30.4 C
Verona
giovedì, 11 Agosto 2022

A Zevio si attende di conoscere chi subentrerà a mister Andrea Danese

Sono state un autentico fulmine a ciel sereno le dimissioni rassegnate il martedì della scorsa settimana da mister Andrea Danese. L’A.C. Zevio domenica, al “Luigi Ciresa”, casa dell’Olimpica Dossobuono, dove ha pareggiato 0 a 0, è sceso in campo guidato dal tandem Marco Mantovani (secondo di Danese) e da Beppe Marconcini, ma per la fumata bianca del sicuro successore della panca bianco-nera bisognerà attendere fino a domani (giovedì sera 10 marzo). “E’ stata una decisione” commenta il massimo dirigente zeviano Giorgio Scandola, agente di commercio, da 3 stagioni al vertice della società “che ci ha preso in contropiede (anche chi lo aveva chiamato a guidare il nostro gruppo, ovvero il diesse Sergio Sandrini), tanto per usare una frase cara al nostro calcio. No, non è stata una crisi di risultati, in quanto siamo in linea con le previsioni abbozzate alla vigilia. Certo che, a Castel d’Azzano, eravamo arrivati secondi in classifica, e, avendo perduto, siamo scivolati un po’ all’indietro”. Qual è il vostro primario obiettivo di quest’anno? “La salvezza, da raggiungere subito. Poi, anche quello di valorizzare i tanti giovani in età che oscilla tra il Duemila e il 2003, molti dei quali sono provenienti dal nostro vivaio”.

A proposito di giovani, ce ne indica uno di veramente interessante? “L’aveva già fatto prima di me, Beppe (Marconcini), e mi riferisco al ragazzo classe 2001 arrivato in prestito dal Montorio, Matteo Bellamoli. Si deve fare, ma ha tutte le caratteristiche per lasciare il segno nei nostri dilettanti. Poi, voglio segnalare il nostro Elia Mainente, promettente ragazzo classe 2001: ha fisico, tecnica, insomma, tutte le carte in regola per diventare un signor calciatore dilettante”. Di chi il miglior gioco? “Dell’Olimpica Dossobuono del mister-sindacalista Beppe Bozzini – come ama chiamarlo lei, direttore – : è un gruppo giovane, ha corsa ed è veramente valido anche in prospettiva. Ma, non da meno è la Pro Sambonifacese, la quale è molto solida e sa quello che vuole. Non è male la Scaligera ed anche il Valtramigna, quest’ultima la squadra più “ritardataria” sulla tabella dei pronostici formulati alla vigilia. Alla pari dell’Illasi, la quale vanta un’ottima qualità di “rosa”. A quando la funata bianca, pardon, la fumata – visto che avverrà a Zevio – bianco-nera? “Giovedì sera (10 marzo) dovremmo conoscere il nuovo mister. Ora, il calendario ci assegna 5 gare, che sembrano scontri diretti: trasferta ad Albaredo, in casa il Bonaldo Santo Stefano, fuori l’Olimpia Ponte Crencano, quindi, Bovolone in casa e Illasi in trasferta, proprio le 5 squadre che si seguono in classifica. Da queste 5 tappe passerà la nostra permanenza in Prima categoria!”

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
poche nuvole
30.4 ° C
31.4 °
29.5 °
26 %
1.5kmh
20 %
Gio
31 °
Ven
29 °
Sab
30 °
Dom
34 °
Lun
34 °