Al Pescantina Settimo piacciono i piani alti della classifica …

Anche in Promozione la squadra di mister Canovo è protagonista. Luca Bonfigli, arrivato quest’anno a Pescantina, domenica scorsa ha segnato una doppietta contro l’Oppeano proiettando i rossoblu al 2° posto

1122

Non perde tempo la punta classe 1991 Luca Bonfigli, arrivato quest’anno ad impreziosire l’attacco della neo promossa Pescantina Settimo del presidente Lucio Alfuso. Domenica scorsa ha rifilato una fiammante ed esplosiva doppietta al malcapitato Oppeano, squadra che non ha sfigurato ma che è risultata troppo imprecisa sotto rete. Nel 2 a 1 finale, per i locali del paese famoso per la coltivazione di prelibate pesche, Bonfigli ha colpito al 47° del primo tempo ed al 16° della ripresa, rendendo vana la rete del neo entrato Diame Diagne su rigore che al 13° del secondo tempo aveva momentaneamente pareggiato per l’Oppeano di mister Stefano Ghirardello che vive proprio a Pescantina ed è un ex rossoblu: “Mi dispiace per Ghirardello, persona saggia e per bene, con alle spalle una bella carriera da calciatore professionista in serie A. Noi in questo periodo abbiamo fame di vittoria e contro l’Oppeano, a tratti soffrendo, con spunti di qualità ne siamo usciti fuori vincitori trovando tre punti importanti in chiave salvezza”.

Non c’è il due senza il tre, il PescantinaSettimo di mister Gianni Canovo sembra aver trovato la quadratura del cerchio. I nuovi, come Bonfigli, si sono ben inseriti nell’intelaiatura voluta dal mister rossoblu dove giocano uno per tutti e tutti per raggiungere in fretta l’obiettivo primario che è la permanenza in categoria. Nelle ultime tre partite sono arrivate altrettante vittorie e Bonfigli è visibilmente soddisfatto dell’andamento dei rossoblu di Pescantina: “Le tre vittorie consecutive e i 9 punti portati a casa ci dicono che stiamo facendo bene. Umiltà allo stato puro per cercare di giocare senza fronzoli e in modo produttivo. La difesa cerca di chiudere al meglio ogni spazio, magie a centrocampo e palloni utili per me e Simone Bonetti da tramutare in gol. Non dimentichiamo mai che il campionato è lunghissimo e che bisogna soffrire in ogni gara per portare a casa punti vitali. In Promozione nessuno ti regala nulla, come è giusto che sia”.

Gli mancano solo tre gol per arrivare a quota 100 gol in carriera. Luca Bonfigli spera di raggiungere il suo obiettivo personale il più presto possibile. “Segnare per una punta è linfa vitale. Quando butti la palla in rete ti vengono i brividi. Io sto lavorando al servizio della squadra, con tanta voglia di segnare gol utili per ottenere la salvezza. Poi, se arriveranno gli altri tre gol che mancano ai cento, sarò ultra felice”.

Si trova bene a Pescantina, Bonfigli dove ha trovato un gruppo eccezionale: “Mister Canovo è carismatico e sa tanto di calcio. La dirigenza è appassionata e sempre presente. L’ambiente di Pescantina è stimolante al punto giusto, tutti ingredienti che mi piacciano parecchio e mi stimolano. Gioco spensierato divertendomi ed ho tanta voglia di fare bene”. Nel terzetto di testa due squadre neopromosse, il Montorio di mister Stefano Paese, in testa con 11 punti, e il Pescantina Settimo, secondo con 10 punti alla pari del Cologna (che l’anno scorso ha chiuso al 7° posto), entrambe non sembrano affatto aver pagato lo scotto della nuova categoria. “Sono tre squadre che vogliono emergere. Tre paesi e società pieni di entusiasmo. Il bello però deve ancora venire e la classifica dovrà delinearsi ulteriormente. Sarà un bel campionato e molto combattuto, sia davanti che dietro, ne sono sicuro”. Domenica prossima il Pescantina va nel fortino dell’Albaronco, e Bonfigli non vuol fare pronostici: “Per come hanno costruito la squadra in estate penso che l’Albaronco sia ben attrezzato per la vittoria finale, anche se ora è attardato di 6 punti dalla vetta della classifica. Noi cavalchiamo sulle ali dell’entusiasmo quindi penso che ne verrà fuori una partita molto combattuta. Che vinca il migliore!”

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata