30.4 C
Verona
giovedì, 11 Agosto 2022

Enrico Rizzi (Pedemonte) è pronto alla sfida con il San Peretto

E’ giunto al suo 6° centro stagionale e secondo gol nelle ultime due partite, l’attaccante classe 1999 Enrico Rizzi. Domenica scorsa, nella partita vinta contro l’Atletico Vigasio, il suo Pedemonte ha rifilato un poker al malcapitato Atletico Vigasio di mister Stefano Ferro. E proprio Rizzi, al 5° minuto del primo tempo, è il più lesto in area di rigor ha scagliare in rete la palla respinta dalla traversa. Poi, al 30′ del primo tempo, Nicola Vicentini ha raddoppiato e nella ripresa al 42° Righi e al 48° Caliari hanno chiuso i conti portando alla meritata vittoria i biancorossi di mister Antonio Ferronato. Ora il Pedemonte, dopo 21 gare giocate, guida la classifica del girone “A” di Prima categoria con 44 punti, al 2° posto il San Peretto di mister Alberto Cipriani con 43, poi il Malcesine di mister Stefano Marchiori con 36 e appaiate al 4° posto a 34 punti ci sono il Peschiera allenato da Luca Righetti e il Pastrengo del coach Paolo Brentegani. E domenica prossima Rizzi e compagni affronteranno in trasferta proprio il San Peretto, una sfida che può valere una stagione. Rizzi non vede l’ora di scendere in campo: “Noi giocatori siamo con il morale a mille. Arriviamo da tre vittorie consecutive e siamo in un buon momento di forma. Domenica sul campo sintetico di Negrar mi aspetto una gara maschia dove sono convinto che possiamo fare benissimo. Il San Peretto è un ottima squadra, pratica un calcio aggressivo con la costante ricerca della verticalità. Dispone di giocatori di categoria superiore e potrebbe farci senza dubbio molto male. Ma noi siamo una squadra forte che sa quello che vuole. In campo non molliamo mai fino al novantacinquesimo minuto. Sono certo che chi verrà a vederci si potrà veramente divertire”.

Enrico è un tifoso del Chievo Verona purtroppo cancellato dalla Federazione quando lo scorso anno militava in serie B. Per 11 anni, accompagnato dall’amato nonno Mario, che ora non c’è più, è andato allo stadio a vedere le sfide dei gialloblù clivensi di capitan Sergio Pellissier. Il suo idolo, come attaccante, è il “Matador” Edison Cavani, giocatore del Manchester United e della nazionale uruguaiana campione del Sudamerica nel 2011. “Cavani mi piace troppo – dice Enrico Rizzi -, non lascia nulla d’intentato per cercare di far gol. Mantiene i nervi saldi e quando si muove è difficile da marcare. Ha ottimi valori tecnici e una grandissima fame di gol”. Enrico lavora nell’azienda di famiglia come idraulico e quando serve anche come elettricista. Papà Nicola e mamma Franca stravedono per lui e lo seguono sempre con passione ed affetto. Il Pedemonte è una piccola famiglia di giocatori amici dentro e fuori dal rettangolo di gioco. Prima di salutarci Rizzi spende parole d’elogio per mister Antonio Ferronato e il suo vice Pietro Bertoldo: “Il nostro mister è tanta roba. Ci tiene sempre sulla corda e ci motiva sempre nel modo giusto. E’ una persona squisita, come il suo vice Pietro Bertoldo, che sanno davvero molto di calcio. Un plauso sincero a tutto lo staff tecnico della nostra prima squadra che ci regala ogni settimana momenti di bellissimo calcio”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
poche nuvole
30.4 ° C
31.4 °
29.5 °
26 %
1.5kmh
20 %
Gio
31 °
Ven
29 °
Sab
30 °
Dom
34 °
Lun
34 °