11.3 C
Verona
domenica, 17 Ottobre 2021

1° turno Coppa Italia di Prima categoria: il punto sulla 3^ giornata

Scatenato il baby-Bovolone, ma i "pirati del Malcesine" non son da meno, si risveglia il Valtramigna, Albaredo inarrestabile, Real GrezzanaLugo uber alles, bomber De Carli, il solleva-Pastrengo!

Nel Girone 1, il lanciato Malcesine di mister Marchiori ha rifilato un 3 a 2 al Peschiera, sul sintetico di Cassone, nel “derby del Garda, sponda veronese”: non basta un “doppio” Leanza (anche su rigore) a fermare l’ardore agonistico dei bianco-granata alto-lacustri, in vantaggio per primi con Battistoni e poi al definitivo sorpasso con un “doppio” Andrea Luciano, classe 1991 il “puntero” pugliese. A Caprino, in attesa ancora per poco (debutterà domenica prossima contro il Caselle!) de “il leone del Mahgreb”, al secolo il 1989 Mohammed Rkaiba, la Montebaldina di mister Marzio Menegotti cede, 2 a 5, al cospetto di un rivitalizzato Pastrengo di mister Paolo Brentegani. Sollevato di umore e dalla fantastica tripletta messa a segno da Davide De Carli, giovane imprenditore di Rivoli, ben noto alle nostre cronache sportive per via delle sue sventagliate di reti. Lo imitano, per una sola volta (e cosa vuoi di più?) bomber Gianmarco Ravelli e l’ex Garda Nicola Beverari. Per i caprinesi l’hanno cacciata dentro Kakou e Sandro “Camoranesi” Vecchione. La classifica vede il Malcesine a 9 punti – unica squadra veronese di Prima categoria a punteggio pieno! -, Pastrengo a 6, Peschiera a 3, Montebaldina a 0.

Nel Girone 2, al “Paolo Maggiore” 3 a 0 secco, ruvido del Pedemonte di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato nel “derby dell’amarone”, quello vinto contro il San Peretto di mister Alberto Cipriani. Giacomo Cristanelli, Enrico Guardini e Nicola Accordini (2002 ex Ambrosiana) sono i precisi, e non franchi, tiratori biancorossi. Nell’altro scontro, il Valpolicella del coach Manuel Bonazzi ubriaca, 3 a 1, il Bussolengo di mister Ridolfi, lasciando, oltre all’amaro in bocca per la resa, anche l’illusione della prima rete del vantaggio dei rosso-verdi, rete firmata da Quintarelli (Gottardi, Modesti e Cottini sono i frombolieri valpolicellesi). La classifica dice Pedemonte a 6 (scontro diretto a favore e migliore differenza reti) alla pari del Valpolicella, 3 per Bussolengo e San Peretto.

Nel Girone 3, dopo il bis in campionato, il Parona di mister Roberto Pienazza è costretto in Coppa a cedere il passo, 1 a 4 al “Bertani”, alla rinata (il campionato non ha prodotto fino ad ora gioie ai giallo-blu di mister Giordano Rossi) Olimpia Ponte Crencano. Al solo bianco-verde paronese Michelotti il gol-consolazione, in quanto il carnet è davvero “olimpico” per i bersagli azzeccati da Feroni, Martignoni, Pietro “Sheva” Bellé (alla vigilia di godersi un’altra vacanza alle Baleari!) e Masetti. Bene in campionato, ancora meglio in Coppa per il Real GrezzanaLugo del mister-bancario Luca Tosi: ieri, in Valpantena, 3 a 0 rifilato all’Arbizzano del presidente “El Ciri”, al secolo Silvano Gasparato e al suo gruppo guidato da mister Zancarli. Per i “lupi nero-verdi” di lassù, hanno morsicato: Dal Corso, Vallenari ed Abedi. La classifica vede il Real GrezzanaLugo a 6, Olimpia Ponte Crencano e Parona a 4, Arbizzano a 0.

Nel Girone 4, il colpaccio, 0 a 1 (mattatore il giovane Achraf Boakou), inferto dall’Olimpica Dossobuono di mister Beppe “Mazzini” Bozzini in quel di Quaderni, in casa dei “nero-verdi della Postumia” guidati da mister Lucio Marconi, basta ed avanza per passare al turno successivo. All'”Alberto Tosoni”, la Polisportiva Caselle (mister è Gabriele Gelmetti ex Lazise) e l’Alpo Club ’98 (mister è Riccardo Adami) non si fanno male e la gara termina sull’1 a 1. E, cioé sul botta del casellino giallo e blu classe 1992 Nicolò Sperandio e sulla risposta data dal rossonero Maggi. La classifica dice Olimpica Dossobuono a 7 punti, Polisportiva Caselle a 4, Polisportiva Quaderni e Alpo Club ’98 a 1 punto.

Nel Girone 5, grande, meraviglioso Bovolone dei tanti babies scatenati: mai vista in tanti anni di calcio una formazione con tanti atleti con i denti da latte: incredibile!, dal 2004 portiere Leonardo Bonadiman, ai 2003 Riccardo Gonzato, Lorenzo Saggioro, Nicola Tamburini, Omar Savoncelli, Lorenzo Marangoni (il figlio del diesse dei “mobilieri” rosso-neri), e, questi non in panca ma titolari. Senza contare, poi, Mustafa Aquib (2000), Riccardo Bonadiman (2002), il 2001 Gabriel Donadoni e il suo coetaneo Kevin Baldo. Scelta molto intelligente, quella del giovane mister (1987) Nicola Manara, di mandare in prima linea i teen-agers e di lasciare rifiatare in panca i navigati Andrea Cerchier, Giacomo Bissoli, Luca Pasquali (entrato in campo per fare il suo solito golletto, ed imitato dall’altro datato Marvin “Hagler” Favalli, anche lui ieri sera bomber, ed in rete anche il 2003 Lorenzo Saggioro dopo il gol del Casteldazzano di mister Francesco Marafioti realizzato da Fabio Sersa). L’oscar, dunque, della squadra dalla media più giovane spetta al Bovolone dell’imprenditore nel campo dell’arredamento, lo juventino Marco Gonzato. A Trevenzuolo, cade un’altra volta l’Atletico Vigasio di mister Fabrizio Saccomani: 1 a 2 e passa la rialzatasi in piedi (domenica scorsa ha perduto) Scaligera del mister ed osteopata Piergiorgio Troccoli. Il solo e il solito Lago…di Garda in rete per i biancazzurri del presidente Franco Pozza, e in tentativo di rimonta, effimera, ai gol scaligeri realizzati da Faccini e Mantovani. La classifica vede la Scaligera a 7, il Bovolone a 6, Atletico Vigasio a 3, Casteldazzano a 1.

Nel Girone 6, Albaredo tritasassi: bene in campionato l’undici di un mister navigato quanto pretenzioso qual è Fiorenzo Bognin, benissimo – passaggio al turno successivo! – i bianco-blu del giovane presidente, l’ing. Christian Rigon (figlio dell’ex presidente colognese degli anni d’oro), ieri vittoriosi in trasferta, per 1 a 2, in casa del Bonaldo Santo Stefano di mister Paolo Borotto. In vantaggio i bonaldesi grazie all’isolarizzano bomber immarcescibile Massimiliano Gramegna, ma, poi, rimontati dall’ex promessa albaronchesana, il “rosso” Edoardo Zamperlini (2000) e dal dr (in Scienze della Comunicazione), il “saggio triestino”, ex Bevilacqua, Umberto Ambrosi, classe 1993. Al “Leo Todeschini”, la “Bombonera del nostro calcio dilettantistico”, dove riecheggia sempre il ricordo del grande Ottavio Pasquali, indimenticato, l’A.C. Zevio stinge, 3 a 0, l’ACD Pozzo di mister Davide Godi…poco. Per i bianco-neri di mister Andrea Danese, i fucilieri assaltatori riusciti nell’impresa sono: Cont, l’ex sangiovanneo Riccardo Costa (92) e il compagno di difesa, il 2001 Marco Bosco. La classifica: Albaredo 7, Zevio 5, Bonaldo S.Stefano 4, Pozzo 0.

Nel Girone 7, Al “Renzo Tizian”, altra inattesa caduta da parte della “centenaria” Pro Sambonifacese di mister Maurizio Battistella: 1 a 2 e a passare è il redivivo – pochissimi i punti raccolti fino all’altro ieri dai bianco-rossi cazzanesi di mister Omar Lovato. Per i rosso-blu sambonifacesi segna il solo Sebastiano Gazzo, classe 2002: il suo gol viene polverizzato, in fatto di consistenza ai fini del risultato, dalla doppia gioia dei bianco-rossi ospiti, la prima gioia ottenuta con l’ex sangiovanneo, il classe 1987, Luca Lovato, la seconda col redivivo “panzer” Christian Turozzi. All'”Antonio Perlato”, termina 2 a 2 lo scontro tra il Tregnago di mister Antonio La Sorgente e i “cugini” illasiani, guidati da Cristian Cordioli. Vantaggio ospite con Ridolfi, pareggio gialloblù di Saggioro, ancora avanti gli ospiti con Castagnini e nuovo pareggio dei gialloblù con Baldo. La classifica vede la Pro Sambonifacese a 6, Valtramigna ed Illasi a 4, Tregnago a 2.

Nel Girone 8, il San Giovanni Ilarione di mister Fabio Gonella batte 3 a 2 il Montecchio San Pietro ma non basta per passare il turno, per i locali segnano Galliotto, Goffredo e Melotti, per i vicenti di mister Rutzittu rispondono solo Urbani e autorete di Carboniero. Cade in casa pesantemente il Valdalpone Roncà di mister Beppe Allocca per 0 a 3 contro il Real San Zeno Arzignano di mister De Forni. Per i vicentini segnano Faccin, Signorin e Sinaj. La classifica vede Real San Zeno Arzignano in vetta con 6 punti e miglior differenza reti, 6 punti anche per Montecchio S.Pietro e per il San Giovanni Ilarione, ma quest’ultima del diesse Omar Rossetto viene esclusa per la peggior differenza reti, chiude il Valdalpone Roncà con zero punti.

Nel Girone 17, il Bevilacqua del presidente Marco Calonego va a vincere 5 a 3 a Montagnana mentre l’Ospedaletto Euganeo batte 3 a 0 l’Aqs Borgo Veneto già qualificato in virtù dello scontro diretto vinto con i grigiorossi di mister Antonio Marini che dovrebbero passare fra le migliori seconde. Per i suoi ragazzi vanno in rete Fall Bara, due volte Aimuan Odaro, poi Alessandro Girardi e Giovanni Scarmato su calcio di rigore. Per i rossoneri padovani di mister Birocca esultano Bianchin, Borin e Volpato. La classifica vede Aqs Borgo Veneto e Bevilacqua a 6 punti, Ospedaletto Euganeo a 4 e Montagnana a 1. Ricordiamo che nel Trofeo di Prima categoria, il regolamento vede promosse al prossimo turno le prime classificate di ogni girone, più le 29 migliori seconde classificate del Veneto.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
11.3 ° C
14.1 °
9.2 °
81 %
1.5kmh
0 %
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
18 °
Mer
19 °
Gio
15 °