24.5 C
Verona
venerdì, 20 Maggio 2022

Mister Bozzini (Olimpica Dossobuono): “Ci hanno bloccato proprio ora che stavamo andando forte!”

Finale del girone di andata e dell’anno 2021 da protagonista per l’Olimpica Dossobuono di mister Giuseppe Bozzini. I giallorossi, nelle ultime tre partite giocate a dicembre prima della sosta, hanno raccolto 7 punti segnando 10 reti subendone 2. Uno sprint finale che ha permesso ai suoi ragazzi di risalire in classifica fino all’8° posto del girone B di Prima categoria con 18 punti, ma a soli 4 punti dalla seconda, la Scaligera, che a sua volta è a -4 dalla capolista Pro Sambonifacese 1921, campione d’inverno con 26 punti. Una classifica davvero corta che testimonia il grande equilibrio che regna in questo raggruppamento con ben 8 squadre raccolte in soli 5 punti dalla seconda alla nona posizione. “E’ un girone, il nostro, dove tra l’ultima e la prima della classe non c’è grande differenza. Noi abbiamo perso 3 a 2 contro la capolista una gara che meritavamo di vincere, con quei tre punti saremmo a soli 2 punti dalla vetta. Siamo partiti puntando sui giovani e con una squadra molto rinnovata quindi c’è voluto un po’ di tempo per trovare la giusta amalgama. Noi andiamo avanti con il progetto giovani e siamo soddisfatti di quello che stiamo facendo, anche per questo non ci sono stati movimenti di mercato. Peccato che ci sia stata la sospensione dei campionati proprio ora che stavamo andando davvero forte”.

A tal proposito il mister giallorosso dice: “La sospensione per l’ennesima volta dei campionati dilettantistici da parte della FIGC Veneto mi sembra una scelta “avventata” e contraddittoria. Avventata, perché non sono ancora chiare le ricadute sanitarie dei contagi derivanti dalla variante Covid-omicron. Forse bisognava non avere fretta e prendersi qualche responsabilità in più, come dirigenti dì una importante organizzazione, come la Lega Nazionale Dilettanti nazionale e del Veneto, prima dì scaricare sulle società, sui giocatori e sui giovani le proprie paure e competenze o incompetenze. La scelta fatta è inoltre estremamente contraddittoria con il messaggio che si è lanciato nel tempo; vaccinatevi tutti perché aiuta a sconfiggere e a contenere il virus rendendoci liberi dì esercitare l’attività sportiva. Ora con la decisione dì “fermare” I campionati, in particolare per i dilettanti più veri, la Figc veneto sembra voler consegnare alla paura, all’incertezza e ai no vax il futuro del calcio dilettantistico Veneto. Questo in “barba” alle centinaia e migliaia dì giovani e dirigenti che con scrupolo e coscienza si sono vaccinati con due dosi e si apprestano alla terza dose dì vaccinazione per giocare in serenità e sicurezza perché amano questo sport nel rispetto degli altri”.

“Sospensione dei campionati – aggiunge Bozzini – significa riorganizzare e ripartire da capo con l’attività e la programmazione sportiva. Sospensione dei campionati significa modificare la programmazione dei tornei e l’organizzazione complessiva degli impianti in termini dì costi, della diminuzione quindi delle ormai poche risorse economiche disponibili. Sospensione dei campionati toglie motivazioni e aspettative alle migliaia dì giovani che della competizione sportiva vivono. Sospensione dei campionati significa anche dal punto dì vista strettamente tecnico falsare i campionati nel loro decorso e quindi nei loro risultati finali. Con la sospensione dei campionati avremmo ulteriori abbandoni e rinunce alla pratica sportiva del calcio da parte dei più piccoli. Per tutte queste ragioni ritengo che questa scelta doveva essere ponderata con più attenzione riflessione e competenza”.

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
24.5 ° C
26.4 °
23.9 °
35 %
2.1kmh
0 %
Ven
28 °
Sab
28 °
Dom
29 °
Lun
28 °
Mar
28 °