24.5 C
Verona
venerdì, 20 Maggio 2022

Daniele Scolari (Alpo Club ’98): “La salvezza è alla nostra portata”

Ha sempre tanto da dare, al nostro pianeta dei dilettanti, il difensore classe 1983, Daniele Scolari. Per lui le stagioni calcistiche sembrano non passare mai. Animato da forte passione e temperamento, ogni domenica pomeriggio è sempre pronto a scendere in campo con la divisa rossonera dell’Alpo Club 98 del presidente Mirko Rampazzo. Sono 38 le sue primavere che gli hanno regalato esperienza e le giuste vedute “pallonare” per poter comandare al meglio i meccanismi della difesa di mister Riccardo Adami. “Finché avrò forza nelle gambe giocherò a calcio – dice Daniele Scolari-. Sono al mio primo anno in forza all’Alpo Club 98 e qui mi trovo molto bene. Nella dirigenza della società della frazione Alpo di Villafranca, ho trovato tanta stimo e rispetto nei miei confronti. Qui ci si può divertire e si gioca senza grosse pressioni. L’ambiente è appassionato e pieno di entusiasmo. Tutti i ragazzi che compongono la rosa della prima squadra sono abituati, come il sottoscritto, a dare sempre il massimo sul campo”. Il dodicesimo posto nel girone A di Prima categoria con 14 punti in tasca dopo 13 gare giocate (4 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte) non danno grandissima tranquillità. Dietro ai rossoneri del vice presidente Claudio Montanari ci sono solo due compagini, il Valpolicella a 13 punti ed il fanalino di coda Arbizzano con soli 2 punti.

“Il gruppo della prima squadra rossonera è formato da ragazzi giovani che a volte commettono in campo errori dovuti all’inesperienza. Io, visto che l’amico fraterno Dario Maccachero ha deciso quest’anno di lasciare il calcio, sono il giocatore più vecchio della squadra, ma quando sono in campo non mi dimentico mai di farmi sentire. Dobbiamo essere meno acerbi e più cinici. Ci aspetta un girone di ritorno di ferro, dove siamo chiamati a giocare un altro campionato. Il nostro obiettivo rimane sempre quello di una tranquilla salvezza, che credo arriverà dopo aspre battaglie solo all’ultima giornata di campionato. Sono fiducioso ma dobbiamo giocare tranquilli mettendo sul rettangolo di gioco ogni nostro valore cercando di dare sempre il 110 per cento. L’organico della squadra è buono, come pure il nostro staff tecnico che è composto da mister Riccardo Adami, dal vice allenatore Matteo Finezzo, dall’allenatore dei portieri Francesco Trevisani, dal fisioterapista Alessandro Mirandola e dal dott. Paolo Cazzadori. Ora sta solo a noi giocatori a cercare di correre più delle nostre concorrenti nel girone di ritorno per conquistare punti importanti in chiave salvezza”.

Daniele è dispiaciuto che l’amico Dario Maccachero, che è della sua stessa classe e gioca nello stesso ruolo, lasci il calcio giocato: “Dario per motivi personali e lavorativi ha deciso di ritirarsi dal calcio. Sono molto dispiaciuto di questa cosa e auguro a lui ogni bene possibile. Abbiamo trascorso tanti anni assieme difendendo i colori della stessa divisa. Giocatore dallo spirito indomito e dall’animo generoso, è stato per me molto prezioso regalandomi ottimi consigli calcistici. Un esempio per umiltà e voglia di non mollare mai, è stato l’anima dello spogliatoio anche quest’anno nell’Alpo Club 98”. Maccachero, prima di indossare la maglia rossonera dell’Alpo Club 98, aveva giocato nelle fila dell’Albaredo nella stagione 2019-20 contribuendo al passaggio in Prima categoria, prima ancora era stato al Casteldazzano (sempre con mister Adami) con il salto di categoria dalla Seconda alla Prima. Prima ancora aveva vestito le maglie di Caldiero, Cerea e Castelnuovo.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
24.5 ° C
26.4 °
23.9 °
35 %
2.1kmh
0 %
Ven
28 °
Sab
28 °
Dom
29 °
Lun
28 °
Mar
28 °