24.9 C
Verona
lunedì, 21 Giugno 2021

Il punto sul torneo di Eccellenza: 6^ giornata

E' un campionato ciapa-no: tutto può ancora succedere!

La 6^ giornata del mini Torneo di Eccellenza, nel girone “A” del Veneto, si conferma all’insegna del grande equilibrio. Ieri, all'”Umberto Capone” di Vigasio, la partitissima tra il Vigasio del nuovo coach Massimo Bucci – il 4° trainer che si siede sulla panca dei “Guerrieri del Tartaro” in questa tribolata stagione 2020-21 – e il Montecchio Maggiore del fisiatra Alberto Stefani, sorride ai locali, capaci di piegare il braccio della resistenza avversaria dei bianco-rossi monscledensi del diesse Gianluca Biasio per 2 a 1. Primo tempo alla camomilla, molto sonnecchioso, che alcuni addetti ai lavori hanno definito 45 minuti di fase di studio, poi, è Marco Roveretto (classe 1987), ad inizio di ripresa, che scuote la rete alle spalle dell’estremo vicentino Nicola Saggioro, classe 2000. Di bomber Andrea Antenucci il raddoppio verso il 20′ del secondo round, grazie a una sua deviazione al volo da sotto misura. Il Montecchio inserisce il caprinese Francesco Tomè (1991, al posto di Franco Ballarini) e Matteo Casarotto: ebbene, la musica cambia grazie soprattutto agli slalom del secondo. Non solo, ma sarà la stessa punta con un proietto da fuori area a uccellare Matteo Maragna con la palla che si insacca nel sette alla sua destra. Vigasio, ora terzo in graduatoria a 9 punti, uno in meno rispetto alla coppia di testa, quella composta da F.C. Valgatara e Cereal Docks Camisano.

“El Barça della Valpolicella” pareggia, 2 a 2, al Comunale “De Rigo” di Schio e questo punto appare più un bicchiere mezzo vuoto che mezzo pieno: perché gli scledensi erano già tagliati fuori dai giochi di potere e perché gli azulgranata del presidente Silvano Caliari e del factotum Marco Ferrari erano riusciti a rimontare il gol inizialmente realizzato dal 1999 Enoch Gyimah, grazie all’uno-due firmato da Pietro Filippini e Matteo Rambaldo. Di Simone Primucci, classe 1991, intorno alla mezz’ora della ripresa, il gol del pari definitivo dei giallorossi vicentini di mister Beppe Camparmò. L’altro big match della giornata, quello fra il Villafranca di mister Corghi e l’Arcella del collega Davide Tentoni, si conclude con un nulla di fatto, 0 a 0 il punteggio finale. Villafranchesi, guidati dal mantovano coach Paolo Corghi, i quali chiuderanno il mini Torneo ospitando all’ombra del castello delle sfogliatine proprio i “rivali di sempre”, e cioè il Vigasio. Nel finale di partita è Anderloni a salvare capra e cavoli e gli 8 punti, stesso punteggio fino ad ora acquisito dai padovani e dai castellani del d.g. Mauro Cannoletta.

Infine, continua il magic moment dei biancazzurri del Cereal Docks Camisano del padovano coach Federico Molinari (due i gettoni di presenza in serie A con i bianco-scudati): al “Borgo della vittoria”, in riva al sanmartinese Fibbio, i vicentini, che ritrovano – dopo la festa di squalifica – il loro geniale Massimiliano Mezzina (1998), e che passano grazie ai gol – uno per tempo – realizzati dall’attaccante classe 1986 Rej Volpato e dal difensore classe 1991 Alessandro Rizzi. Rosso comminato ai sanmartinesi sguinzagliati dal mister, il “colonnello di Perzacco di Zevio” Alberto Baù, Francesco De Rossi e Leonardo Costa. San Martino-Speme, che occupa ora il terz’ultimo posto a quota 6 punti, che sovrasta di un gradino il Bassano di mister Francesco Maino che ieri ha osservato il suo turno di riposo. Sosta, che domenica prossima 30 maggio interesserà il Montecchio Maggiore. Interessante, nel prossimo turno, Cereal Docks Camisano-Villafranca e soprattutto Valgatara-Bassano. L’Arcella ospiterà il fanalino di coda Schio mentre il Vigasio attente all'”Umberto Capone” il San Martino-Speme.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
24.9 ° C
26.4 °
22.5 °
69 %
2.1kmh
0 %
Lun
31 °
Mar
31 °
Mer
32 °
Gio
31 °
Ven
21 °