27.9 C
Verona
giovedì, 11 Agosto 2022

Il punto sulla Prima categoria: 20^ giornata

Nel girone "A" è sempre testa a testa tra il Pedemonte e il San Peretto, separate da un solo punto ed entrambe vincenti. Nel girone "B", allunga a +5 il vantaggio della Pro Sambo sullo sconfitto Casteldazzano, nel "C", 3-0 pro ValdalponeRoncà, rinviata S.Giovanni Ilarione-Arcugnano. Nel girone "D", pari senza reti in trasferta per "El Bevi", sempre 5° classificato.

Nel girone “A”, Pedemonte e San Peretto proseguono la loro corsa verso lo scudetto, distanziate di un punto (il rapporto è di 38 a 37 per i bianco-rossi pedemontani di “Zaccheroni” Antonio Ferronato). Entrambi vittoriosi, ieri pomeriggio, “El Pede” al “Paolo Maggiore nel difficile match tenuto contro il Pastrengo di mister Paolone Brentegani (match-winner il difensore classe 1990 Thomas Rainero nel cuore della ripresa, spolverando a dovere il dischetto di gesso degli 11 metri). Al “Pace” di Arbizzano, in casa dei giallo-blu di mister, il dr Giandonato Di Marzo, maramaldeggiano le “giubbe rosso-nere” del San Peretto di mister Alberto Cipriani: 0 a 4, frutto della doppia dell’ex pescantinese Manuel Leardini, classe 1991, e di chi lo ha imitato, ovvero bomber Matteo Tommasi, classe 1992, ex F.C. Valgatara. Alla boa numero 33 restano impigliate le sconfitte Pastrengo e il Malcesine di mister Stefano Marchiori, a 32 troviamo la Montebaldina di mister Marzio Menegotti, bloccata a Caprino sul 3 a 3 dall’Atletico Vigasio di mister Stefano “Tiziano” Ferro. Per i vigasiani, subito in vantaggio il 1993 Manuel Malachini, raggiunto da Kerron Adade (1999, ex PescantinaSettimo) e superato da Theodore Appiah Kakou (1992). Pareggio dell’avanti 1995 Pasquale Sanzo, poi, di nuovo in vantaggio i caprinesi grazie a Riccardo Risi (1995), infine, pareggio definitivo a firma del 1996 Francesco Girardi.

Il Malcesine scivola, 1 a 0, in Postumia, all’altezza di Quaderni, contro i neroverdi locali di mister Nicola Chieppe, trafitto da chi sotto rete non…Stecca mai (Sebastiano, classe 1994). Il Peschiera di mister Luca “Tortuga” Righetti si porta a 28 punti, dopo aver avuto ragione – 2 a 1 – al “Manuel Cerini” della Pol. Caselle del nuovo trainer Antonio “Nino” Russo, ex Primavera dell’Hellas Verona di Carletto De Angelis. In illusorio vantaggio con Fabio Sersa…”Cosmi”, i casellini giallo-blu sono stati raggiunti dall’ex Gabetti Valeggio, il 2001 Simone Fornari, e poi superati da una velenosa zampata sferrata dal 1994 Haris Dzafic. A Fumane, va a male il Valpolicella di mister Massimiliano Canovo, punito da un gol all’incontrario firmato dal numero 6 Facchin, Tommaso, classe 2001. Al “Bertani”, il Parona del mister-corniciaio di borgo San Pancrazio, Roberto Pienazza prova la fuga con la rete realizzata dal 1995 Nicolò Busola, ma finisce per essere raggiunto dal neo entrato al posto dell’ex zeviano, classe 1990, Nikola Filipovic, Filippo Maggi, classe 1996.

Nel girone “B”, alla capolista Pro Sambonifacese di mister Maurizio Battistella basta ed avanza la spingardata sferrata dal centrocampista 2001 Gabriele Spadola, ex Aurora Cavalponica, per atterrare il Real GrezzanaLugo di mister Luca Tosi e mantenersi in cima alla classifica ora con 37 punti. Ben 5 in più rispetto alla prima inseguitrice, ovvero quel Casteldazzano di mister Francesco Marafioti, che ieri è clamorosamente caduta davanti al suo pubblico, al “Padovani”, 1 a 2 per mano della rinsavita Olimpia Ponte Crencano di mister Giordano Rossi. Eppure in vantaggio per primi i bianco-rossi “castellani” grazie al difensore 1995 Alessandro Corsi, ma poi, by-passati dall’uno-due Luca Abbey (1995) e Daniele “Sua Santità Papa” Ratti, classe 1995 anche lui, ex A.C. San Zeno Verona (gol del colpaccio scoccato al 92° minuto). Sugli scudi il para-rigori, l'”eterno” Francesco Gobbetti: l’estremo difensore del Casteldazzano ne ha addirittura neutralizzati ben due! Olimpia Ponte Crencano, la quale, domenica prossima, al “Tino Guidotti”, contro l’A.C. Zevio, dovrà fare a meno degli espulsi Pietro “Scheva” Bellè e dell’altra punta Giacomo Pitondo, entrambi coetanei del 1987.

Appaiate sul parallelo n.29 ben 4 squadre. Sono l’Olimpica Dossobuono, il Tregnago, la Scaligera e il Pozzo. I rosso-blu pozzani di mister Davide Godi al “Nicola Pasetto” superano, 2 a 1, l’Illasi di mister Salvatore “Totò” Mantovani, grazie alle reti messe a segno da Alexandar Pesic e da “Skizzo” Stefano Rognini, ex nostra “scarpa d’oro” con la casacca dell’Audace, classe 1989. In mezzo ai due assordanti acuti ci si era messo Bejar G. Luiz Gonzalez (1993), troppo poco almeno per sperare nella spartizione del bottino. All'”Emilio Steccanella”, altro pareggio che non aiuta ad accelerare il passo per il ValtramignaCazzano di mister Omar Lovato: 1 a 1 contro l’Albaredo di mister Silvio Donadello, in vantaggio, ad inizio di ripresa, grazie al “rosso” Edoardo Zamperlini, ex albaronchesano, classe 2001. Per i bianco-rossi cazzanesi pareggia bomber Christian Turozzi. All'”Antonio Perlato”, 0 a 0 tra l’A.C. Tregnago di trainer Antonio Sorgente e la Scaligera di mister Piergiorgio Troccoli. Meglio i tregnaghesi nel primo round, senz’altro più pericolosi dei giallo-rossi isolani del presidente Luca Melotto (mister Marco Mirandola) e del dirigente, l’ex Amatori Nogara, Adolfo Gemmo, più portati alla circolazione di palla nella ripresa.

Zero a zero anche al “Leo Todeschini” di Zevio, tra i bianco-neri di mister Domenico Letteriello – i quali faticano molto a finalizzare le proprie manovre offensive – e l’ancora vivo, aggressivo “fanalino di coda” Bonaldo Santo Stefano del trainer Pecorari. Al “Luigi Ciresa”, una delle squadre che sciorina il calcio più spettacolare – ossia l’Olimpica Dossobuono del mister-sindacalista Uil Beppe Bozzini – scivola, 0 a 1, al cospetto di una delle compagini dall’età media più giovane del girone, il Bovolone 1918 di mister Nicola Manara, del presidente Marco Gonzato e del diesse Massimo Marangoni (i “mobilieri” rosso-neri sono arrivati a impiegare in una stessa gara ben 8 fuori quota, non ieri, eh, ma diverse volte nell’arco di questa stagione!). E’ dell’ex isolarizzano, l’esperto in Informatica, Andrea “Cerchio” Cerchier, classe 1994, il gol-partita, scoccato intorno alla mezz’ora della ripresa che regala la vittoria e i tre punti agli ospiti.

Nel girone “C”, quello che marca il dialetto vicentino, ha giocato solo l’SSD ValdalponeRoncà del trainer, il leoniceno Beppe Allocca. A Montecchia di Crosara, infatti, i giallo-amaranto del diesse nonché dottore commercialista Emilio Cavazza, classe 1960, vincono agevolmente – 3 a 0 – contro il Valli Pasubio di mister Maimone. Le reti? Tutte nella ripresa e sono a firma dell’ex Real Monteforte, il duemillenario Alessandro Dal Cero (nato il 30 dicembre), di bomber Anthony Gambin (1989 ed ex Albaredo Calcio) e del centrocampista offensivo Simone Strapparava, classe 2004, 9 febbraio. Rinviata la gara che doveva andare in scena sul sintetico del “San Giovanni Bosco”, quella tra il San Giovanni Ilarione di mister Marco Gianesello e l’Arcugnano che è ancora alle prese col Covid.

Nel girone “D”, a Granzette, nel Polesine, 0 a 0 incolore, non di più, è ciò che il Bevilacqua calcio del rodino trainer Antonio Marini è riuscito a portare a casa. Grigio-rossi del presidente Marco Calonego sempre al 5° posto, ora a quota 31 punti, a -3 dalla Vis Lendinarese, a -13 dalla capolista Euganea Rovolon Cervarese.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
27.9 ° C
29.5 °
27 °
32 %
3.6kmh
40 %
Gio
31 °
Ven
29 °
Sab
30 °
Dom
34 °
Lun
34 °