3.1 C
Verona
giovedì, 9 Dicembre 2021

Matteo Casarotto, il super-bomber del Montecchio

Dinamismo, guizzi improvvisi e grande personalità sono le qualità di Matteo Casarotto, bomber del Montecchio Maggiore che guida la classifica cannonieri del girone A di Eccellenza con 11 reti realizzate nelle prime 8 giornate. In campionato i biancorossi vicentini di mister Federico Coppola sono secondi in classifica alla pari del Vigasio a quota 19 punti, le due inseguono la capolista Villafranca di mister Paolo Corghi che svetta con 24 punti e tutte vittorie finora raccolte. Il Montecchio invece ha pareggiato una volta sul campo del PescantinaSettimo per 1 a 1 e perso 1 a 0 a Villafranca. Matteo Casarotto, con i suoi gol, vuole insidiare il primato della squadra blaugrana del direttore generale Mauro Cannoletta: “A mio parere il Villafranca sta esprimendo un brillante e spumeggiante gioco corale ed ha grande facilità a fare gol. Attenzione anche al Vigasio che può aumentare di rendimento. Noi siamo una squadra forte e ben messa in ogni reparto che sta crescendo sempre più. Sarà dura nel proseguo di campionato per loro tenere questo ritmo, noi li teniamo nel mirino e siamo pronti a raggiungerli. Penso che la lotta per tentare il salto di categoria sarà tra noi, il Vigasio e il Villafranca”.

Il suo idolo è sempre stato Alex Del Piero: “Un giocatore incredibile che ha dato tanto al calcio mondiale con le sue giocate sopraffine. Mi è sempre piaciuto il suo modo di stare in campo e il suo ruolo da leader. Con il pallone tra i piedi faceva numeri davvero pazzeschi”. Da 15 anni Matteo veste la divisa biancorossa del Montecchio Maggiore da dove è partita la sua carriera da ragazzino prima di entrare poi a far parte della prima squadra. Casarotto ha nelle gambe la velocità giusta per saltare l’uomo ma è anche testa e cuore sempre al servizio della sua squadra. Bravo nel tiro dalla distanza e nelle punizioni a giro, si sta dimostrando uno degli attaccanti più completi nel pianeta dei nostri dilettanti: “Amo partire da dietro e cercare le aperture che creano i miei compagni. Prediligo la profondità ed occupare gli spazi al momento giusto, mi so destreggiare bene in area di rigore per depositare il pallone in rete. Senza l’aiuto dei miei compagni di squadra, che fanno un duro ed efficace lavoro, il sottoscritto non guiderebbe la classifica marcatori del girone A di Eccellenza”.

In porta Saggioro e una sicurezza, Equizi e Zaniolo chiudono ogni spazio, a centrocampo Falchetto, Pegoraro e Mattiolo orchestrano con maestria in avanti Guccione, Casarotto e Pennacchio è un tridente invidiato da molti. “Se devo essere sincero il potenziale della nostra squadra è notevole. Il nostro mister può optare in partita per varie soluzioni, disponendo di una rosa ben attrezzata per questa categoria. Possiamo batterci contro tutti senza nessuna paura. Villafranca e Vigasio sono avvisate”. Casarotto spende parole sulla sua famiglia e a chi tiene di più: “Mio padre da tanti anni mi segue con affetto ed è il mio primo tifoso. In campo il mio compagno di squadra Giovanni Guccione è il mio punto di riferimento, mi ha insegnato a crescere di testa come calciatore e mi regala ogni volta consigli preziosi. Infine mister Coppola è un grande, sia come tecnico che come persona. Mi trovo molto bene con lui”. Molto preparati anche il suo vice Riccardo Fissore, i preparatori atletici Jacopo Lazzarin e Lepoldo Nogara, il fisioterapista Daniele Meggiolaro e il massaggiatore Andrea Farinello. Fra gli allenatori che lo hanno aiutato a crescere Matteo ricorda Nogara, De Forni, Girlanda e appunto Federico Coppola.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
3.1 ° C
5.7 °
0.9 °
93 %
3.6kmh
75 %
Gio
5 °
Ven
5 °
Sab
7 °
Dom
7 °
Lun
3 °