Il walzer dei mister non accenna a fermarsi

    1284

    La decima sinfonia dei nostri campionati dilettantistici ha suonato da “Requiem” per altri mister. A San Massimo, la panchina occupata da Roberto Sorio sembra molto calda ma la dirigenza smentisce un cambio in panchina: i nero-verdi al “Lorenzo Bellamoli” di Poiano di Valpantena hanno incassato la sesta sconfitta della stagione, un netto 3 a 0 dai bianconeri della Juventina, scivolando al quart’ultimo posto del girone “B” di Seconda categoria a quota 8 punti. A borgo Milano, dimissioni rassegnate al PGS Concordia da parte di mister Ivo Castellani in seguito alla brutta sconfitta per 0 a 2 subita al “Manuel Fiorito” dalla matricola Malcesine sguinzagliata da mister Marco Martini da Riva del Garda. Dimissioni non accettate dalla società viola che da invece piena fiducia al tecnico che sarà regolarmente in panchina domenica a Dossobuono. Bianco-viola, quart’ultimi in classifica nel girone A di Prima categoria a quota 7 punti. Divorzio anche a Vigasio, tra la dirigenza e il diesse Luca Falavigna, ex operatore anche a Nogara alcuni anni fa. La panchina dei “Guerrieri del Tartaro”, affidata ad Andrea Orecchia, dopo le dimissioni che erano state rassegnate da Mario “Mou” Colantoni, inizia a diventare molto calda dopo la 7^ sconfitta consecutiva subita dai biancazzurri domenica ad Adria per 3 a 1, e il penultimo posto con il Tamai a 7 punti. Questo perchè in seconda istanza sono stati tolti i 3 punti della vittoria a tavolino contro il Cjarlins Muzane della 1^ giornata di andata e ristabilito l’1 a 0 del campo a favore dei friulani.

    Pesa anche la decima caduta dell’A.C. Pozzo al trainer lupatotino Massimiliano Canovo: i rosso e blu del massimo dirigente, il geom. Roberto Praga, in 900 minuti giocati nel girone B di Prima categoria non sono riusciti a fare un solo punto. Il massimo dirigente rossoblu dice: “Ho deciso per il cambio allenatore e preparatore dei portieri. La squadra viene affidata al secondo di mister Canovo, che è Davide Godi, e i portieri ad Emanuele Tobaldini. È una scelta votata a dare un nuovo stimolo anche se il lavoro di Canovo e Righetti è sempre stato fatto con il massimo impegno, purtroppo però nessuno si sarebbe aspettato una serie così negativa. Vediamo se il mercato di riparazione ci darà una mano”. Stessa situazione al Real San Zeno Arzignano, compagine vicentina che milita nel girone “B” di Prima categoria: la sconfitta a San Giovanni Ilarione da parte dei “Leoni della Lessinia Orientale” guidati da mister Fabio Gonnella consente il sorpasso da parte dei vincitori nei confronti dei bianco-rossi vicentini del coach Christian Vinoli, anche lui quart’ultimo a quota 9 punti, nel girone B di Prima categoria, appaiato dal Tregnago di mister Adriano Laperni.

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

    © Riproduzione riservata