Federico Bovi (d.s. Valtramigna): “E’ il Chiampo la squadra da battere!”

889

Per l’”enciclopedia vivente” Federico Bovi, diesse del Valtramigna Cazzano del presidente Lucio Castagna, squadra che l’anno scorso è cresciuta tantissimo nel girone ”B” di Prima categoria, sono i neo-retrocessi vicentini del Chiampo la compagine favorita alla vittoria finale e, quindi, chiamati a risalire subito la china della Promozione.“I giallo-verdi del nuovo mister Dennj Rezzadore hanno quest’estate operato acquisti notevoli, vedi Cavazza, Vidoni e Bevilacqua. Non solo, ma si sono assicurati giovani interessanti frutto dei vivai dell’Arzignano e del Montecchio Maggiore. A questi, bisogna calcolare che si sono aggiunti Tugnoli e Pietro Rebeschini (punta datata 2000), ex avanti del Quinto e dell’Arzignano. La conferma dei navigati e forti centrocampisti Andrea Zanderigo (1984), Marco Strobe (1989), del difensore 1995 Giovanni Milan e della punta, anche lui 1989, Davide Ceola, sono una garanzia della voglia di rilancio e di risalita in Promozione dei ragazzi del presidente Gianmaria Pasqualotto”.

Altra vicentina che gareggia nel girone popolato da molte compagini del basso o Est veronese è il Real San Zeno Vicenza, salito due estati fa dalla Seconda in Prima categoria: “E’ una squadra” spiega Bovi “che lotterà per una metà classifica. Per i vicentini del Sovizzo, beh, sono stati effettuati pochi inserimenti: soltanto qualche giovane elemento prelevato anche in questo caso dall’Arzignano”. Candidate alla vittoria finale, un lotto di 5 squadre, a giudizio del diesse bianco-rosso di Cazzano di Tramigna: “Per me, Chiampo, la Pro San Bonifacio di mister Gianfranco Brendolan, l’ Audace calcio di mister Matteo Biroli, la Scaligera di mister Alessandro Ghirigato e noi del Valtramigna Cazzano guidati da Omar Lovato, siamo quelli che hanno le carte in regola per dar vita a un esaltante testa a testa per lo scudettino. Ma, occhio all’A.C. Tregnago dell’esperto nostro ex coach Adriano Laperni, uno che sa bene il fatto suo, e giallo e blu alto-valligiani formati da un gruppo di giovani miscelato a ad innesti di esperienza, quali il portiere Jacopo Scolaro, classe 1996, e il difensore 1991 Michele Gecchele (entrambi due stagioni fa alla Pro Sambo), entrambi l’anno scorso in forza all’ A.C. Oppeano”.

“Ma, sono convinto che disputerà un ottimo campionato – chiude Bovi – anche il Bovolone del nuovo trainer, il mantovano Daniele Branchini, ex SanguinettoVenera: i “mobilieri” si sono assicurati bomber Alexsandar Pesic (1983) e il centrale difensivo Riccardo Gusella, classe 1993, l’anno scorso protagonista della conquista di Coppa Veneto di Prima categoria con l’Isola 1966”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata