28.6 C
Verona
sabato, 4 Luglio 2020
More

    Mister Matteo Meneghetti saluta l’Olimpica Dossobuono ed è ora pronto a nuove sfide

    E’ pronto ad intraprendere una nuova avventura, nel nostro pianeta dei dilettanti veronesi, mister Matteo Meneghetti che qualche settimana fa ha saluto l’Olimpica Dossobuono del presidente uscente Rinaldo Campostrini. Mister Meneghetti, non ancora trentatreenne, è considerato un allenatore d’assalto, genuino e schietto, che pratica un calcio intenso e spregiudicato. Ora è libero sulla piazza in cerca di una nuova avventura calcistica: “Di comune accordo, con una bella stretta di mano – dice Meneghetti con serenità -, abbiamo deciso di chiudere quest’anno il mio rapporto di collaborazione con l’Olimpica Dossobuono. Ho passato tre anni molto avvincenti, che mi hanno fatto crescere come persona e come uomo, ho trovato qui una società organizzata e che voleva far crescere i giovani, proprio come piace al sottoscritto. Non a caso abbiamo lanciato, nel corso di queste annate calcistiche, diversi giovani interessanti cresciuti nel vivaio giallorosso. Spesso sono scesi in campo in campionato dai 2 ai 4 under, e almeno una decina erano in distinta nella partita della domenica. Sono molto orgoglioso di questo, visto che, a mio parere, non bisogna aver paura di lanciare dei giovani di qualità. Non dimentichiamo che loro rappresentano il futuro del calcio dilettantistico”. In questi ultimi due anni la rosa giallorossa era composta per il 50% da ragazzi dal 1998 in sù e hanno esordito in Prima squadra una decina di questi giovani giocatori tra i quali il 2001 Caldana, il classe 2000 Pascarella e il 1999 Pigatto, tutti quasi sempre impiegati.

    Negli ultimi due anni, compreso la stagione attuale interrotta dal Corona Virus, l’Olimpica di mister Matteo Meneghetti è stata sempre nei quartieri alti della Prima categoria. “Io ed il mio vice Corrado Frinzi, assieme a tutti i componenti dello staff tecnico dell’Olimpica, formato dal bravo preparatore atletico William Mascanzoni, dall’allenatore dei portieri Andrea Cipriani e dal massaggiatore Gianpaolo Meneghetti, abbiamo lavorato sodo facendo crescere in personalità la squadra, e per questo desidero ringraziarli tutti. Quest’anno eravamo ancora una volta pronti ad entrare nei play-off e a giocarci la promozione. Mi brucia ancora se penso all’anno scorso quando per un soffio non abbiamo conquistato la Promozione nella finale play-off a Cerea. Siamo arrivati ad un passo dal sogno ma alla fine pareggiando a 2 minuti dalla fine sono saliti loro. Peccato…Ci speravamo tanto!”.

    Meneghetti ha sempre cercato di trarre il massimo dalle squadre che ha allenato ottenendo sempre buoni risultati. Mai dimenticata la sua cavalcata con i gialloblu del Croz Zai del presidente Giampaolo Gaspari e del diesse Luca Marchesan salendo con una banda di ragazzi formidabili dalla Seconda in Prima categoria, nel 2013-2014, e poi alla storica vittoria della Prima categoria con l’approdo in Promozione nel 2016-2017. Nel 2017-18 Meneghetti saluta i gialloblu e passa alla guida dell’Audace calcio del presidente Roberto Purgato vincendo subito il campionato di Seconda categoria e riportando in Prima categoria la storica società rossonero che compie quest’anno 98 anni di attività calcistica.

    “Con il mio carattere, che mi porta sempre a dire quello che penso, mi sono sempre trovato bene ovunque sono andato. Ho avuto il piacere di conoscere presidenti appassionati come Gaspari, Purgato e Campostrini ed ho sempre avuto un buon feeling con i loro direttori sportivi. Avevamo la stessa idea di calcio, quella di dover dare tutto per la maglia che si indossa ed andare sempre in campo con la voglia di vincere, cosa che non deve mai mancare quando si gioca a calcio. Sono grato a loro ed e alle loro società di appartenenza”. Il futuro prossimo per mister Matteo Meneghetti che riserverà? “All’età di 32 anni penso di avere ancora tanto da dare al mondo dei dilettanti veronesi. La voglia di allenare c’è ed è ancora più forte di prima. Ora sono alla finestra in attesa di nuovi progetti e di una chiamata interessante. Non voglio mollare di una virgola. I calcio dilettantistico è la mia vita e voglio tornare ad allenare e calcare i nostri campi che in questo periodo sono mancati molto a tutti noi sportivi”.

    Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

    © Riproduzione Riservata

    Leggi ancora ...

    pagine visitate
    123.673.773
    visitatori online
    138

    Ultimi articoli

    Altre pillole di calcio mercato. L’Arbizzano fa sul serio!

    E' pronto per una nuova avventura calcistica il forte difensore classe 1989 Nicolò Dalla Pellegrina, quest'anno in forza al Garda di mister...

    Caldiero e Borgo Soave si uniscono. Filippo Berti: “Il progetto è solido e aumenterà l’attività giovanile del nostro territorio”

    Mercoledì 1 luglio è comincia ufficialmente la nuova avventura dell’ASD Calcio Caldiero Terme nel comune di Soave. La società termale è subentrata...

    Andrea D’Alessandro è il nuovo Responsabile Sanitario gialloblù

    L'A.C. ChievoVerona comunica che Andrea D'Alessandro è il nuovo Responsabile Sanitario della Prima squadra gialloblù. Il Dott. D'Alessandro, laureato in Medicina e...

    E’ di nuovo Seconda categoria per il Lessinia 2018!

    Altra squadra promossa in Seconda categoria è il Lessinia 2018 del presidente Matteo Guglielmini, imprenditore agricolo ed agente immobiliare classe 1977. Per...

    Michele Sberveglieri (BNC Noi): “Con mister Andrea Crema possiamo crescere e migliorarci”

    E' molto attaccato alla maglia giallo-verde del BNC Noi del presidente Sergio Sgulmar, che milita nel girone A di Terza categoria, il...

    I Nostri Social

    Verona
    poche nuvole
    28.6 ° C
    28.9 °
    28 °
    48 %
    2.6kmh
    20 %
    Sab
    27 °
    Dom
    30 °
    Lun
    31 °
    Mar
    24 °