27.9 C
Verona
giovedì, 11 Agosto 2022

Il punto sulla Prima categoria: 23^ giornata

Nel girone "A" il Pedemonte vince il big match e ora è a +4 sul San Peretto, nel "B", si conferma leader (quasi) incontrastata la Pro Sambonifacese. Nel "C", altra giornata-no per i sangiovannei e i monscledensi in trasferta, nel girone "E", infine, il Bevilacqua impatta (1-1) con la Solesinese, ed è sempre al 5° posto.

Mentre a Verona, in Zai, si celebrano i giorni del Vinitaly, in Valpolicella – esattamente, a Negrar – va in onda nel girone “A” il “derby del Recioto”, ossia quello tra il San Peretto di mister Alberto Cipriani e il Pedemonte di “Zaccheroni” Antonio Ferronato. Ed è la capolista bianco-rossa a prevalere – 1 a 2 – forte delle reti realizzate, la prima direttamente su rigore, da Thomas Rainero e la seconda, al 93mo su azione dall’ex Concordia Andrey Craciunescu. Matteo Tommasi, per le “giubbe rosso-nere”, aveva momentaneamente pareggiato i conti, pure lui dagli 11 metri, ma è del rumeno il tiro decisivo dei 3 punti, che fa dilatare di 4 punti (il rapporto è di 47 a 43) la forbice tra le due candidate alla vittoria finale del girone “A” di Prima categoria veronese. Dietro, un trittico a 37 punti composto da Peschiera, Pastrengo e Malcesine: gli alto-gardesani dello skipper Stefano Marchiori non vanno oltre l’1 a 1 all'”Alberto Tosoni” di Caselle, “campo amico” della Polisportiva giallo-blu affidata alla cura di Antonio “Nino” Russo. Che soffre il gol messo a segno da Serxio Advullari, classe 2001, prima di trovare il respiro del pari definitivo grazie a Fabio “Cosmi” Sersa.

A Pastrengo, i “carabinieri con gli scarpini” di mister Paolo Brentegani regolano – 2 a 0 – la pratica-Bussolengo, compagine guidata da mister Umberto Ridolfi. L’uno-due giallo-verde è a firma dell’impeccabile rigorista Alberto “Dybala” Ronconi, il quale si sbizzarrisce anche su azione, non solo sulle conclusione piazzate. Al “Bertani” di Parona, 1 a 3 del Peschiera dello skipper Luca “Tortuga” Righetti ai bianco-verdi guidati dal mister-corniciaio di borgo San Pancrazio, Roberto Pienazza. E’ sempre il solito “ever-green” “Dinamite” Daniele Begnoni a tatuare la sfera della magra consolazione, visti i tre gol realizzati dai “cecchini” arilicensi Haris Dzafic (1994), preceduto dal difensore, l’ex Lazise, Davide Simonetti, classe 2002, e dall’ex Gabetti Valeggio, l’avanti del 2001, Simone Fornari. Successo stagionale n.10 a Caprino per la Montebaldina di mister Marzio Menegotti: 1 a 0 e la vittima di bomber Mario Di Cristo è la Pol. Quaderni, mister Nicola Chieppe. Caprinesi sesti a 35 punti, con i “nero-verdi della Postumia” fermi a quota 26.

A Trevenzuolo, l’Atletico Vigasio di mister Stefano “Tiziano” Ferro, una volta sotto per il gol del Valpolicella di mister Massimiliano Canovo realizzato da Ferdinando Grimaldi (1999), riesce a ribaltare il verdetto grazie all’uno-due firmato Pasquale Sanzo e dal difensore 1995 Federico Zorzella. Poi, a spegnere le illusioni e gli ardori dei biancazzurri vigasiani del presidente Gianfranco Pozza, ci pensava l’ex Ambrosiana Edoardo Savoia, il numero 10 rossoblù valpolicellese. L’Alpo Club ’98 di mister Riccardo Adami sconfigge per 3 a 0 l’Arbizzano dell’omologo dell panca, il dr Giandonato Di Marzo. Le reti? Dell’avanti datato 1996 Alessio Castellini, di Alessio Zerlottin e dell’ex zeviano, classe 1990, Nikola Filipovic.

Nel girone “B”, sempre di Prima categoria, successo della Pro Sambonifacese di mister Maurizio Battistella a spese dell’Olimpica Dossobuono del mister-sindacalista Uil Beppe Bozzini, e, questo, grazie a una conclusione sferrata a una manciata di minuti al termine dal giovane attaccante (2002) Sebastiano Gazzo. Pro, la quale si porta a 43 punti e dilata la propria forbice di vantaggio sul primo che la insegue – il Casteldazzano di mister Francesco Marafioti – a più 9 (il rapporto è di 43 a 34 a favore dei “rosso-blu dell’Est” del factotum Claudio Fattori). “Castellani” bianco-rossi del dirigente, l’imprenditore Giacomo Tabarrini, i quali non riescono ad andare oltre il 2 a 2 al “Nicola Pasetto” di Pozzo, in casa dei rosso-blu di mister Davide Godi. In rete, i pozzani del presidente e geometra Roberto Praga, due volte con “Skizzo” Stefano Rognini (1989 ed ex nostra “scarpa d’oro”), mentre il Casteldazzano trova la breccia del gol grazie al classe 1992 Gigi Palomba e nel cuore della ripresa al compagno del pacchetto offensivo, il 2002 Giacomo Rodighieri. A Isola della Scala, 0 a 0, tra la Scaligera dell’osteopata e mister sanzenate Piergiorgio Troccoli e l’Albaredo Calcio – penultimo a 21, un punto sotto l’Olimpia P.Crencano) e guidato da Silvio “Berlusconi” Donadello.

Scaligera a quota 31, in compagnia del già menzionato Pozzo e al Real GrezzanaLugo di mister Luca Tosi, il quale ha regolato – 2 a 1 – sul proprio sintetico un altalenante Valtramigna Cazzano di mister Omar Lovato (in illusorio vantaggio con “mister gol”, al secolo Christian Turozzi da Monteforte d’Alpone). Per i “lupi nero-verdi valpantenati” hanno ringhiato a dovere il 2004 Thomas Orfeini e l’impeccabile rigorista Christopher Taffarel, classe 1993. A Santo Stefano di Zimella, vittoria indispensabile per poter sperare fino all’ultimo in un penultimo posto da play out per il Bonaldo Santo Stefano del tregnaghese trainer Beppe Castagna: 1 a 0 e l’A.C. Tregnago di mister Antonio Sorgente non zampilla più nè di gioia né di reti. Mattatore? Il centrocampista del 1993 Davide Longo, ben imbeccato dal 1990 Luca Callegaro. Al “Venturi” di Illasi, i colligiani di mister Salvatore “Totò” Mantovani sfasciano, 3 a 1, il deludente A.C. Zevio di mister Domenico Letteriello, in rete soltanto con “Rui” Riccardo Costa, difensore datato 1992. Per i biancazzurri valligiani, esultano il difensore ex Tregango, classe 1993, Simone Anselmi, Alessio Soave, il “bomber da Perzacco di Zevio”, classe 1992, e il centrocampista 1989 Alberto Vallisari. Al “Tino Guidotti”, termina senza vincitori nè vinti – 1 a 1 – tra l’Olimpia Ponte Crencano (mister è Giordano Rossi) e il Bovolone 1918 del collega Nicola Manara. In vantaggio grazie a Luca Abbey (1995), i “geniali pontieri” si facevano raggiungere dal rigorista implacabile, l'”immortale” Marvin “Hagler” Favalli, salito a quota 13 in fatto di gol personali.

Nel girone “C”, non bene le nostre due rappresentanti. l’SSD ValdalponeRoncà del mister leoniceno Beppe Allocca cade, 2 a 1, a Grisignano di Zocca, in casa dei vicentini rosso-blu guidati da Marco Rosìn: la doppia dei berici viene griffata dal forte Duemila Alberto Trabuio e…fu luce! Per i monscledensi del dottore commercialista Emilio Cavazza, invece, fa bingo solo il difensore 1997 Paolo Arvotti. Picche, purtroppo, anche per il San Giovanni Ilarione di mister Danese: allo “Stadio dei Fiori” di Valdagno, 2 a 0 per i vicentini di mister Cappelletti, con reti di Faccìn e di Zamperetti. Nel girone “E”, il Bevilacqua del trainer polesano Antonio Marini conferma il suo comunque ben accettabile 5° posto a 36 punti, dopo aver pareggiato 1 a 1 nel suo “Comunale” di via PontePitocco contro i padovani della Solesinese di mister Belloni (al pareggio grazie al rigorista Celi, dopo che la “Cremonese della Bassa” aveva tentato la fuga…verso la vittoria con il “fenomenale” “razzo senegalese” Fall Bara, ora a 13 reti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
27.9 ° C
29.5 °
27 °
32 %
3.6kmh
40 %
Gio
31 °
Ven
29 °
Sab
30 °
Dom
34 °
Lun
34 °