9.8 C
Verona
domenica, 17 Ottobre 2021

Il Valgatara viaggia a corrente alternata

I blaugrana di mister Jodi Ferrari nelle 7 gare giocate, fra Coppa e Campionato, hanno raccolto 3 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte.

Con 7 punti in 4 partite il Valgatara sta inseguendo a -3 la coppia Vigasio-Montecchio, mentre in vetta da sola c’è la capolista incontrastata Villafranca di mister Paolo Corghi, che guida la classifica del girone A di Eccellenza a punteggio pieno con 12 punti, 13 gol fatti ed uno solo subito. Abbiamo misurato la temperatura del Valgatara sentendo il presidente Silvano Caliari che è sempre il primo ad arrivare al campo e l’ultimo ad andare via durante le partite di campionato. Per lui il “Valga” è quasi un istituzione. Un gruppo di dirigenti amici dove non si fa mai il passo più lungo della la gamba. Una società che ha il desiderio di crescere ogni anno sia con la prima squadra che con il proprio settore giovanile. “Gestire il Valgatara – dice Caliari – credetemi non è facile. Ci sono tante cose da fare e problemi da risolvere. Ma fare il presidente, con collaboratori seri e validi, ti fa vedere anche le cose difficili in maniera più facile. Il “Valga” è una squadra che è come una famiglia, dove ognuno cerca di fare il suo compito al meglio. Il nostro settore giovanile ci sta regalando delle soddisfazioni grazie a tecnici preparati e laboriosi. Ogni anno abbiamo il desiderio di alzare l’asticella, a volte ci riusciamo a volte un po’ meno ma l’unione d’intenti e la fiducia nelle potenzialità dei miei ragazzi fa sempre la differenza”.

Dopo 4 gare giocate siete quarti in classifica e domenica avete perso in casa contro la Belfiorese, quale cammino volete percorrere quest’anno? “Il migliore possibile. Contro la Belfiorese l’arbitro ci ha messo del suo e noi non siamo riusciti a giocare come volevamo. Peccato per i tre punti persi ma guardiamo già alla prossima gara di campionato in casa del Pescantina, squadra tosta che in dieci uomini domenica si è dovuta arrendere al Vigasio, squadra candidata a salire di categoria”. Che stagione state vivendo? “Direi buona anche se abbiamo fatto partite così così, stiamo registrando i vari reparti e dobbiamo ancora lavorare molto, ma sono fiducioso. Siamo ambiziosi ma restiamo sempre con i piedi per terra”. Chi vincerà il vostro girone? “Chi lo sa, sarà solo il campo a decretarlo. Certo che il Vigasio dispone di un organico invidiabile con ben 4 giocatori ex professionisti, per me è la favorita. Ma vedo bene anche il Montecchio Maggiore, squadra molto ben attrezzata per dire la sua in campionato. Inserisco fra le favorite anche il Villafranca che è partito davvero benissimo. Un girone a 14 squadre che è divertente con tante sorprese e tante battaglie”.

Dove può arrivare quest’anno il Valgatara di mister Jodi Ferrari? “L’obiettivo della nostra società sarebbe stato di guadagnarsi un posto ai play-off, ma quest’anno non ci sono perchè nemmeno la squadra che vincerà il nostro girone sarà sicura del salto di categoria, non c’è nessuna certezza di salire in serie D quindi direi che è un bel rebus. Una formula, quella adottata dalla Federazione, che non è stata capita da molti addetti ai lavori. Noi come società vogliamo arrivare il più in alto possibile in classifica. Siamo ben organizzati e stiamo costruendo, un poco alla volta, il nostro cammino futuro in campionato. Pensiamo partita dopo partita ed andiamo avanti con entusiasmo e il massimo impegno”.

Il centrocampista classe 1991 Matteo Speri, al suo quarto anno nelle file del Valgatara, sul momento calcistico che stanno vivendo i blaugrana, dice: “Direi tutto sommato buono, venivamo dalla rimonta da brividi in casa del Team S.Lucia, dove con un gol al 95° minuto del nostro attaccante Pietro Filippini abbiamo battuto la squadra di mister Andrea Scardoni per 2 a 1. Una vittoria importante anche se ottenuta con qualche difficoltà. Domenica abbiamo perso in casa, si fa per dire, visto che giochiamo alle Caselle di Sommacampagna, contro la Belfiorese del direttore sportivo Mirko Cucchetto e mister Nicola Lonzar che ci ha raggiunti in classifica. Loro sono un ottima squadra giovane e spregiudicata che è riuscita a portare a casa la vittoria. Noi stiamo ancora cercando di trovare la giuste geometrie e la giusta intesa tra i nuovi arrivati e i confermati come il sottoscritto”.

Avete in squadra tanti giovani, che ne pensi? “Vero, ragazzi eccezionali che si stanno mettendo al giusto passo con i “vecchi” e che ci possono regalare quel salto di qualità che la società vuole. Bisogna ancora trovare la giusta amalgama ma sono certo che con il passare delle giornate arriverà”. Sono quattro anni che vesti la maglia blaugrana, come ti trovi nel Valgatara? “E’ come essere in una grande famiglia che ti fa stare bene e ti regala soddisfazioni e tranquillità. Mister Jodi Ferrari sa quello che vuole e la dirigenza vuole fare bene. Vediamo dove si potrà arrivare, di certo noi ce la metteremo tutta per dare fastidio alle nostre avversarie. Lotteremo anche contro Montecchio Maggiore e Vigasio che secondo me sono le due squadre maggiormente accreditate per salire di categoria. Personalmente mi voglio togliere anche quest’anno delle belle soddisfazioni cercando di dare sempre il mio contributo alla squadra”. E domani sera i blaugrana torneranno in campo per gli ottavi di finale della Coppa Italia proprio contro il Vigasio di mister Manuel Spinale, si gioca alle ore 19.30 a Valgatara di Marano Valpolicella.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
9.8 ° C
13.6 °
7.2 °
87 %
1.5kmh
0 %
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
18 °
Mer
19 °
Gio
15 °