26.1 C
Verona
sabato, 18 Settembre 2021

1° turno Trofeo Veneto di Prima categoria: il punto sulla 2^ giornata

Pastrengo e Pro Sambonifacese non scherzano: non sbagliano un colpo nei primi 180 minuti!

Girone 1: E’ il Pastrengo la squadra di Coppa e del momento: assieme ai “carabinieri con gli scarpini” guidati da Paolo Brentegani, a punteggio pieno, dopo 180 e più minuti di Coppa Veneto, troviamo solo la Pro Sambonifacese, la padovana AQS Borgo Veneto e la vicentina Montecchio San Pietro. Non è impresa di secondo piano, quella compiuta ieri pomeriggio dal Pastrengo in quel di Peschiera: l’1 a 3 è rinfrancante, infonde fiducia e certezza nei propri mezzi e il “club dei forti austroungarici potrà contare anche sull’esperienza di Davide Cenci, classe 1988, e tra non molto felice papà. Venendo alla gara svoltasi sul sintetico del “Manuel Cerini” di Peschiera, il Pastrengo lascia al solo rigorista locale Luca Domenegoni la breve ed effimera gioia del gol-consolazione, il quale arriva appunto dal dischetto gessato. Per il resto, il tabellino dei marcatori è imbrattato di tinte giallo e verdi, con pittori Gianmarco Ravelli, Davide De Carli (la paternità sembra aver potenziato la sua potenza realizzativa!), ed ancora una volta dal nuovo acquisto Gianmarco Ravelli. Su un altro sintetico, quello di Cassone, il Malcesine tritura, spezzetta, 3 a 0, la Montebaldina di mister Marzio Menegotti e delle terribili sue “bocche di fuoco” (Mario Di Cristo e Alessandro Vecchione su tutte). Doppietta del pugliese, classe 1991, Andrea Luciano, preceduta dallo squillo di gloria soffiato dall’albanese, ex AC Garda, Serxhio Advullari (1° gennaio 2001). Classifica con Pastrengo a 6 punti, Malcesine e Peschiera a 3, Montebaldina a 0.

Girone 2: In questo gironcino, si registrano due vittorie esterne: quelle messe a segno dal San Peretto di mister Alberto “Harri’s Bar Venezia” Cipriani – da più parti favorita alla pole scudetto, e del Pedemonte di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato. Colpacci, che, ahiiloro!, non proiettano al comando assoluto nessuna delle 4 sfidanti di ieri: le quali, chiudono tutte al comando, appaiate a 3 punti ciascuna. Al “Paolo Maggiore”, il Pedemonte della famiglia Farina annacqua, 3 a 1, il Valpolicella del diesse Mauro Gaburo e lo fa grazie al 1999 Eugenio Lonardi, a Cristanelli e al bomber datato 1992 Marco Ambra. Per i valpolicellesi (anche i pedemontani sono, per quello, valpolicellesi, eh!), rasoiata vincente a firma del “Barbiere di Siviglia”, al secolo Quintarelli. Le “giubbe rosso-nere” sanperettiane sbarcano a Bussolengo per far pieno bottino: 1 a 2. I rosso-verdi bussolenghesi di mister Ridolfi si oppongono con il solo Daniel Zamboni: troppo poco per far fronte alle due precedenti marcature firmate da Matteo Tommasi e dall’attaccante classe 1995 Francesco Pietropoli. La classifica vede appunto Pedemonte, Bussolengo, San Peretto e Valpolicella tutte a 3 punti.

Girone 3: Un mortaio fatto esplodere, all’altezza del dischetto, dal “dinamitardo” Daniele Begnoni fa saltare la difesa avversaria del Real GrezzanaLugo di mister Luca Tosi. Il Parona del mister e corniciaio Roberto Pienazza ha, dunque, la meglio sui valpantenati, i quali hanno il merito di aver schierato addirittura un 12 agosto 2004, ovvero Thomas Orfeini (gulp!). Al “Tino Guidotti”, l’Olimpia Ponte Crencano di mister Giordano Rossi non riesce ad aggirare, 1 a 1, l’ostacolo costituito dall’arrembante Arbizzano di mister Zancarli. E, in illusorio vantaggio – i giallo e blu valpolicellesi – con Peroni. Ma, era il “geniale pontiere” Martignoni a negare agli ospiti la gioia del colpaccio e del sorpasso. La classifica di questo girone vede il Parona a 4 punti, seguita dal Real GrezzanaLugo a 3, Arbizzano a 2, chiude l’Olimpia Ponte Crencano con un punto.

Girone 4: L’Alpo Club ’98 di mister Riccardo Adami e l’Olimpica Dossobuono del mister-sindacalista Uil Giuseppe “Mazzini” Bozzini si spartiscono l’intera posta in palio: 1 a 1. Gara anche dai toni accesi per via dei tre rossi comminati ad Adami e a Sandrini per i rosso-neri del Club privato, a Lizzari, invece, per i giallo-rossi ospiti. Bussa l’alpese Nikola Filipovic, risponde sull’uscio e all’altezza del dischetto gessato il classe 1998 Samuele Olioso, ex Caselle come lo stesso mister giallorosso Beppe Bozzini. All'”Alberto Tosoni” di Caselle, la Pol. di mister Gabriele Gelmetti scavalca, 2 a 1, la quotata Pol. Quaderni, che tanto bene aveva inaugurato il debutto in Coppa Veneto vincendo 4 a 2 a spese dell’Alpo Club ’98 (poi tramutato in 3 a 0 con un punto di penalizzazione ai rossoneri). Eppure in vantaggio i “nero-verdi della Postumia” guidati da mister Lucio Marconi con Daniele Buzzacchero, ma poi raggiunti dal difensore 1994 Matteo Chilelli e superati dall’ex Zevio Niccolò Esposito. La classifica vede l’Olimpica Dossobuono a 4 punti, Pol. Quaderni e Pol. Caselle a 3, Alpo Club ’98 a zero punti.

Girone 5: A Trevenzuolo, illude l’Atletico Vigasio di mister Fabrizio Saccomani, perché aveva chiuso il primo round sul 2 a 0 a spese del Bovolone di mister Nicola Manara. Il giovane mister dei rosso-neri ospiti deve avere impartito una gran bella strigliata ai suoi ragazzi, se è vero che, una volta raggiunto il vantaggio esterno per 2 a 3, i “mobilieri” avrebbero potuto realizzare altre reti. Difesa davvero babies, al biberon come si usava dire nel paleo-giornalismo sportivo, quella bovolonese, grande soddisfazione, questa, per un sodalizio – quello guidato dal più alto scranno dall’imprenditore Marco Gonzato – che da qualche anno punta moltissimo sul proprio vivaio. I gol sono siglati dal 1992 Daniel Lago e la punta datata 1995 Pasquale Sanzo per gli atletico-vigasiani del presidente Gianfranco Pozza; Marvin “Hagler” Favalli e doppia di Luca “Charlie” Pasquali, invece, per il Bovolone 1918. Termina a reti inviolate il match a Isola della Scala, quello tra la Scaligera di mister Piergiorgio Troccoli e il Casteldazzano del collega Francesco Marafioti. Certamente, non ha fatto bene vedere uscire dal campo l’architetto vigasiano, Giacomo “Jacky” Locatelli, figlio del nostro collega Valerio, il quale raggiunto da un calcio da tergo, si è sentito male e ha dovuto lasciare il campo per avviarsi al vicino ospedale di Villafranca sull’ambulanza (in bocca al lupo, Jacky, da tutti i veri sportivi!). Classifica: Scaligera 4, Atletico Vigasio e Bovolone 3, Casteldazzano 1.

Girone 6: Al “Nicola Pasetto”, l’ACD Pozzo di mister Davide Godi inciampa piuttosto pesantemente, 0 a 3, a causa dello sgambetto tiratogli dall’Albaredo calcio di mister Fiorenzo Bognin e del diesse, il soavese Federico Bovi. Segna l’abaretano nonché duemillenario Edoardo Zamperlini, ex Albaronco, imitato dal 2001 ed ex Provese Nicola Martini, e dal 1990 Alessio Bertoldo, proveniente dal Marola. Tesserato, in queste ultime ore, per l’Albaredo Calcio, il difensore centrale Filippo Zumerle. L’A.C. Zevio, dal canto suo, invece, tessera l’ex bomber per tante stagioni dell’A.C. Tregnago, Patrick Okonji: intanto, ieri, al “Leo Todeschini”, la squadra bianconera di mister Andrea Danese non riesce ad andare oltre l’1 a 1 contro il Bonaldo Santo Stefano di mister Paolo Borotto. I bianco-neri zeviani del presidente Giorgio Scandola vanno sotto per il gol bonaldese realizzato dal 1993 Davide Longo; poi, il pari definitivo è a cura e a firma del 1997 Giulio Zenari. Classifica: Albaredo e Bonaldo Santo Stefano 4, Zevio 2, Pozzo 0.

Girone 7: La Pro Sambonifacese onora i 100 anni della società rosso e blu, andando a vincere, 0 a 2 all'”Antonio Perlato” di Tregnago. La Pro di mister Maurizio Battistella corre a punteggio pieno e ieri a Tregnago – mister giallo e blu è Antonio Sorgente – salgono sull’altare della celebrità il 2000 Michele Castagnini e il difensore 1994 Giovanni Righetti. Autentica vendemmiata di stagione, 5 a 0, per l’Illasi, il quale si ridesta dopo la sconfitta di domenica scorsa; e lo fa a spese di una delle papabili al titolo di Promozione, il Valtramigna Cazzano di mister Omar Lovato. Tutti a turno in rete i frombolieri illasiani alla corte di mister Cristian Cordioli: Ridolfi, Alessio Soave (doppia per il classe 1992 ex Albaronco), Tommasi e il 1993 ex Tregnago Daniel Rizzin. Classifica con la Pro Sambonifacese a 6 punti, Illasi a 3, Tregnago e Valtramigna con un punto.

Girone 8: Il derby tutto vicentino, quello tra Montecchio San Pietro e Real San Zeno Arzignano, ha visto trionfare i monscledensi per 2 a 1. Sul sintetico del parrocchiale “San Giovanni Bosco”, il San Giovanni Ilarione del vicentino coach Fabio Gonella ha steso – 2 a 0 – il più velleitario SSD Valdalpone di mister Beppe Allocca. L’impresa riesce grazie ai centri sferrati dai mazzieri sangiovannei Gianluca Magrinello (giovane ex Caldiero) ed Alberto Mainente. Quest’ultimo della classe 2002. Classifica: Montecchio San Pietro 6, Real San Zeno 3, San Giovanni Ilarione 3, Valdalpone a 0.

Girone 17: Nel Padovano, cade il Bevilacqua del plurivittorioso mister del Bevilacqua, il rodigino (di Fratta Polesine) Antonio Marini (incrociato al “Mario Sandrini” di Legnago, sabato pomeriggio, in occasione di Legnago Salus-Padova: 0-4). Tra i forti patavini dell’AQS Borgo Veneto, ha giocato due stagioni fa anche Guido Manfrìn (ora al Badia Polesine), centrocampista tutto fosforo, giovane ingegnere della classe 1995 e fratello di Gianni, classe 1993, punto di forza della Virtus Verona di mister Gigi Fresco. Per i padovani di mister Trambaioli, doppia “perforazione” di Trivella, ed acuto emesso da Gazziero. Invece, per la “Cremonese della Bassa” del presidente Marco Calonego, gol della seppur magra soddisfazione realizzato dall’implacabile panzer senegalese Fall Bara. I rosso-neri del Montagnana, ospiti ad Ospedaletto Euganeo, non si sono aggiudicati il derby patavino, impattando per 0 a 0, e condividendo così l’ultimo posto nella mini classifica di Coppa Veneto. Classifica con AQS Borgo Veneto a 6 punti, Bevilacqua 3, Ospedaletto Euganeo e Montagnana 1 punto.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
poche nuvole
26.1 ° C
27.1 °
24.2 °
53 %
1kmh
20 %
Sab
26 °
Dom
21 °
Lun
18 °
Mar
23 °
Mer
23 °