4.3 C
Verona
mercoledì, 8 Febbraio 2023

Vittorino Zampini festeggia i suoi 20 anni di presidenza all’A.C. Garda

Con un bel brindisi, assieme al d.g. Mirco Pomari, al d.s. Simone Cristofaletti e i suoi ragazzi, Vittorino Zampini ha festeggiato i suoi 20 anni da presidente dell’A.C. Garda. L’amore per il calcio gardesano è sempre vivo e lui continua con grande passione a portare avanti da queste parti lo sport più bello del mondo: “Il calcio mi è entrato nel sangue da piccolo e non se ne è mai pià andato via – afferma il patron rossoblù, prima promettente giocatore e poi tecnico nella sua patria, la Svizzera -. Una volta arrivato a Garda, 20 anni fa, è nata l’occasione di poter prendere in mano la squadra locale di calcio. Con entusiasmo e grande impegno sono partito con questa nuova avventura in questa società che mi regala ogni anno soddisfazioni e forti motivazioni”. Domenica scorsa la prima squadra rossoblù ha conquistato un punto prezioso casalingo dopo un aspro match salvezza contro il Montorio di mister Michele Cherobin. Il Garda, dopo 21 gare giocate, occupa la quindicesima posizione a quota 22 punti e tiene dietro in classifica, nella lotta per la salvezza, rispettivamente Belfiorese e Castelnuovo a 20 punti, PescantinaSettimo a 18 e il fanalino di coda Pozzonovo a 13 punti. “Ci siamo trovati di fronte una squadra forte che ci ha messo in difficoltà – aggiunge Zampini -. Abbiamo tentato in tutti i modi di portare a casa i tre punti ma purtroppo non ci siamo riusciti. Ma niente paura, abbiamo l’energia giusta per poter correre spediti verso la salvezza nel nostro difficile girone A di Eccellenza. Ora non c’è tempo per pensare troppo, già stasera arriva a trovarci nel turno infrasettimanale di campionato l’Ambrosiana che ha il dente avvelenato per aver perso domenica a Valgatara. Mi aspetto stasera alle 20.30 una buona cornice di pubblico a sostenere la squadra”.

Un bilancio di questi 20 anni di presidenza? “Direi che questi 20 anni per il sottoscritto sono stati molto positivi. E credetemi, sono passati molto in fretta, quasi non me ne sono accorto. Vado avanti con determinazione per l’amore verso chi gioca nel Garda e chi, come dirigente, mi da una mano tenendo alta la bandiera rossoblù del sodalizio nato nel lontano 1946. Gli anni passano anche per me, magari servirebbe una persona desiderosa di affiancarmi per dare futuro al nostro progetto. Sto aspettando la fine dei lavori dell’impianto sportivo che purtroppo procedono con lentezza. Mi auguro che per l’anno prossimo il tutto veda finalmente la luce. Vogliamo giocare in un campo degno del blasone di questo paese rinomato in tutto il mondo perché splendido centro turistico affacciato sul lago di Garda. C’è dentro di me voglia di sociale e di fare del bene. Il calcio è un veicolo fondamentale per togliere i ragazzi dalla strada facendoli crescere con i suoi valori di lealtà e di rispetto. Credo nell’entusiasmo e la forza che i giovani possono dare alla squadra, anche quest’anno corriamo per raggiungere la salvezza in Eccellenza con la guida di mister Luca Bozzini. Abbiamo con lui, e con il nostro diesse Simone Cristofaletti, messo in cantiere una buona squadra di talento ma molto giovane che a volte paga un attimino di inesperienza. Ma ci sta, i ragazzi sono bravi e il mister con il suo staff portano avanti l’idea di calcio che mi piace. Un calcio intenso e propositivo ma a volte è necessario magari essere più cinici. Servono un filotto di vittorie importanti per conquistare la permanenza in Eccellenza. Con l’aiuto di tutti, dirigenza, staff tecnico, giocatori e con l’apporto dei nostri tifosi ci possiamo riuscire!”

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
cielo sereno
4.3 ° C
5.6 °
2.5 °
44 %
4.1kmh
0 %
Mer
5 °
Gio
5 °
Ven
7 °
Sab
8 °
Dom
12 °

I nostri social