Prima categoria girone B: il punto sulla 5^ giornata

Per il Sovizzo è primato a +4! Il Tregnago prosciuga il Pozzo, saracinesca-Lanza ghiaccia l'Illasi, il Chiampo doma l'Audace, la Scaligera, con sale in …Zuccotto, fredda i sangiovannei. Fracasso (Valdalpone) imita Lanza.

926

E’ la giornata dei portieri-saracinesca e para-rigori: a Montecchia di Crosara, la gara tra i monscledensi di mister Giuseppe Allocca e il Real San Zeno Arzignano del collega Christian Vinoli termina sul nulla di fatto quanto a reti, non invece sul piano delle emozioni. La più clamorosa delle quali si presenta proprio ai bianco-rossi vicentini, quando vien a loro fischiato un penalty, sul quale si accinge alla trasformazione Oneyaka, ma l’estremo dirimpettaio, il 1992 Marco Fracasso respinge da campione. Rosso, poi, comminato al navigato (1985) difensore Matteo Castegnaro, ma, il verdetto non si scolla dallo a 0 iniziale. Sulla stessa lunghezza d’onda della bravura, il collega dell’A.C. Zevio di mister Antonio Sorgente, il 1986 Alberto Lanza: l’estremo bovolonese (foto grande), elettricista nella vita di tutti i giorni, ipnotizza, crea un black out guardando fisso negli occhi il rigorista dell’Illasi di mister Cristian Cordioli e anche qui la gara finisce in bianco. Sempre al comando, ora con ben 4 punti di vantaggio, il Sovizzo di mister Sartori, il quale piega le mani del portiere casaleonese , il mantovano Luca Loschi, all’inizio della ripresa con il centrocampista offensivo, il classe 1984 Andrea Zanderigo.

Un’altra vicentina ad aver avuto ragione di una nostra veronese: è il Chiampo di mister Rezzadore, che colpisce, nel cuore della ripresa, il fiero petto degli audacini rossoneri (mister è Matteo Biroli) con il centrocampista 1996 Giulio “Cesare” Diquigiovanni. All'”Antonio Perlato”, l’A.C. Tregnago rifila 4 sberle all’A.C. Pozzo del trainer lupatotino Massimiliano Canovo: al poligono del preciso tiro vanno, a turno, Paolo Torneri, il 1999 Alberto Saggioro, il 1998 Jacopo Dal Forno e il centrocampista 1998 Francesco Scolaro, studente a Milano in Scienze della Comunicazione. Figlio del mitico gigante tregnaghese Hans Peter “Briegel” Scolaro, nella vita di tutti i giorni ingegnere. E, l’altro figlio, Jacopo, portiere del 1996, milita, assieme al fratello, nei giallo e blu alto-valligiani del presidente Gabriele Rizzin e di mister, il soavese Adriano Laperni.

A Castel d’Azzano, sabato pomeriggio, festa grande per l’inaugurazione degli impianti sportivi, presente il Presidente del C.R.V. Figc-Lnd, Bepi Ruzza: ma è anche 1 a 1 tra i biancazzurri castellani di mister Francesco Marafioti – penultimi a quota un sol punto – e il non ancora convalescente Bovolone del trainer virgiliano Matteo Branchini. Nikola Filipovic per il Casteldazzano, invece, Umberto Ambrosi, punta datata 1993, per i “mobilieri” direttamente dal dischetto e bacio verso l’amata Trieste, in gravissimo lutto cittadino in questi giorni.

A Isola della Scala, sta chiudendosi la potente fiera del riso, e i giallo-rossi di mister Alessandro Ghirigato, contro i leoni sangiovannei di mister Fabio Gonella, strappano un…sorriso con Pietro Zuccotto da Erbè. E’ lui l’autore del cestitico tiro da 3 punti, che porta la Scaligera verso il baricentro della classifica.Sta rallentando il passo, dopo lo strepitoso avvìo col piede pigiato sull’acceleratore, il Valtramigna Cazzano di mister Omar Lovato. ieri, all'”Emilio Steccanella”, 1 a 1 contro una Pro San Bonifacio, che in settimana ha cambiato manico (via Gianfranco Brendolan, ecco Fiorenzo Bognin). A bomber Christian Turozzi, replica il 1990 Alberto Portinari.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata