Prima categoria – girone A: il punto sulla 4^ giornata

San Peretto e Alba Borgo Roma continuano a luccicare in testa alla classifica. Lugagnano e Dossobuono da export, il Pedemonte mostra L'Ambra al PGS, risveglio Croz contro il Malcesine.

778

Non decelerano il loro passo di carica le “giubbe rosso-nere” della matricola San Peretto di mister Franco Tommasi, in testa alla classifica a quota 10 punti, a braccetto della neo-retrocessa e favorita alla vittoria finale (toccatevi, toccatevi, cari giallo-rossi!) Alba Borgo Roma di mister Devis Padovani. I valpolicellesi addirittura, salgono al “Lonardoni” di Grezzana per fare la voce grossa, 1 a 2, con gli ululati di Mattia Lavarini e del 1990 Devid Mignolli, che superano quello del “lupo” nero-verde, solitario e valpantenate del solo… vincente…”taglio”… Cesareo, Angelo, 15-12-2000. Nessuna rete, ma, in compenso, tante emozioni all'”Alberto Tosoni”, tra la Pol. Caselle di mister Giuseppe “Mazzini” Bozzini e l’A.C. San Zeno Vr del collega, il biblico Mosè Strazzieri. Al “Paolo Maggiore”, altro successo da mettere negli odorosi tini di uva appena raccolta e da mostare per il Pedemonte di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato. 1 a 0 e affondato quel PGS Concordia Borgo Milano, mister è Ivo Castellani, che è davvero tutta un’altra versione, fino ad ora, rispetto a quello ammirato la scorsa stagione. Fa la differenza la gemma di Marco Ambra, classe 1992.

Al “Meneghello”, in Zai, ecce victoria per l’U.S. Croz Zai di mister “Il Gattopardo” Doriano Pigatto: triturato, 3 a 0, il buon Malcesine del collega Marco Martini, con gli artificieri giallo e blu all’opera, ossia con i due Montolli, Francesco il rigorista, e Zeno Montolli, intervallati dal gol all’incontrario griffato dal difensore 1995 Simone Nodari. L’Unione Lugagnano del trainer mozzecanese Nicola Santelli va a dettar legge, 1 a 2, in casa della Pol. Quaderni di mister Nicola Chieppe: doppio vantaggio lugagnanese a cura di Danieli e di Vantini, poi, il solito Simone “Durbans” Maffesanti (1994), ma il suo è un gol di Pirro, re dell’Epiro. A Caprino, la Montebaldina dello skipper Luca Mancini scivola, 2 a 4 dirimpetto all’Olimpica Dossobuono di mister Matteo “Trap” Meneghetti. Vantaggio davvero extralarge, cioé di 0 a 4, per i giallo-rossi dossobuonesi, a cura dei precisi “arcieri” Lorenzo “Lollo” Baraldi (1989), Michele “ciuffettino” Peroni (ex virtussino, classe 1989), di Stefano Bonato e di Ferrari. Hanno mitigato la sconfitta interna pesante, le reti de “il leone del Maghreb”, al secolo Mohammed Rkaiba (1989), preceduto da Bianchini. Emanuele, difensore datato 1998.

A Cadidavid, 1 a 1 tra i bianco-blu di mister Fabrizio Sona e l’Alba Borgo Roma, con il vigasiano Davide Falavigna (1987), autotrasportatore…anche del gol dell’effimero vantaggio cadidavidese. Questo nel primo tempo. In pieno extra time, è bomber Gianmarco Ravelli, su calcio di rigore, a negare ai padroni di casa la gioia del pieno bottino. Anche nel “derby dell’uva Valpolicella”, quello disputatosi ieri al “Pace”, tra l’Arbizzano di mister Ruggero Napoleone e il Valpolicella dell’omologo Andrea Crema, non si proclama alcun vinvitore nell’1 a 1 finale. Vantaggio arbizzanese a firma di “Eva” Ferdinando “di Borbone” Grimaldi (ex virtussino, classe 1999), pari definitivo dell’ex Ambrosiana, il 1999 Vittorio Zardini, in ossequio alla miglior legge dell’ex di turno.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata