19.6 C
Verona
lunedì, 21 Settembre 2020

Prima categoria girone B: il punto sulla 19^ giornata

Il Chiampo non demorde: ora è a +9 sull'Audace, fermata sull'1 a 1 a Illasi. Il Valtramigna Cazzano tracima, 5 a 1, sul Real S.Zeno Arzignano, lo Zevio scivola al "Toni Perlato", il Valdalpone mantiene sul fondo della classifica il Pozzo, sempre in compagnia col Casteldazzano. Il Bovolone "espugna" Isola della Scala, la Pro Sambo non passa a Sovizzo.

E’ sempre il Chiampo a fare l’andatura nel girone “B” di Prima categoria: per i giallo-verdi di mister Dennj Rezzadore, ieri, è ancora l’ex albaronchesano Enrico Cavazza, classe 1993, a decidere da che parte deve pendere il piattino della bilancia: 1 a 0 e ad andare al tappeto è il San Giovanni Ilarione di mister Fabio Gonella. Chiampo primo a 44 punti, seconda, distante anni luce, e cioé a 35, l’Audace calcio di mister Matteo Biroli, ieri non oltre l’1 a 1 al “Venturini” di Illasi, con vantaggio audacino a cura dell’avanti 1992 Francesco Savoia, poi, reso l’esatta metà di peso grazie al pari definitivo dei colligiani di mister Cristian Cordioli firmato dall’ex cazzanese, il 1992 Alessio Bartolomioli.

Rotola giù al 3° posto a 34 freccette la Pro San Bonifacio del nuovo tandem tecnico Maurizio Battistella-Antonio Bogoni: ieri, a Sovizzo, la corazzata pro-sambonifacese ha sbattuto il frontalino, soltanto 0 a 0!, contro la non certo trascendentale compagine nero-verde del Sovizzo del coach Federico Sartori, ora a centro-classifica a quota 30 punti. Due scalini sotto, a 32 pioli, il Valtramigna Cazzano di mister Omar Lovato; ieri all'”Emilio Steccanella”, pioggia di reti, nel 5 a 1 rifilato dai bianco-rossi cazzanesi ai danni del Real San Zeno Arzignano di mister Massimo Cappellini (in rete, a quasi lo scadere della pugna, con il solo centrocampista del 1997 Jacopo Castegnaro). Per i valligiani del presidentissimo Lucio “IV” Castagna, fantastico trifoglio realizzativo colto da “Varenne” Giovanni Lorenzi (anche su rigore), poi, in rete ci vanno pure il soavese Matteo Ballarotto e l’ex nostra “scarpa d’oro” Christian Turozzi.

Tracima anche la Vallata d’Alpone. A Montecchia di Crosara, 4 a 2 dei giallo-amaranto monscledensi su quell’A.C. Pozzo di mister Davide Godi, che pareva aver ritrovato la via Lattea dei successi, lasciandosi definitivamente alle spalle la dantesca “smarrita via”. Doppietta per il difensore 1992, il montecchiese Francesco Fabris, al quale si aggiungono le “perle” dei compagni Anthony Gambin e quella del “bocia del 1999”, Filippo Gecchele. Per i rosso e blu pozzani, invece, il solito “Sascia” Pesic, preceduto dal difensore 1993 Marco Polato. Cambia lo spartito in casa della Scaligera, ma la sinfonia è sempre la stessa: i giallo-rossi di mister Piergiorgio Troccoli, subentrato da un paio di settimane ad Andrea Greggio, incassa un’altra sconfitta, 0 a 2, ancor più grave perché a Isola della Scala e per mano della possibile diretta concorrente alla salvezza, il Bovolone di mister Domenico Gianni Letteriello (il “polacco” Kevin Ambrosi e Luca Scarabello, i frombolieri per i rosso-neri “mobilieri” del diesse Vanni Moretto).

All'”Antonio Perlato”, invece, il nuovo mister Matteo Bonomi frutta altri 3 punti in sacoccia del suo Tregnago: 2 a 1, e a cadere, questa volta, è l’A.C. Zevio di mister Antonio Sorgente, ex di turno, squadra tra le meno sconfitte del raggruppamento “B” di Prima categoria. Rosso al tregnaghese David Tagliapietra, classe 1999, giocatore dalle ottime prospettive, mentre un altro Tagliapietra, tal dei tali Nicolas, classe 1996, realizza il gol del sorpasso. Lima da Silva, per i bianco-neri zeviani, aveva pareggiato su rigore il gol del vantaggio tregnaghese a firma del 1998 Paolo Torneri. Al “Padovani” di Castel d’Azzano, 14ma battuta d’arresto per i bianco-rossi di mister Gianni Pierno: 2 a 3 e il semaforo verde lampeggia per il lanciato Casaleone di mister Cesare Bruschi, orfano del centrale Otty El Qorichi. Il 1998 Leonardo Pinotti, poi, Vincenzi, quindi, Luca “Charlie” Pasquali: ecco i tre “ruggiti” dei casaleoncini della Bassa veronese presieduti da Marco Faella. Per i “castellani” del diesse Alban Saraci, invece, hanno fatto “bingo!” il 1985 Andrea Busatta, figlio del “silenzioso di Marostica”, l’ex compagno di Gian Franco Zigoni, Pierluigi, e l’ex Team S.Lucia Golosine, il duemillenario Matteo Fenzi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

pagine visitate
124.382.401
visitatori online
39

Ultimi articoli

Guarda tutto quello che è successo di oggi

Oggi alle ore 15.30 si è scesi in campo in molti campionati della nostra provincia per la 2^ giornata del 1° turno...

Tutte le partite in programma oggi e le designazioni arbitrali

GIRONE 1 GARDA - VILLAFRANCA Arbitro Marco La Verde di VeronaAssistenti Marco Bonello di Este e Matteo Martinelli di VeronaPESCANTINA SETTIMO -...

Cristian Carigi (PescantinaSettimo): “Possiamo stupire ancora!”

Ha lavorato sodo il PescantinaSettimo del capitano Cristian Carigi per preparare la prossima sfida del 1° turno di Coppa Italia di Eccellenza...

Alberto Zanolli (Peschiera): “Il nostro obiettivo è quello di rimanere in Prima categoria”.

Dopo un lungo corteggiamento l'attaccante 31enne Alberto Zanolli veste quest'anno la casacca granata del Peschiera del presidente Umberto Chincarini. Domani alle ore...

Il Burecorrubbio è pronto per una nuova stagione da vivere da protagonista

E' pronto al debutto in campionato, previsto per domenica 20 settembre, anche il Burecorrubbio del presidente Massimiliano Zago. I biancoblu del riconfermato...

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
19.6 ° C
20.6 °
19 °
77 %
3.1kmh
0 %
Lun
26 °
Mar
24 °
Mer
25 °
Gio
25 °
Ven
20 °