Prima categoria girone A: il punto sulla 6^ giornata

Continua l'Alba..., ma Lugagnano e S.Zeno Vr (brutto infortunio a capitan De Pizzol) non mollano! La Croz Zai vola con le ali di...Palomba, il pedemontano bomber Vicentini spiana "el Dosso", panzer Rkaiba esorcizza a metà il S.Peretto, Luciano entra per trasformare il rigore della vittoria al Malcesine.

890

Dura, si allunga, continua, persevera, si protrae il lucore giallo-rosseggiante dell’Alba Borgo Roma di mister Devis Padovani: ieri, vittoria dei rionali del presidente Fabio Venturi per 2 a 3 all’ “Alberto Tosoni” di Caselle di Sommacampagna. Doppio vantaggio per i giallo-blu casellini del mister e vice-presidente regionale della sigla sindacale Uil, Beppe Bozzini, grazie ai precisi colpi effettuati da Maichol “Ronnie” Aliperti e dal freddo rigorista Michele Adami, ex Atletico Vigasio. Dalla mezz’ora del primo round in poi è l’Alba Borgo Roma a far valere i suoi gradi, andando in rete con Antonio Corbo, Gianmarco Ravelli ed ancora con quest’ultimo, chirurgico anche lui dal dischetto gessato. Borgo-romani primi a quota 14 punti, tallonati a 13 dal tandem Lugagnano-A.C. San Zeno Vr: i giallo e blu di mister Nicola Santelli sbancano, 0 a 2, al “Pace” di Arbizzano, grazie ai centri effettuati da Danieli e dall'”ever-green” Davide Bertoletti.

Il San Peretto di mister Franco Tommasi si assesta al 4° gradino, a quota 11 punti, e deve fare le sue per strappare il punticino smuovi-classifica a Caprino: la Montebaldina non consente alle “giubbe rosso-nere” valpolicellesi di fare quello che vogliono e il braccio di ferro sprizza 6 scintille (3 a 3), che contribuiscono a garantire lo spettacolo ai piedi del monte Baldo. Il “Leone del Mahgreb”, al secolo Mohammed Rkaiba, classe 1989, si porta a 7 reti, confermandosi capocannoniere del girone “A” di Prima categoria e lancia anche i compagni di team Francesco Dall’Ora e Riccardo Risi al gol. Per i sanperettiani, sorridono Lavarini, il “Conte” Cristian Ugolini (1984) ed ancora una volta Lavarini. Al “Meneghello”, in Zai, a Verona Sud, altro successo tonificante, gratificante per l’U.S. Croz Zai di mister “Il Gattopardo” Doriano Pigatto: 3 a 0 al Valpolicella di mister Andrea Crema, grazie al rigore trasformato da Francesco Montolli e al doppio colpo d’ala di Palomba, Luigi classe 1992.

Al “Lonardoni” di Grezzana, 1 a 1 tra il Real GrezzanaLugo di mister Luca Tosi e la Pol. Quaderni del collega Nicola Chieppe: sempre il “lupo nero-verde” Andrea Castelli, classe 1992, a mordere il cuoio prima che termini la sua corsa in rete; poi, è il rigorista 1989 Alessandro Turrina a fare pace e patta. Nela “busa” “Arrigo Ligabò”, vittoria con l’amaro in bocca per l’A.C. San Zeno Verona di mister Mosè Strazieri. sì, perché i tre punti dei granata del presidente Gianfranco Casale costano la frattura scomposta di tibia e perone al loro capitano, l’indomito, il fedelissimo Riccardo De Pizzol: aspettando di rivederlo in campo il prima possibile e formulandogli il più sincero “in bocca al lupo”, per la cronaca, il tiro dei 3 punti sanzenati, contro il PGS Concordia B.M. lo scocca…”via Carlo”… Cattaneo. A.C. San Zeno Verona, ribadiamo, secondo appaiato a 13 punti con il Lugagnano del presidente ed avvocato Gianni Forlìn.

Anche l’unica squadra che fino ad ora non ha ancora patteggiato il pari, e cioé il Pedemonte di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato, vince, 3 a 1: succede al suo “Paolo Maggiore”, vittima illustre l’Olimpica Dossobuono di mister “Trap” Matteo Meneghetti, in rete solamente con e prima di tutti con l’ex Pescantina Stefano Bonato. Per i bianco-rossi pedemontani, doppia del bomber oramai consacrato Nicola Vicentini (1994), operaio alle pregiate Cantine vitinicole Farina, preceduto da Andrea Spada. Mister Marco Martini, del Malcesine, fa scaldare in fretta, al 93° minuto, la punta pugliese Andrea Luciano, classe 1991, giusto il tempo per affidargli la massima trasformazione del penalty concesso a Cà di David: e, Luciano scaglia il pallone alle spalle dell’estremo bianco e blu Marcolungo per lo 0 a 1, che rivitalizza gli alto-gardesani del presidente e trattore Simeone Casella. Ma, cadidavidesi di mister Fabrizio Sona sempre in parete, ossia quinti a quota 10 punti, a pari merito con il Valpolicella.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata