1 C
Verona
lunedì, 25 Gennaio 2021

Massimiliano Mezzina (Cereal Docks Camisano): “Lo scudetto passa da noi!”

Per l’ex centrocampista del Caldiero, Massimiliano Mezzina, vicentino della classe 1998 e studente (con profitto) in Economia e Commercio, il girone “A” di Eccellenza veneto è un Torneo molto equilibrato: “Non c’è chi ha ucciso il campionato, come lo fu l’anno scorso il Castelbaldo Masi in Promozione, ma è tutto ancora dall’esito incerto, anche se il Sona è a +4 dal Montecchio Maggiore”. Cresciuto nelle giovanili del Bassano Virtus, per poi passare nella Berretti del Padova e nella Primavera del L.R.Vicenza allora allenato da Pasquale Luiso (El Toro de Sora), Mezzina ha vissuto mezzo anno in serie D nelle file dell’Arzignano, per poi disputare, con quello in corso, nel Cereal Docks Camisano, il suo 3° anno consecutivo in Eccellenza (prima nel Valdagno Vicenza e nel Caldiero lo scorso anno). “Il nostro è un raggruppamento in cui ogni domenica ti puoi aspettare qualsiasi verdetto: che la meno quotata abbatta, per esempio, la più lanciata, ed ogni pronostico, quindi, è sempre un terno al lotto, un vero rischio”.

Un Torneo anche duro dal punto di vista fisico: “Quando ti trovi a giocare contro compagini veronesi, devi sapere di affrontare un campionato tosto dal punto di vista fisico, avversari prestanti, ed anche campi piccoli o dal fondo non in perfette condizioni; fai fatica a fare punti contro di loro, te li devi guadagnare con il sudore della fronte. Inoltre, t’imbatti contro club che annoverano tra le loro fila giocatori che scendono da categorie più alte e quindi di grande mestiere”. Chi vincerà? “All’inizio, pensavo il Castelbaldo Masi, visto anche com’era partito. Per me, se la giocheranno Sona e le “tigri bianco-rosse”, anche se in queste ultime domeniche hanno perduto terreno e, come dice la classifica, il Montecchio maggiore. “Castellani” e montecchiesi sono delle compagini con un elevato tasso tecnico, con giocatori importanti e di qualità. E, che giocano anche bene a calcio”.

Sì, ma anche il Sona (in casa vostra), oltre al Montecchio (al “Gino Cosaro”), dovrà fare i conti in queste ultime otto bracciate che mancano da qui al traguardo con il Cereal Docks Camisano di mister Federico Molinari… “Il Sona è un bel mix di atleti forti e che vive anche di un grande affiatamento. Con noi, i rosso e blu di mister Giuseppe Brentegani non hanno brillato, ma, la classifica certo non ti regala niente: se sono lassù, ed ora a +4 dal Montecchio Maggiore, significa che i meriti li hanno, eccome! Chi mi ha maggiormente impressionato, comunque, è il Montecchio Maggiore: gioca un buon calcio ed ha un complesso importante che può puntare allo scudetto”.

Sei contento, finora, del vostro rendimento in campionato? “Noi puntiamo a disputare i play off, in quanto abbiamo le carte in regola per arrivarci. Il rendimento, fino ad ora, è sopra le nostre aspettative: abbiamo accusato un po’ di mancanza di continuità, altrimenti, con qualche punto in più in saccoccia, potremmo pensare di arrivare a qualcosina più in alto. Ma, è anche vero che come matricola di Eccellenza abbiamo pagato il dazio dell’inesperienza alla categoria ed ora essere dove ci troviamo, al 5° posto con 32 punti, a braccetto con Borgoricco e San Martino-Speme, costituisce, secondo me, un buon traguardo finora raggiunto”. Inoltre l’attaccante Marco Viola è il vice capocannoniere del girone con 12 reti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
1 ° C
5 °
-7.8 °
52 %
5.1kmh
40 %
Lun
4 °
Mar
7 °
Mer
6 °
Gio
5 °
Ven
6 °