-3.8 C
Verona
mercoledì, 8 Febbraio 2023

Il punto sui gironi “B” e “C” di Prima categoria: 15^ giornata

Il Nogara si riprende la testa della classifica, tallonato a -1 dal PGS Concordia e dal Tregnago. Altra battuta d'arresto per il Bovolone, Pozzo "corsaro" a Bonavigo, si ridesta il Bevilacqua! Nel girone "C", bene Valdalpone e Illasi, cade il Valtramigna

Sarà un eterno balletto, da qui fino alla fine, della stessa intensità. Ce lo dice il grande equilibrio che regna nel girone “B” cosiddetto del Basso veronese, dove ogni domenica può succedere di tutto e dove nessun risultato è scontato. Prendi, ad esempio, il Bovolone: campione d’inverno assieme al Nogara al giro di boa, sono bastate le due sconfitte del nuovo anno solare per cacciarlo indietro, fino al 6° posto, in compagnia dell’Olimpica Dossobuono del mister-sindacalista Beppe “Mazzini” Bozzini, ieri non oltre lo 0 a 0 al suo “Ciresa” contro il Casteldazzano del collega Francesco Marafioti. Il Bovolone del casaleonese mister Nicola Manara ieri ha raggiunto l'”Antonio Perlato” per farsi sculacciare – 2 a 0 – dal pur lanciato, ma non irresistibile né marziano A.C. Tregnago di mister Antonio Sorgente (decidono l’ex illasiano, il classe 1993 Daniel Rizzìn e al 92° l’altro ex illasiano, il classe 1994 Massimo Veronese. In panca, al posto di mister Sorgente, mister Stoppele. E, raddoppio, che matura dopo che i rosso-neri “mobilieri” erano rimasti in dieci uomini a causa dell’espulsione comminata a Sa Danilson, classe 2001, ex Alba Borgo Roma.

A proposito di Alba Borgo Roma, i giallo-rossi del mister-osteopata Pier Giorgio Troccoli le prendono di santa ragione – 4 a 1 – nell’impianto sportivo di via PontePitocco, campo “amico” del Bevilacqua di mister Nicola Corestini. Per la “Cremonese della Bassa”, doppietta del 1998 Edoardo Pavan, ex Sona Calcio, poi il 2003 Tommaso Marchesini e il 1994 Leonardo Pernechele. Il solo ex audacino, il classe 1992 Francesco Savoia, invece, per i rionali, ora penultimi a 10 punti, 3 in più del BorgoPrimomaggio, 4 in meno dell’Aurora Marchesino di mister, il lupatotino Paolo Novali. Che ha chiuso a reti inviolate – 0 a 0 – la sfida al “Rino Dalle Vedove”, quella giocata contro il PGS Concordia Borgo Milano di mister Stefano Ghirardello. PGS secondo a 27, un punto in meno del Nogara, sullo stesso trespolo dell’A.C. Tregnago. A.C. Pozzo di mister Walter Bampa, che raggiunge la scaramantica boa numero 17, in virtù anche del colpaccio sferrato all'”Orvile Venturato” di Bonavigo. Eppure in vantaggio i bianco-blu bonadicensi di mister Manuel Cuccu grazie al bomber-cuoco isolarizzano Andrea Pesarìn, ma verdetto poi sovvertito dalle reti realizzate da due intramontabili panzer: Lorenzo “Lollo” Baraldi e da Stefano “Skizzo” Rognini.

Lassù, tra coloro che gareggiano per lo scudettino del girone “B”, voce in capitolo la ha ora come ora anche il Real GrezzanaLugo di mister Luca Tosi: i valpantenati superano di misura, – 1 a 0 -, la Scaligera di mister Michele Barone e il bottino lo impugna il solito bomber Christopher Taffarel. Al “Remo Soave” di Nogara, gli “ussari bianco-rossi del basso Tartaro” impallinano – 4 a 0 – i “draghi rossi” del Borgoprimomaggio di mister Andrea Lunardi, e lo fanno con i precisi “fucilieri assaltatori” Andrea “Il Talebano” Badalotti (1991), con “Il Polacco” Kevin Ambrosi (1999), con il geometra Alex Serraino (1993) e con il centrocampista classe 2002, Uyioghosa Cole. Biancorossi primi a 28 punti e viola ultimi con 7 punti a -3 dall’Alba Borgo Roma alla quale andranno a far visita domenica prossima.

Nel girone “C”, sempre di Prima categoria, dove, ahinoi!, non registriamo veronesi interessate alla lotta-scudetto, domenica amara solo per il Valtramigna Cazzano di mister Cristian Cordioli, battuto all'”Emilio Steccanella” di Cazzano, per 1 a 2 dai vicentini del Poleo Aste di mister Acciaio. Inutile il gol, verso lo scadere, realizzato dal cazzanese, il 1993 Filippo Menini: fanno la differenza le due marcature realizzate da Scolaro, le quali servono a confermare il primato degli alto-vicentini a quota 34 rispetto ai 29 dell’accorrente Cogollo. Va certamente meglio all’Illasi del sanmartinese coach Andrea Scardoni: 2 a 3 a Giovenale, con doppietta del difensore classe 1993 Nicolò Derna, al quale si deve aggiungere l’acuto emesso dal 1989 Alberto Vallisari. Doppietta fatta crepitare anche dai vicentini – pure su rigore – a cura di Popovic. A Montecchia di Crosara, bell’affermazione dell’SSD Valdalpone Monteforte del leoniceno trainer Beppe Allocca: 3 a 1 e l’Azzurra Maglio di mister Gecchele viene stinta. Per i monscledensi del diesse, nonché presidente dei prestigiosi Lyons della ricca vallata dell’Alpone, il dr e commercialista Emilio Cavazza, padre del bomber e commercialista Alberto e di Beatrice – brillante quanto promettentissima cardiologa neonatale – urlano “goool!” (due volte) il classe 2003 Gian Maria Tessari ed una, invece, il duemillenario Alessandro Dal Cero. Per l’Azzurra Maglio, gol-consolazione, anche se realizzato prima di quelli timbrati dagli avversari, a firma di Okechukwu.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
cielo sereno
-3.8 ° C
2.3 °
-4.8 °
74 %
2.6kmh
0 %
Mer
5 °
Gio
5 °
Ven
7 °
Sab
8 °
Dom
12 °

I nostri social