27.9 C
Verona
giovedì, 11 Agosto 2022

Il punto sulla Prima categoria: 21^ giornata

Il Pedemonte espugna Caprino ed è sempre al comando del girone "A". Ma, il San Peretto non molla, affonda il Malcesine, pareggia il Pastrengo. Nel "B", scivola la Pro Sambo al "Tizian", ma per sua fortuna cade anche il Casteldazzano. Nel "C", fruttuoso il bottino delle veronesi, con il "pirata" Valdalpone e il "mezzo corsaro" sangiovanneo. Ottimo "El Bevi", sempre 5° nel girone "D".

Il Pedemonte espugna il fortino di Caprino, “campo amico” della Montebaldina di mister Marzio Menegotti, illusoriamente in vantaggio su rigore trasformato da “Ciro Immobile” Mario Di Cristo (1993) per fallo commesso sul capitano e “leone del Mahgreb”, Mohammed Rkaiba, classe 1989. Poi, una direzione arbitrale molto discutibile ha fatto saltare i nervi ai caprinesi, i quali hanno terminato la gara in 8 uomini, mentre i bianco-rossi pedemontani di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato ponevano i sigilli del colpaccio con il 1999 Enrico Rizzi prima e con lo spietato rigorista Giacomo Cristanelli (1996) poi. “Pede” sempre in testa, ora a 41 punti, tallonato a 40 dal San Peretto di trainer Alberto “Harry’s Bar” Cipriani, trionfatore a Negrar con un fragoroso, nutrito 4 a 3 a spese del Parona del mister-corniciaio Roberto Pienazza, classe 1967. Duplice il vantaggio-illusion paronese in virtù delle reti avversarie fatte garrire dal 1995 Nicolò Busola e dal 1993 Fausto Nardone (la terza marcatura paronese è opera dell’ex Crazy Aiman Letaief). La “remuntada” delle “giubbe rosso-nere” valpolicellesi reca gli autografi dell’ex arbizzanese, il 1992 Stefano Bonato, dell'”eterno” (1984) ex pescantinese Mattia Paiola, del 1988 Carlo Aldrighetti (ex F.C. Valgatara, Vigasio e Ambrosiana) e del gol all’incontrario di Federico Venturelli, classe 1993.

Terzo posto, a 34 punti, per il Pastrengo di mister Paolo Brentegani, bloccato sul nulla di fatto (0-0) all’ombra degli epici forti austroungarici dal Valpolicella del coach lupatotino Massimiliano Canovo. A 33, sempre il Malcesine dello skipper Stefano Marchiori, aliscafo colpito pesantemente e andato a picco – 0 a 4 – sul sintetico della sua frazione di Cassone per mano di un redivivo Bussolengo di mister Umberto Ridolfi. Per i rosso-verdi trionfatori, fanno “bingo!” due volte il 1993 Filippo Lonardoni, poi il 1994 Nicolò Gottardi e il difensore datato 1997 Sergiu Postulachi. A 32 freccette la Montebaldina, di cui abbiamo disquisito sopra, a 31 sale il Peschiera di mister Luca “Tortuga” Righetti, “pirata” per 2 a 3 a Trevenzuolo, in casa dell’Atletico Vigasio di mister Stefano “Tiziano” Ferro. Duplice il vantaggio illusorio dei vigasiani, frutto della rete – ortodossa – siglata da bomber Simone Garofolo (1994) e dal gol all’incontrario realizzato dall’arilicense Simone Fornari, classe 2001, ex Gabetti Valeggio. Per i “rosso-blu del basso lago di Garda”, esultano l’avanti 2001 Matteo Brunetti, il 1994 Haris Dzafic e quel Fornari, che si fa così perdonare l’autorete.

All'”Alberto Tosoni”, la Pol. Caselle di mister Antonio “Nino” Russo scavalca – 2 a 1 – l’Arbizzano del mister e dr Giandonato Di Marzo, rimontando lo svantaggio causato dal gol messo a segno dal giallo-blu valpolicellese Andreoli, ricorrendo alle precise conclusioni effettuate dal duemillenario Mattia Bellesini e da Fabio Sersa “Cosmi”. L’Alpo Club ’98 di mister Riccardo Adami infligge un 3 a 1 alla Pol. Quaderni di mister Nicola Chieppe, la quale pareva aver trovato la via della seta da qualche settimana a questa parte. Per i rosso-neri dell’umile presidente Mirko Rampazzo vanno alla mèta – dopo, però, il gol quadernese realizzato dall’avanti 1997 Luca Fossa – grazie a “Pierino” i Prati torneranno… (titolo dell’ultimo libro del grande e compianto Ermanno Olmi), del 1987 Michele Adami e del 1996 Filippo Maggi (e i prati, stando in argomento, tornano a fiorire in …Maggi).

Nel girone “B” di Prima categoria, al “Renzo Tizian” scivolone – 0 a 1 – inatteso dell’ancora capolista (a 37) Pro Sambonifacese di mister Maurizio Battistella, sgambettato dall’A.C. Tregnago di mister, il campano Antonio Sorgente – salito a 32 punti ad affiancare il Casteldazzano e l’Olimpica Dossobuono -. Per i giallo-blu alto-valligiani fa la differenza, nel cuore della ripresa l’ex Soave, “el bocia del ’99”, Alberto Saggioro. Un rilassamento, che tra virgolette la capolista ha potuto permetterselo ieri pomeriggio, visto che la sua prima inseguitrice non ha fatto tanto meglio. Il Casteldazzano di mister Francesco Marafioti, infatti, ha perduto – 2 a 1 – a Lugo, in casa del RealGrezzana di mister Luca Tosi, forte della doppia in rimonta fatta crepitare da Christopher Taffarel, annus domini il 1993. Infatti, prima degli avversari valpantenati del diesse “El Mene”, al secolo Domenico Veronesi, l’aveva cacciata dentro il bianco-rosso “castellano” Giacomo Rodighieri, classe 2002. L’Olimpica Dossobuono – Oscar per il miglior gioco sciorinato dai giallo-rossi del mister-sindacalista Uil Beppe “Mazzini” Bozzini – sale al “Venturi” di Illasi a fare la voce grossa: 0 a 1, con un do di petto pavarottiano da parte di “Giorgio” Marco Bassani, classe 1997.

A Isola della Scala, altra battuta d’arresto che non può essere non vista, da parte della Scaligera del mister-osteopata, il sanzenate Piergiorgio Troccoli: 1 a 3 e il semaforo verde scatta per il Valtramigna Cazzano di mister Omar Lovato, addirittura in triplice allungo grazie ai colpi inferti dal 1997 Ludovico Zambellan, dall’ex nostra “scarpa d’oro”, bomber Christian Turozzi, e dall’ex Pro Sambonifacese, il 1998 Marco Dall’Omo. Per i giallo-rossi isolani, “patroni” della più potente Fiera del riso, del Vialone nano e del Carnaroli, esulta sotto rete il solo difensore 1992 Marco Sammanà. Al “Gaetano Cavallaro” di Bovolone, battuta d’arresto dei rosso-neri “mobilieri” di mister Nicola Manara, classe 1987: 1 a 2 e passa l’Albaredo Calcio di mister Silvio “Berlusconi” Donadello. Eppure, in vantaggio i padroni di casa del presidente Marco Gonzato e dell’esperto dirigente villafontanese Marco Zermiani grazie all’impeccabile rigorista Vesentini. Rigorista ineccepibile pure l’albaretano Nicola Cicolin, classe 1999, mentre il compagno di scuderia Cristian Rogano, classe Duemila, indovina il tapìn da tre punti.

Al “Comunale” di Santo Stefano, il Bonaldo S.Stefano del tregnaghese trainer Beppe Castagna impatta sul 2 a 2 contro il lanciato A.C. Pozzo di mister Davide Godi. Primo tempo di marca bonaldese, ma a concretizzare sotto rete sono i pozzani del presidente e geometra Roberto Praga, fede interista, grazie a Sascia Pesic e allo zeviano dalla lunga chioma Alessio Scandolara, classe 2000, professione agente immobiliare in quel di Bovolone. Doppia del mitico “bomber di Noventa Vicentina”, il laureato in Economia Riccardo Trivellin per i pluristellati giallo-blu della frazione di Zimella. Al “Tino Guidotti”, 2 a 3, passa l’A.C. Zevio di mister Domenico Letteriello, ex di Concamarise e di Bovolone. Doppio il vantaggio zeviano, a firma del ’97 Edoardo Terza prima e poi dal classe 2003 Giacomo Marconcini. Poi, la rimonta completata dai realizzatori Mattia Magagna (Duemila) e dal 1987 Francesco Rossetto. Infine, il gol del sorpasso bianco-nero curato dal freddo quanto preciso rigorista Riccardo Costa, classe 1992.

Nel girone “C”, bilancio positivo per le nostre due veronesi. Infatti, 0 a 0 sul sintetico del “Comunale” “C. Pomari” per il San Giovanni Ilarione di mister Marco Gianesello, in casa dei vicentini del San Lazzaro Serenissima di mister Dal Lago; colpaccio esterno dell’SSD ValdalponeRoncà, invece, per i giallo-amaranto del trainer leoniceno Beppe Alocca nel prestigioso tempio del nobile decaduto nero-stellato Malo 1908: fa la differenza nel cuore della ripresa il difensore classe 1998 Riccardo Cavazza. Infine, nel girone “E”, splende il sole al “Comunale” di via PontePitocco di Bevilacqua: i grigio-rossi del polesano coach Antonio Marini stingono – 3 a 0 – il team padovano del Borgo Veneto, e fa tutto quanto il forte “panzer” senegalese – residente nella patavina e turrita Montagnana – ovvero, Fall Bara Mamadou, classe 1988.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
27.9 ° C
29.5 °
27 °
32 %
3.6kmh
40 %
Gio
31 °
Ven
29 °
Sab
30 °
Dom
34 °
Lun
34 °