10.2 C
Verona
mercoledì, 1 Aprile 2020
More

    Prima categoria girone B: il punto sulla 22^ giornata

    Non gioco, ma boxe all'"Elio Todeschini" di Zevio: bomber Anthony Gambin, dell'SSD ValdalponeRoncà, colpito in pieno volto, finisce al Pronto Soccorso. In testa, continua il duello tra il Chiampo e l'Audace. L'Illasi viola il "Toni Perlato" di Tregnago, il Sovizzo fa suo il derby ad Arzignano, bomber Filipovic salva il Casteldazzano al "Tizian", sfuma la terza vittoria per il Pozzo contro il Cazzano (1-1).

    Più boxe che gioco del calcio ieri pomeriggio all'”Elio Todeschini” di Zevio: i richiami e gli accorgimenti presi a Marghera dal Parlamento della FIGC-LND non sono, per ora, serviti proprio a nulla al fine di placare quell’ondata di insana cattiveria calcistica che regna non solo nei nostri campi, ma oramai dappertutto un pò. Ieri, la gara tra l’A.C. Zevio di mister Antonio Sorgente e l’SSD Valdalpone Roncà non si è potuta nemmeno concludere per l’episodio, davvero increscioso, che alla fine del primo round, si è verificato in campo e in cui ha visto farne le spese il bomber montecchiese Anthony Gambin (sospetta frattura del setto nasale e rosso per aver inveito contro il direttore di gara, colpevole, forse, di essere stato troppo leggero nella sua conduzione?). Il centravanti a disposizione dei monscledensi di mister Beppe Allocca veniva trasportato subito al più vicino Pronto Soccorso, con le gazzelle dei Carabinieri intervenute a sedare gli animi e chiamate dal Commissario di campo presente sugli spalti. Rissa anche in campo e sulle panchine, e gara giustamente sospesa: deciderà il tutto il contenuto del referto stilato dal direttore di gara Daniele Puggina di Este di Padova.

    In testa al girone “B” di Prima categoria non cambia gattopardescamente nulla: tanto rumore, certo, ma alla fine le posizioni restano le stesse. E, così, il Chiampo si ritrova al comando a quota 48 punti, al netto della chiassosa, 0 a 3, vittoria riportata ieri al “Cavallaro” di Bovolone, contro i rosso-neri di mister Gianni Domenico Letteriello. Doppia del 1987 Harrison Nwanyanwu, anche su rigore, preceduta dall’assolo emesso da Bajramai per i giallo-verdi vicentini guidati da mister Denny Rezzadore. Segue al 2° posto a 44 punti l’Audace calcio di mister Matteo Biroli: ieri, i sanmichelati sono andati a vincere, 0 a 2, sul sintetico del “San Giovanni Bosco” di San Giovanni Ilarione di mister Fabio Gonella. E, con marcature griffate dal rigorista Luiz Henrique Herber e gol all’incontrario firmato dal difensore destro, il 1992 Alberto Nardi.

    Terzo, a 37 freccette, il Valtramigna Cazzano di mister Omar Lovato, che quasi rischia la capitolazione – 1 a 1 lo score finale! – al “Nicola Pasetto” di Pozzo di San Giovanni Lupatoto. Gli uomini di mister Davide Godi, dopo essere passati in vantaggio con il 1996 ivoriano Suleimane Salgare, si fanno raggiungere col harakiri commesso dal portiere, il 1997 isolarizzano Andrea De Fanti. Questo, infelice episodio, è scoccato al 94° minuto di gioco, a pochi istanti alla fine. Pozzo sempre ultimo, sovrastato di 3 punti dal Casteldazzano di mister Gianni Pierno, il quale non si fa impallinare, 1 a 1, al “Renzo Tizian”, dal certamente più quotato Pro San Bonifacio di mister Maurizio Battistella. In vantaggio, la Pro, grazie al pugliese Antonio Cardone, ma, poi, raggiunta ad una manciata di minuti al termine, da bomber Nikola Filipovic, al suo 12° sigillo stagionale.

    All'”Antonio Perlato”, l’A.C. Tregnago di mister Matteo Bonomi è costretto alla resa davanti ai “cuginastri” dell’Illasi di mister Cristian Cordioli: 0 a 1, e, sugli sviluppi, di un calcio di punizione, è il difensore 1992 Stefano Perlati a battere l’estremo giallo e blu Jacopo Scolaro, classe 1996, ex A.C. Oppeano, figlio di “Hans Peter Briegel”. Al “Bertoldi”, il Casaleone del mantovano e “contiano” trainer Cesare Bruschi non riesce andare oltre lo 0 a 0 contro la rinata Scaligera del collega Piergiorgio Troccoli. Giganteggia il “Carburo Negri di Magnacavallo mantovano”, il 1986 Luca Loschi, futuro papà, quando s’inarca per neutralizzare il rigore calciato dall’isolarizzano Massimiliano Gramegna. Al “Tommaso Dal Molin” di Arzignano, in casa del Real San Zeno di mister Massimo Cappellini, 0 a 3 del Sovizzo nel derby tra compagini vicentine: per i nero-verdi di mister Federico Sartori, fanno “bingo!” la punta 1994 Alessandro Tugnoli, Meneguzzo e Dotti. Doppio giallo sventolato al difensore arzignanese Francesco Simionato, classe 2000, il quale salterà l’altro derby, in trasferta, quello in programma domenica prossima al “Comunale” di Chiampo.

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

    © Riproduzione Riservata

    Leggi ancora ...

    pagine visitate
    123.115.880
    visitatori online
    118

    Ultimi articoli

    Per Faella (Casaleone) potrebbero nascere collaborazioni tra società vicine

    Anche per il massimo dirigente dell'ASD Casaleone 1956, Marco Faella, le giornate di quarantena per combattere e contenere il Coronavirus trascorrono lentamente,...

    Marian Ionita (San Zeno): “Per me la stagione si può anche chiudere qui!”

    Sono 28 i gradini che separano i giocatori del San Zeno dallo spogliatoio fino al campo di gioco della “Busa”. Un gesto...

    Massimiliano Signoretto (Intrepida): “Potevamo sicuramente fare di più!”

    I 29 punti in 22 gare giocate valgono il 10° posto in classifica nel girone B di Seconda categoria all'Intrepida di mister...

    Il presidente dell’Union Pro 1928 Enrico Lorenzoni chiarisce il suo pensiero sul futuro dei nostri campionati

    E' rimasto stupito, dal comunicato pubblicato venerdì scorso sul sito della Figc del Veneto, a firma del presidente del Comitato Regionale Veneto...

    Sconfiggiamo il virus, tutti insieme

    Maledetto virus. Da settimane ormai ci ha destabilizzato, contagiando i nostri cari, e costringendoci alla chiusura forzata nelle nostre case. Ci ha tolto...

    I Nostri Social

    Verona
    poche nuvole
    10.2 ° C
    11.7 °
    8.9 °
    37 %
    2.6kmh
    20 %
    Mer
    7 °
    Gio
    13 °
    Ven
    15 °
    Sab
    17 °
    Dom
    18 °