Prima categoria girone A: il punto sulla 21^ giornata

Cadidavid e Lugagnano, avanti a forza 3, il San Peretto esorcizza (4-2) la Montebaldina, il Lugo scarabocchia 4 volte a zero il Quaderni, l'Alba Borgo Roma di misura sul Caselle. Pari in rimonta per il PGS Concordia, Zardini (Valpolicella) spegne la Croz Zai, "El Dosso" doma il Pedemonte.

595

Nulla di nuovo sotto il sole, direbbe Dante Alighieri, del girone “A” di Prima categoria veronese: le squadre sul podio difendono la propria posizione a suon di vittorie. L’A.C. Cadidavid di mister Fabrizio Sona va a maramaldeggiare, 0 a 3, sul sintetico di Cassone, “tana” della matricola Malcesine di mister Marco Martini. Per i bianco e blu cadidavidesi, segnano i soliti noti, il lupatotino Nicola Avesani (1991), il centrocampista 1993 Chrisopher Marcolini e l’asso vigasiano Davide Falavigna, classe 1987. A.C. Cadidavid sempre primo, ora a 45 punti, tallonato, “tacchinato” a 41 dal Lugagnano del mozzecanese trainer Nicola Santelli, ieri vittorioso per 3 a 1 al “Guglielmi” a scapito dell’Arbizzano di mister Nereo “Rocco” Gazzani (in rete, i giallo e blu valpolicellesi, soltanto con il 1992 Riccardo Manzato). Per “El Luga” del presidente ed avvocato Giovanni Forlìn, in rete ci vanno il maturo (1988) Nicola Milani, il difensore 1995 Edoardo Ronca (foto grande) e l’ex mozzecanese, il classe 1990 Nicola Danieli. Al “Luigi Ciresa” di Dossobuono, l’Olimpica di mister “Trap” Matteo Meneghetti scavalca, 1 a 0, il mai domo Pedemonte di “Zaccheroni” Antonio Ferronato: il match winner, con tanto di conoscenza di bottiglie a tema di vittoria da stappare presso uno dei suoi numerosi punti-vendita enologici, è “Lollo” Lorenzo Baraldi, a maggio prossimo sposo.

All'”Esterino Avanzi” di borgo Roma, l’Alba fatica davvero ad aver ragione, 3 a 2, su una Polisportiva Caselle di mister Beppe Bozzini, che sa praticare la vera resilienza. Giallo-rossi borgo-romani di mister Devis Padovani sempre terza miglior realtà del raggruppamento, e ieri in vantaggio extra-large di 3 reti grazie ai suoi realizzatori Gianluca Ravelli, Leonardo Tavella e Leonardo Malagò, messo poi a duro rischio dalla “remuntada” casellina a firma di un gol all’incontrario di Bonato e della rete più ortodossa invece, quella realizzata direttamente dal dischetto (penalty provocato da Samuele Olioso) da Roberto Brentegani. Sulla Postumia, all’altezza di Quaderni, il Real GrezzanaLugo scarabocchia, 0 a 4, le pagine a quadretti dei nero-verdi di mister Nicola Chieppe: e lo fa ricorrendo agli “emanuensi del gol” a disposizione di mister Luca Tosi, ossia Angelo Cesareo (classe 2000, ed autore della doppia), preceduto da Ofori e da Brahim El Hamich, il “Trezeguet dei dilettanti”.

Al “Manuel Fiorito”, in borgo Milano, la semifinalista di Coppa Veneto di Prima categoria, il PGS Concordia di mister Ivo Castellani è costretta a raggiungere sul 2 a 2 casalingo la “lepre” e “rivale” (sono club vicinissimi di territorio) A.C. San Zeno Vr non più guidato dal biblico trainer Mosè Strazieri, ma bensì, da questa settimana, da mister Vasco Guerra. Infatti, provano a scappare i “granata della busa” sanzenati del presidentissimo Gianfranco Casale con il rigorista Armin Mezildzic e poi con Adrian Ionita; i bianco-viola borgo-milanesi reagiscono, raggiungendo il pari con il “Faraone”, il romano Luca Simeone, e successivamente con il 1986 e capitano storico Michele Martini.

Sul sintetico di Negrar, le “giubbe rosso-nere” del San Peretto di mister Franco Tommasi infilzano per 4 a 2 la Montebaldina di mister Luca Mancini. Vantaggio caprinese, grazie al “leone del Mahgreb”, Mohammed Rkaiba, al suo gol numero 17, poi, il tabellino dei marcatori si monopolizza di precisi mazzieri sanperettiani, a partire dal 1989 Paolo Zolin, dall’ex F.C. Valgatara, il 1995 Mattia Lavarini, dall’ex burecorrubbiese Stefano Righetti (1998 e figlio di Beppone, il “re della porchetta”), per finire all’altro ex burecorrubbiese, il 1999 Edoardo Savoia. Il secondo gol per la Montebaldina del presidente Davide Coltri è stato messo a segno dall’ex A.C. Garda, il 1998 Francesco Dall’Ora. A Fumane, 8° successo stagionale per il Valpolicella di mister Andrea Crema: 1 a 0, ovvero quanto basta per atterrare l’U.S. Croz Zai di mister “Ghepardo” Doriano Pigatto. Il valpolicellese Gianmarco Buniotto prepara il gol, andando a colpire la traversa, poi, è il 1999, l’ex arbizzanese Vittorio Zardini a incaricarsi del canestro da tre punti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata