Il Chievo Fortitudo Women beffato dal Cesena al 90°

53

Un pareggio che sa di beffa. Il Chievo Fortitudo Women torna dalla trasferta romagnola con un punto. Un primo tempo dove le gialloblù sono riuscite, senza patemi, ad amministrare il vantaggio mentre nel secondo tempo le avversarie hanno provato a essere più pericolose riuscendo a trovare al 90 minuto di gioco il gol del pareggio. Le bianconere provano a far capire chi comanda sin da subito. Infatti, dopo due minuti provano la conclusione che però finisce fuori. Al 10′ si fanno vedere le gialloblù: punizione dal limite dell’area sinistro di Boni che Faccioli prova a concretizzare di testa ma la palla finisce alta. Al 15′ arriva il vantaggio clivense. Salaorni rinvia una palla che diventa buona per Martani che sulla sinistra scatta sul filo del fuorigioco sorprendendo la difesa. La numero 9 gialloblù mette in mezzo una palla bassa che Dallagiacoma (6° gol stagionale), tutta sola, calcia in rete. Il gol arriva dopo che le romagnole, nei primi dieci minuti, hanno spinto e tenuto un ritmo alto. Le occasioni calano ma al 37′ il Cesena si fa vedere nell’area gialloblù. Da un fallo al limite dell’area sinistro di Faccioli scaturisce una punizione pericolosa che Olivieri respinge, la palla però rimane in area ma la difesa, dopo alcuni secondi di panico, spazza via. Nei minuti finali del primo tempo le bianconere si rendono pericolose in più occasioni: al 38′ con un colpo di testa, al 39′ con un tiro in porta e al 42′ con Cama che cadendo prova a insaccare una palla arrivata da un cross dalla sinistra, ma il pallone si spegne a lato.

Il secondo tempo inizia con il freno a mano tirato da parte di entrambe le formazioni. Le 22 in campo si studiano e cercano di approfittare di qualche sbavatura avversaria. Il primo vero pericolo arriva al 21′ quando Caliari mette in angolo una palla vagante in area che stava diventando propizia per Nagni. Un minuto più tardi, Cama dal limite dell’area stoppa la palla e in precario equilibrio calcia in porta ma Olivieri si fa trovare pronta e respinge. Il Chievo Fortitudo Women in alcuni tratti si fa schiacciare dalle bianconere che spingono, alla ricerca del pareggio. Al 26′ arriva la prima occasione del secondo tempo delle gialloblù di Dalla Pozza. Carraro, dopo una bella azione del trio Dallagiacoma-Peretti-Boni, servita da quest’ultima calcia alto. Al 34′, su una azione partita sulla destra da Carabott (subentrata a Martani), Dallagiacoma calcia in porta ma Pacini respinge e tiene vive le speranze delle romagnole. Al 35′ ghiotta occasione per le padrone di casa. Nagni, dall’altezza del dischetto, dopo un cross dalla destra si trova la palla sui piedi e prova il tiro che però finisce alto. Dieci minuti più tardi, quando sembrava ormai fatta per le clivensi arriva il gol del Cesena. Sulla destra, Cama viene servita dentro l’area, l’attaccante si gira e indisturbata lascia partire un tiro che scavalca Olivieri e fa esplodere di gioia compagne e tifosi. Un pareggio che, per come è scaturito per le gialloblù sa di beffa ma, ai punti è il risultato più giusto.

CESENA: Pacini, Battistini (24’st Laface), Oliva, Pastore, Casadei, Cuciniello (40’st Carlini), Nagni, Beleffi, Porcarelli, Zani, Cama. A disposizione: Petralia, Bernardi, Gallina, Bizzocchi, Siboni. Allenatore: Rossi.
CHIEVO FORTITUDO WOMEN: Olivieri, Pecchini, Faccioli, Salaorni, Caliari (40’st Mascanzoni), Peretti (31’st Caneo), Carraro, Tardini, Dallagiacoma, Boni, Martani (31’st Carabott). A dispozione: Salvi, Bonfante, Bertolotti, Mele. Allenatore: Dalla Pozza.
Arbitro: Di Loreto (Terni).
Assistenti: Donati e Preci.
Reti: 15’pt Dallagiacoma; 45’st Cama.
Note: ammonite 37’pt Faccioli, 42’st Laface, 47’st Oliva.

Matteo Zanon, Addetto Stampa Chievo Fortitudo Women

© Riproduzione riservata