11.3 C
Verona
domenica, 17 Ottobre 2021

Il punto sulla Prima categoria: 3^ giornata

Malcesine a gonfie vele: è co-primato assieme a San Peretto, Peschiera e Pedemonte! Ritorno alla grande del Pastrengo, Quaderni concreto (0 a 1) a Fumane.

Con la carica di una società che vuole essere al centro e non all’estrema periferia geografica del girone “A”, il Malcesine di mister Marchiori sta avanzando ad energiche pagaiate, anzi, alla velocità di un aliscafo, di quelli che in estate si ammirano lassù, nell’alto lago di Garda. E, se nel motore hai una punta, un pistone come Serxio Avdullari, allora, stai tranquillo che quelle bianco-granate non sono marce non competitive, ma olimpioniche. E, sul sintetico di Cassone, 2 a 1 per gli alto-gardesani a spese di un Parona del mister e corniciaio Roberto Pienazza, il quale non è male in questo primo spicchio della stagione. Duplice vantaggio malcesinese, a firma di Betta e di Avdullari, e rabbiosa risposta paronese con bomber Alfonso Giardino, asso nella manica del presidente e Consigliere di Forza Italia presso il Comune di Verona, il presidente ed ing. Enrico Guardini. A Negrar, grande l’impresa del San Peretto di mister Alberto Cipriani: 3 a 1, battuto l’ostico Alpo Club ’98 di mister Riccardo Adami, un coach che sa ben conciliare il bel calcio al rendimento dei suoi atleti. Per le “giubbe rosso-nere” vanno a bersaglio pieno Matteo Tommasi, Marco Lonardi e “monsignor” Carraro dell’Alpo Club ’98, il quale realizza nella porta sbagliata, cioé nella sua. Per i rosso-neri dell’umile presidente Mirko Rampazzo, invece, fa “bingo!” il solo Nicola Milani.

E’ uno spunto vincente di Daniele “capelli tutti riccioli” Buzzacchero a dare i 3 punti alla Pol. Quaderni del simpatico quanto preparato mister Lucio Marconi: per impadronirsi della preda, i “nero-verdi della Postumia” devo salire fino a Fumane, “tana” del Valpolicella di mister Manuel Bonazzi. 3 a 0 secco, ruvido del Pastrengo di mister Paolo Brentegani rifilato a quell’Atletico Vigasio di mister Fabrizio Saccomani, il quale non sembra essere partito, quest’anno, col piede giusto (è a zero punti, assieme al Bussolengo). Al preciso, freddo, algido rigorista Gianmarco Ravelli, segue la fumante doppietta di un “Ciclope sotto rete”, ovvero Davide De Carli, il “sollevatore delle basculanti avversarie” e del morale pastrenghese. Il Pedemonte veleggia, 0 a 4, in casa del “co-fanalino di coda” Bussolengo, affidato al coach Ridolfi. Per i bianco-rossi pedemontani di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato, salgono sull’ara coeli della gloria imperitura il ’99 Enrico Rizzi, il ’94 Enrico Guardini, il coetaneo Matteo Carlassara e il centrocampista del ’92 Alessandro Padovani.

All'”Alberto Tosoni” di Caselle, 3 a 3 tra la locale Polisportiva di mister Gabriele Gelmetti e la Montebaldina a trazione molto avanzata, versione tri-turbo, di mister Marzio Menegotti: è Sandro “Camoranesi” Vecchione, versione barba talebana, su rigore a impedire ai casellini di afferrare tutto il pieno bottino. Addirittura, in duplice vantaggio i giallo-blu casellini con Arabia “Saudita” e col preciso rigorista Esposito; poi, l’accorciamento delle distanze dei caprinesi con “Dino” Risi (Riccardo, ’95), quindi, 3 a 1 per i padroni di casa con l’ex mozzecanese, il 2000 Mattia Bellesini. De Rossi firma il 2° gol, foriero della rimonta montebaldina. Mezzo passo falso lo compie, ahilui!, il Peschiera di mister Luca “Tortuga” RighettI: gli arilicensi non ce la fanno ad andare al di là dell’1 a 1 al “Pace” di Arbizzano, in casa dei giallo-blu valpolicellesi di trainer Massimo Zancarli, davvero affamati di punti per non doversi ritrovare a disputare un campionato tutto in salita. In vantaggio gli arilicensi su punizione con il difensore 1996 Edoardo Righetti, pari definitivo di “Daniele” Massaro per gli arbizzanesi de “El Ciri”, al secolo Silvano Gasparato, ex “re della fiorentina”, la costata, eh!

Nel girone “B” Casteldazzano primo e non a punteggio pieno, questo per sottolineare l’equilibrio di questo girone. La Pro Sambonifacese stinge (0 a 5) l’Olimpia Ponte Crencano sul proprio campo. Partiamo da qui, ovvero dal “Tino Guidotti”, ieri con i padroni di casa di mister Giordano Rossi “orfani” della sua punta di diamante – in vacanza in Spagna, beato lui! – Pietro “Sheva” Bellé: ustionante “cinquina”, o se preferite, “manita”, rifilata dalla rinata Pro Sambonifacese di mister Maurizio Battistella, non convincente nelle prime tappe di Coppa e all’overtoure di campionato. Fantastica la tripletta firmata dal nato il 9 ottobre 2002, Sebastiano Gazzo, imitato nell’impresa una sola volta dal 1997 Matteo Masetto e da bomber Antonio Corbo, classe 1994, ex Nogara. Scivola, in casa sua, anche il Bonaldo Santo Stefano del tandem Paolo Borotto-Dalla Vecchia: 1 a 3, e a gioire è l’Illasi di mister Cristian Cordioli. Ma, a illudere per primi sono proprio i bonaldesi quando per primi vedono il rigore calciato dal dr Riccardo Trivellin da Noventa Vicentina superare la linea bianca dopo che la sfera era stata calciata dal dischetto. Poi, è stato un crescendo rossiniano per i colligiani del diesse tregnaghese “Cuccoli” Fabio Castagnini: esultano, infatti, Veronese, Ridolfi e l’impeccabile rigorista Tomasi.

Chi ha ripreso a marciare secondo le lunghe marce è il Valtramigna Cazzano di mister Omar Lovato, il quale sta recuperando tutti i suoi uomini che erano finiti in infermeria. E, i risultati si stanno vedendo: ieri all'”Emilio Steccanella” di Cazzano di Tramigna, patria del buon vino e delle rubiconde ciliegie, contro la terribile Olimpica Dossobuono di mister Giuseppe Bozzini – in vantaggio-illusion nel primo quarto d’ora di gara con Boscarini, ebbene, la rimonta viene consumata, alla pari di una vendetta, dalle cannonate esplode dalle due principali bocche di fuoco cazzanesi, ossia da Cristian Turozzi e da Giovanni “Varenne” Lorenzi da San Gregorio di Veronella. A Isola della Scala, torna a risplendere, come da pronistici, la bella Scaligera del fisioterapista, il sanzenate (è stata una fulgida bandiera della “mitica busa”!) Piergiorgio Troccoli: 3 a 2 contro un Real GrezzanaLugo di mister Luca Tosi, compagine che sciorina dell’ottimo calcio e che non è assolutamente inferiore a nessuna concorrente (il centrocampista Giuseppe Iseppi e il 1996 Marcelino Abedi i suoi “panzer” sempre in agguato!). Per i giallo-rossi del diesse Andrea Corsini, doppia dell’ex poveglianese, il duemillenario Gioele Faccini ed acuto emesso dal suo coetaneo, l’ex vigasiano Edoardo Signoretto.

Al “Cavallaro” di Bovolone, non riesce l’impresa di cogliere il risultato pieno al Bovolone di mister Nicola Manara: la sfida con il Pozzo di mister Davide Godi termina sul 2 a 2, e il carnet rosso-blu pozzano registra la doppia di Hamza El Badaoui, mentre Luca “Charlie” Pasquali da Bonavicina e Francesco Magro da Maccacari la cacciano dentro per i rosso-neri del presidente e juventino Marco Gonzato. Al “Leo Todeschini” di Zevio, altro 2 a 2, questa volta tra lo Zevio di trainer Andrea Danese e il Casteldazzano del collega della panca, Francesco Marafioti: addirittura, chi si rammarica per il bottino intero mancato sono i bianco-rossi ospiti “castellani”, sciuponi in due nette opportunità da rete. Bianco-neri con l’affanno per dovere rimontare il doppio svantaggio nel finale ricco di pathos prima con l’ex sangiovanneo, il classe 1992 Riccardo Costa, e poi, al 94mo (gulp!) su rigore materializzato in rete da Fabinho Lima Da Silva. Gli zeviani avevano provato la fuga con l’uno-due Rodighieri-Sabbioni.

Nel girone “C” di Prima categoria, zero a zero tra il San Giovanni Ilarione di mister Fabio Gonella e i vicentini del Real San Zeno dell’omologo De Forni. A Montecchia di Crosara, caduta si spera soltanto accidentale per i monscledensi del leoniceno mister Beppe Allocca, superati per 1 a 3 dal Sovizzo di mister Sartori. Per i giallo-amaranto esulta il solo sono…Stenco…di segnare.., per i nero-verdi berici del coach Federico Sartori l’hanno buttata dentro (due volte) il centravanti 1994 Alessandro Tugnoli, ua volta (basta e avanza!) il 1995 Daniel Meneguzzo. Nelle altre gare della 3^ giornata, l’Arcugnano cade 2 a 3 in casa col Poleo Aste, il Brendola travolge 3 a 1 il Montecchio S.Pietro, 0 a 0 tra Malo 1908 e Due Monti, il S.Lazzaro Serenissima cede 1 a 2 in casa col Valdagno mentre la Polisportiva Grisignano passeggia 3 a 0 in casa del Valli e ora comanda da solo a punteggio pieno. ValdalponeRoncà terzo con 6 punti, San Giovanni Ilarione terz’ultimo con 2 punti.

Nel girone “E”, la sola nostra unica rappresentante, e cioé il Bevilacqua del polesano mister Antonio Marini, veleggia sola soletta al comando della graduatoria a punteggio pieno, frutto anche del grasso (0 a 4) colpaccio inferto ieri pomeriggio nel Padovano, esattamente in casa del Villa Estense di mister Corestini. Per la “Cremonese della Bassa veronese”, in rete (per due volte) Fall Bara, per una, Aimuan Odaro e il classe 1997 Luca Faccioli. Nelle altre gare della 3^ giornata il Crespino Guarda batte 2 a 1 il Colli Euganei, l’Euganea Rovolon Cervarese liquida 2 a 0 l’Union Vis, il Montagnana doma 3 a 2 il Granzette, l’Ospedaletto Euganeo batte 1 a 0 l’Aqs Borgo Veneto, il Rovigo cede in casa 1 a 2 con la Fiessese mentre Solesinese-La Rocca Monselice finisce sul 2 a 2. Ripetiamo: Bevilacqua solo al comando e a punteggio pieno, 9 punti in 3 gare, e miglior attacco del girone con 9 reti segnate. Della serie: cosa vuoi di più dalla vita?

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
11.3 ° C
14.1 °
9.2 °
81 %
1.5kmh
0 %
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
18 °
Mer
19 °
Gio
15 °