21.2 C
Verona
giovedì, 18 Agosto 2022

Il punto sulla Promozione: 10^ giornata

Atletico Cerea e Isola RizzaRoverchiara avanzano a braccetto e con il medesimo risultato. Cadidavid, Lugagnano e Oppeano da esportazione, per l'Albaronco pari in rimonta a Castelnuovo. Nel girone "B" ancora una sconfitta per l'Alba Borgo Roma.

Eccole lassù, ancora a braccetto, le due capoliste del girone “A” di Promozione. Per Atletico Città di Cerea ed Isola RizzaRoverchiara – le due realtà calcistiche con la denominazione più lunga! – ancora uno scettro da condividere – ora a 22 punti – e vittorie della medesima consistenza, 3 a 1 (con la differenza che il Cerea ha trionfato fuori casa, in borgo Venezia). Due vittorie mai messe in discussione dalle prede conquistate, la Pol. Virtus di mister Andrea Annechini da una parte, e il PGS Concordia B.Milano di mister Doriano Pigatto dall’altra. Addirittura si allunga a 3 reti il vantaggio del “Piccolo Toro” del preciso mister e notaio Claudio Berlini: “Zibì Boniek” Patryk Parol, Matteo Ghisi (1996) ed Andrea Bresaola (1997) per i bianco-granata del giovane (1988) diesse, l'”enciclopedico” Giacomo “Brun” Cordioli (a fronte dell’unica rete poli-virtussina realizzata da Adjei Jeffrey Abedì, classe 1999, nella vita valente infermiere professionale).

Per gli isolarizzani di mister Andrea “Pirlo” Corrent (coadiuvato in panca da Michele Colognese, fratello di Marco, fisioterapista), idem con patate agli impianti di via Sabbionare, quelli in riva al Piganzo: in vantaggio grazie ai due “cugini del gol”, Josseph El Qorichi (1997) ed Afyf El Alami (1996: splendido il suo gol, con tiro da fuori area a giro, alla maniera di Insigne), i bianco-viola del diesse Germano Pistori accorciavano le distanze dal dischetto spolverato a dovere dal duemillenario Fabio Nicolis. Poi, il doppio giallo comminato a Yosseph El Qorichi, il “pulcino maghrebino con la radiolina sempre accesa!) rendeva al pugna ancora più combattuta e ricca di pathos, fino a quando non era un altro penalty – fischiato per punire l’atterramento in piena area di El Alami Afyf – a smorzare, pian pianino, i toni accesi della battaglia, provocata da un giovane “fischietto”, forse un pochino malato di protagonismo per via di alcune discusse decisioni prese, soprattutto, nel secondo round. Di Jacopo Pasquali la terza rete degli isolani.

A Castelnuovo del Garda, è l’ingegnere Nicolò Centomo, classe 1994, ed ex lupatotino, a risparmiare ai suoi dell’Albaronco guidato dal mister-filosofo, il bancario belfiorese Marco Burato, l’onta di una sconfitta che avrebbe creato un bel problema ai bianco-verdi-granata albaronchesani. I nero-verdi locali del lupatotino coach Gianni Canovo erano passati in vantaggio grazie all’ex F.C. Valgatara, Andrea Biasi, classe 1999. Palo colpito in pieno dal bomber in forza ai “castellanI”, Luca Bonfigli. Il Castelnuovo del Garda viene così agganciato al terzo posto a 18 punti dall’Oppeano mentre l’Albaronco del diesse Pippo Baltieri viene scavalcato dal Cadidavid (a 17) ed aggancia al 6° posto la Polisportiva Virtus.

Vittoria netta dell’Audace calcio di mister Matteo Biroli per 3 a 0 contro il fanalino di coda Nogara passato nelle mani del preparatore atletico Franco Borsatti subentrato in settimana a Walter Bampa. Per i rossoneri locali decide la splendida tripletta di Luiz Enrique Herber. Tre i colpacci esterni registrati in questa 10^ tappa di Promozione con la medesima consistenza, cioé 0 a 1. Partiamo dall’A.C. Cadidavid del mister plurimedagliato Fabrizio Sona: è il 2004 Luca Dosso – servito con un tacco alla Roberto Bettega da Nicola Avesani – a porgere su un piatto d’argento il successo esterno ai bianco e blu del diesse Adelino Biondani in casa del Povegliano del mister e bancario, il dr Peter Taccardi. Pietro Piacenza, intorno alla mezz’ora del primo tempo, si fa parare da Fanini il penalty, e la legge del “gol mancato, gol subito” si rispolvera anche qui tra le “libellule” del bravo e longevo diesse Flavio Dal Santo.

Il Lugagnano va a dettare legge al “Ciano Preto” di Veronella, dove l’Aurora Cavalponica di mister Salvatore Dipaola – allergica ai pareggi: zero fino a ieri sera – conosce la sesta sconfitta stagionale. E’ ancora l'”ever-green (1982), il capitano dei giallo-blu Davide Bertoletti ad impugnare la fionda e ad abbattere l’estremo cavalponico Smittarello: ottima la sua schiacciata di testa in rete. Al “Giobatta Battistoni”, il San Giovanni Lupatoto, dopo due vittorie consecutive, effetto della cura-Simone Marocchio, è costretto – a recupero quasi consumato – alla resa contro un Oppeano, il quale non voleva spartire assolutamente il bottino per non perdere di vista le due fuggitive di testa. Ed, allora, ecco il tap-in dell’isolarizzano, Matteo Badia (1999), al 95mo, a mantenere i “bianco-rossi del Piganzo” di mister Michele Cherobin sulla passarella delle vip del girone.

 Nel girone “B” di Promozione, ancora una sconfitta, a Montebello vicentino, piuttosto pesante (3 a 0) per la nostra unica rappresentante veronese, l’Alba Borgo Roma di mister “Trap” Matteo Meneghetti. Per i bianco-rossi berici, doppietta per una nostra vecchia conoscenza, ossia l’avanti moldavo Gregory Plamadeala, classe 1995, ex Team S.Lucia Golosine ed ex San Martino-Speme di Eccellenza. Al foto-finish, scocca la terza rete vicentina a firma di Cieno. I giallorossi del presidente Fabio Venturi sono sempre al penultimo posto con 6 punti alla pari del Sitland Rivereel e domenica prossima ospiteranno il Chiampo, 4° in classifica con 19 punti alla pari del Caldogno. In vetta c’è sempre il Sarcedo con 26 punti, seguito dalla coppia formata da Unione La Rocca Altavilla e Marosticense a 23 punti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
21.2 ° C
21.2 °
21.2 °
88 %
7.2kmh
40 %
Gio
28 °
Ven
22 °
Sab
29 °
Dom
29 °
Lun
29 °