28.6 C
Verona
sabato, 4 Luglio 2020
More

    Luca Mancini (Montebaldina Consolini): “Stavamo crescendo e conquistando con merito la salvezza”

    A gennaio ha compiuto 50 anni, ben portati, visto che quando può mister Luca Mancini cerca di tenersi in forma correndo all’aria aperta. Quest’anno stava coronando il sogno salvezza la Montebaldina Consolini del presidente Davide Coltri. Al momento dello stop i gialloblu erano al settimo posto del girone A di Prima categoria con 30 punti dopo le 22 gare di campionato disputate, conquistando 8 vittorie, 6 pareggi e 8 sconfitte, segnando 45 gol e subendone però ben 48. “Certamente in fase difensiva la mia squadra non è stata perfetta – dice Mancini -, stavamo subendo troppi gol ma la “rosa” era con molti giovani inesperti. Abbiamo gettato alle ortiche, per colpa nostra, punti importanti raccogliendo meno di quello che costruivamo durante la partita. Ma ci poteva stare, visto il buon tasso tecnico del nostro campionato”.

    Con il passare delle giornate il Cadidavid di mister Fabrizio Sona, squadra forte in tutti i reparti, stava prendendo il largo. Con 48 punti conquistati è primo in graduatoria davanti al Lugagnano di mister Nicola Santelli, secondo con 4 punti in meno meno dei biancazzurri, e all’Alba Borgo Roma di mister Devis Padovani che è sul terzo gradino del podio con 39 punti. “Un finale di stagione che stava diventando molto movimentato, con il Cadidavid che era più costante nei risultati e nelle giocate ma anche Lugagnano e Alba non avevano nessuna voglia di dargli tregua. Mi stavano piacendo anche Olimpica Dossobuono, Pedemonte e San Peretto. Tre ottime squadre ben attrezzate per guadagnarsi un posto ai play-off che comunque era lì a soli due punti da noi”. Mister Mancini sa che bisognerà convivere con il Covid-19 finchè non si troverà un vaccino efficace: “Bisogna aver pazienza ed andare avanti. Noi dobbiamo essere più forti di questo virus che personalmente non mi ha cambiato, anzi ha consolidato e rispolverato il mio modo di pensare che a volte ho lasciato in disparte. Ho rinsaldato, ma non ce n’era bisogno, il mio legame con la moglie e figli, e il forte legame che mi lega al calcio che amo quasi alla follia”.

    E’ carico come una molla, Luca Mancini, aspetta i verdetti definitivi sui campionati che potrebbero arrivare nei prossimi giorni. “Credo che nelle prossime settimane si saprà qualcosa di più ufficiale, aspetto cosa deciderà la Figc del Veneto. Se decreterà il Cadidavid promosso in Promozione, rendendo valida la classifica attuale, per me può andare bene così, visto che non si potrà più riprendere questa stagione. Sono soddisfatto della mia stagione alla Montebaldina, quest’anno stavamo crescendo domenica dopo domenica conquistando con merito l’obiettivo iniziale, che era quello della salvezza”.

    Il suo futuro cosa prevede? “Quando sarà ora e quando sapremo se il calcio dei dilettanti potrà ripartire a settembre, mi siederò con i dirigenti della Montebaldina e se i rispettivi programmi coincideranno si potrà continuare assieme, altrimenti mi guarderò in giro in cerca di una nuova avventura calcistica”. Mancini ha nel cuore Fausto Nosè, suo mister nelle giovanili del Chievo: “Un allenatore bravo e carismatico, quando giocavo nel Chievo mi ha insegnato molto. Sapeva molto di calcio e conosceva a fondo le dinamiche dello spogliatoio. Una persona che ricordo volentieri e che ci sapeva fare con noi ragazzi. Ma anche mister Gianni Bui mi ha fatto crescere e maturare. Un grande grazie a tutti i miei ex compagni di squadra ed ai ragazzi che fin qui ho allenato. Tutte persone innamorate, come il sottoscritto, del calcio genuino, quello dei dilettanti”. Lugagnano e Montebaldina le prime squadre allenate da Mancini, ma la strada da fare è ancora lunga: “Amo veder crescere i ragazzi che alleno in intensità e voglia di proporre in campo le loro giocate. Non devono aver paura di sbagliare, sono chiamati a misurarsi con loro stessi. Mi piace pensare prima di fare la formazione da mandare in campo alla domenica, se ho dei dubbi vuol dire che mi hanno fatto vedere in settimana di meritarsi tutti un posto da titolare”.

    Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

    © Riproduzione Riservata

    Leggi ancora ...

    pagine visitate
    123.673.479
    visitatori online
    116

    Ultimi articoli

    Altre pillole di calcio mercato. L’Arbizzano fa sul serio!

    E' pronto per una nuova avventura calcistica il forte difensore classe 1989 Nicolò Dalla Pellegrina, quest'anno in forza al Garda di mister...

    Caldiero e Borgo Soave si uniscono. Filippo Berti: “Il progetto è solido e aumenterà l’attività giovanile del nostro territorio”

    Mercoledì 1 luglio è comincia ufficialmente la nuova avventura dell’ASD Calcio Caldiero Terme nel comune di Soave. La società termale è subentrata...

    Andrea D’Alessandro è il nuovo Responsabile Sanitario gialloblù

    L'A.C. ChievoVerona comunica che Andrea D'Alessandro è il nuovo Responsabile Sanitario della Prima squadra gialloblù. Il Dott. D'Alessandro, laureato in Medicina e...

    E’ di nuovo Seconda categoria per il Lessinia 2018!

    Altra squadra promossa in Seconda categoria è il Lessinia 2018 del presidente Matteo Guglielmini, imprenditore agricolo ed agente immobiliare classe 1977. Per...

    Michele Sberveglieri (BNC Noi): “Con mister Andrea Crema possiamo crescere e migliorarci”

    E' molto attaccato alla maglia giallo-verde del BNC Noi del presidente Sergio Sgulmar, che milita nel girone A di Terza categoria, il...

    I Nostri Social

    Verona
    poche nuvole
    28.6 ° C
    28.9 °
    28 °
    48 %
    2.6kmh
    20 %
    Sab
    27 °
    Dom
    30 °
    Lun
    31 °
    Mar
    24 °
    Mer
    26 °