi. Ha sempre fatto bene e ieri ha disarcionato i senz’altro più quotati “Guerrieri del Tartaro” del più esperto collega della panca, il dr Alberto Facci. Uno a zero, e bilia da 3 punti scagliata contro la saracinesca difesa dall’ex Belfiorese Mattia Maragna dall’ex Villafranca e Sona Filippo Tanaglia abile a ribadire in rete un rigore di Filippini parato dal portiere biancazzurro. Solamente un quarto d’ora per l’ultimo arrivato in casa blaugrana, ovvero per Tommaso Cappelletti; il quale ha preso il posto proprio di Tanaglia. Ammonite le due ex “colonne” caldieresi oggi in forza all’F.C. Valgatara, ossia i due Alessandro, Pisani e Tonolli. 11 a 3 gli angoli battuti dal Vigasio, a testimonianza della forte pressione offensiva esercitata dagli ospiti al fine di raggiungere un pari, ahiloro!, mai concretizzatosi. Soltanto una mezz’ora giocata da Emilio “Eliseo” Brunazzi, ed a fianco del “richiamato in patria” Andrea Antenucci.

“Valga” capolista solitario del gironcino, in quanto dagli altri tre impianti sportivi sono scaturiti solamente 3 pareggi. A partire dal “Mercante” di Bassano del Grappa, dove i biancazzurri ospiti, guidati da mister Federico Molinari, hanno messo a dura prova il più potente Bassano di mister Francesco Maino, passando addirittura e meritatamente in vantaggio per primi grazie all’ex Virtus e Abano Gaetano Sciancalepore, pronto a fare tapin dopo che la palla aveva sbattuto contro il palo interno della porta giallorossa. Quasi da fotocopia l’azione che ha portato al pareggio i “giallo-rossi del Ponte”: altro tapin, materializzato in rete da Tescaro. Partita bella, combattuta ad armi pari, che è terminata sul giusto risultato di 1 a 1. Al “De Rigo” di Schio, il Villafranca non ce la fa ad andare al di là dell’1 a 1. Eppure in illusorio vantaggio i ragazzi blaugrana del virgiliano coach Paolo Corghi: questo grazie al classe 2000 Davide Cordioli, abile nel finale del primo round a battere Jari Bortignon con un gran tiro che dopo aver accarezzato il palo finisce in rete.

Nella ripresa, punizione, palla bassa, c’è anche una deviazione nella mischia concitata, e l’ala destra scledense Umberto Lovato classe 1995 vede la palla gonfiare la rete avversaria. Finiscono in superiorità numerica i veronesi, a causa del rosso comminato al centrocampista del 2000 Edoardo Ferretto, condizione non sfruttata dal Villafranca che chiude sull’1 a 1 contro i giallorossi di mister Giuseppe Camparmò. Ad Arcella, alle porte di Padova, sul campo parrocchiale, finisce 0 a 0 tra i bianco-neri-scudati e un’altra delle favorite, il Montecchio Maggiore del mister ed osteopata, Stefano Alberti. A confronto due belle realtà, due scuole e due modi di interpretare il calcio, ma, alla fine il punto sembra di più un bicchiere mezzo pieno per i patavini. Partita dell’ex diesse Gian Luca Biasio, passato di recente dai padovani di mister Davide Tentoni ai bianco-rossi montecchiesi di “patron” Romano Aleardi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
9.2 ° C
13 °
2.2 °
88 %
6.7kmh
75 %
Mer
18 °
Gio
18 °
Ven
16 °
Sab
17 °
Dom
20 °