11.3 C
Verona
domenica, 17 Ottobre 2021

Cristian Carigi è felice di essere entrato a far parte della “famiglia” del San Peretto.

36 anni, e non sentirli, e un amore sconsiderato per il pianeta del calcio dilettantistico veronese. Il centrocampista Cristian Carigi, arrivato quest’anno a rafforzare i rossoneri del San Peretto, allenati da mister Alberto Cipriani, vuole ancora dire la sua con delle prestazioni in campo fatte di intensità e determinazione. “Mi è subito piaciuta la serenità e la voglia di fare calcio della dirigenza del San Peretto – confessa Cristian Carigi -. Qui si vuole alzare l’asticella facendo un passo alla volta, noi giocatori ci siamo posti l’obiettivo di crescere e regalare delle soddisfazioni alla dirigenza ed ai nostri tifosi”. Domenica scorsa i rossoneri del direttore generale Nicola Righetti hanno battuto l’Alpo Club 98 di mister Riccardo Adami per 3 a 1, un risultato non affatto scontato vista la consistenza degli avversari. Nel primo tempo ha ha aperto la partita al 15° Matteo Tommasi del San Peretto, poi al 45° Marco Lonardi ha raddoppiato per i padroni di casa. Nella ripresa al 15° ha accorciato le distanze per i rossoneri dell’Alpo Nicola Milani ma poco dopo la mezz’ora ha chiuso la gara l’autogol di Alessandro Carraro. “Direi che abbiamo meritato di vincere – sottolinea Carigi -, siamo stati propositivi e determinati dal primo minuto fino alla fine della partita, proprio come piace al nostro mister Alberto Cipriani. E’ questa la strada da percorrere, anche se le squadre avversarie ci mettono in difficoltà in ogni partita”.

Dopo le prime tre giornate di campionato del girone A di Prima categoria, il San Peretto di mister Alberto Cipriani guida la classifica, con 7 punti in compagnia di Pedemonte, Peschiera e Malcesine. Domani il San Peretto sarà di scena sul terreno di gioco di Trevenzuolo dove si misurerà con la consistenza del fanalino di coda Atletico Vigasio che in settimana ha cambiato allenatore richiamando sulla panchina biancazzurra mister Stefano Ferro che tanto bene aveva fatto in passato con la squadra del presidente Gianfranco Pozza. “Noi scenderemo in campo contro l’Atletico Vigasio per cercare di continuare a vincere, questo è sicuro. Stiamo bene e siamo in forma ma dobbiamo stare attenti ai nostri avversari che avranno dalla loro l’entusiasmo di ripartire con un nuovo allenatore, cosa che potrebbe dar loro la scossa giusta. Pregusto una bella partita piena di emozioni”.

Cristian Carigi chiude parlando dell’ambiente e l’aria che si respira al San Peretto: “Dopo che avevo chiuso la mia avventura dopo i cinque splendidi anni passati con il Pescantina Settimo di mister Gianni Canovo, con il quale in soli tre anni siamo passati dalla Seconda categoria fino al campionato di Eccellenza, vincendo sempre il nostro girone con largo anticipo, non era facile entrare in punta di piedi nella famiglia del San Peretto. Avevo qualche timore, ma poi il presidente, il direttore generale, i suoi collaboratori ed i miei compagni di squadra sono stati bravissimi perchè mi hanno fatto sentire subito uno di loro”. Il San Peretto, dopo il deludente inizio nel Trofeo Veneto, con una vittoria e due pesanti sconfitte incassate contro Valpolicella e Pedemonte, sembra ora aver ingranato la giusta marcia”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
11.3 ° C
14.1 °
9.2 °
81 %
1.5kmh
0 %
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
18 °
Mer
19 °
Gio
15 °