24.5 C
Verona
venerdì, 20 Maggio 2022

Il punto sulla Promozione: 25^ giornata

Castelnuovo ancora in testa, a - 180 minuti al termine della stagione, a +4 dalla Pol. Virtus, e a +5 dalla coppia Atletico Città di Cerea e Oppeano. In coda, il PGS Concordia aggancia al penultimo posto il Povegliano.

Lotta per lo scudetto di Promozione e conseguente salto in Eccellenza, nel girone “A” di Promozione veneta, che si annuncia favorevole alla capolista Castelnuovo del trainer, il lupatotino Gianni Canovo, a +4 dalla Pol. Virtus B.V. di mister Andrea Annechini, e con i nero-verdi castellani che domenica prossima saranno in riva del Piganzo, in casa del tranquillissimo Isola RizzaRoverchiara di mister Andrea “Pirlo” Corrent, autore di uno splendido campionato e 5° in graduatoria a 41 impensati – alla vigilia del Torneo – punti. Della serie, i porcarizzani del presidente e pavimentista Graziano “Moli” Molinari, artigiano pavimentista, classe 1961, non hanno proprio nulla da perdere, tanto da guadagnare solo in caso dovessero, in caso di vittoria, riaprire come un’anguria il campionato per l’ultima tappa. La quale prevedrà Atletico Città di Cerea-Oppeano e Castelnuovo-Pol. Virtus. Ma, procediamo con ordine e vediamo cosa è accaduto ieri, 1° maggio, festa nazionale dei lavoratori. Il Castelnuovo stinge, 3 a 1, l’Aurora Cavalponica di mister Loris Boseggia grazie alla doppietta fatta crepitare dal duemillenario difensore Enrico Rossi, accompagnata dall’acuto emesso da bomber Luca Bonfigli, classe 1991, ex Mozzecane. Per i cavalponici, firma il gol della magra consolazione il “panzer di Barbarano vicentino”, il 1986 Fabio Sinigaglia.

Al “Guglielmi” di Lugagnano, i rosso-neri dell’Union del mozzecanese trainer Nicola Santelli vanno addirittura sotto di 3 reti (tripletta di Nabuel Ignacio Schults, classe 1996, ex Villafranca veronese), per poi – alla maniera di sette giorni prima a Isola Rizza – rimontare grazie ai precisi “arcieri” Enrico Mori, il 1998 Andrea Menini e all’avanti 1994 Davide Zanoni. I “bianco-rossi del Piganzo” di mister “Pep Guardiola” Michele Cherobin nell’impianto “Le Giare” non faticano – 2 a 0 – ad aver ragione di un già retrocesso – anche se in campo tutt’altro che narcotizzato! – Nogara Calcio di mister “Drupi” Franco Borsatti. Il 14mo successo oppeanese lo procura il classe 1995 Stefano Coraini, l'”Ibrahimovic di Bevilacqua”, autore di una splendida doppietta. Quindi: Castelnuovo primo con 52 punti, al 2° posto insegue la Pol. Virtus Borgo Venezia con tanto di unghia mangiate fino alla prima falange a quota 48 punti, quindi, a 47 troviamo la coppia Atletico Città di Cerea-ACD Oppeano.

Al “Pelaloca”, il “Piccolo Toro” del mister e notaio Claudio Berlini non ce la fa a scavalcare l’ostacolo audacino, frapposto da un avversario – quello sanmichelato – molto intraprendente e spinto dalla necessità di porsi in matematica salvezza a sperare anche in un clamoroso colpaccio. Più …Audace l’avversario rosso-nero, con una traversa “baciata” al suo interno e con sfera che rimbalza fuori dalla linea bianca colta dal 1996 Mattia Fracasso, marcato stretto da un difensore ceretano. L’Atletico, un quarto d’ora prima – sempre nella ripresa – era andato vicinissimo al gol con “Zibi Boniek” Patryk Parol (1996), il quale dosava troppo debolmente il pallonetto nel tu per tu con l’estremo audacino guidato dal master chef, il vociante Matteo Biroli, il 1999 Allen Momodou.

Al 5° posto, a quota 41 punti, come detto c’è l’Isola Rizza Roverchiara del milanista e vice-presidente Loris Tavella, gran appassionato anche di volley femminile: all'”Erasmo Zamperini” di Ronco all’Adige, passano 1 a 2 i “biancazzurri della scrofa” contro l’Albaronco di mister, il bancario belfiorese Marco Burato, classe 1963. Subito in vantaggio i biancazzurri ospiti con il senegalese Nicolò Thiaw, classe 1997, studente in Legge e di Boschi Sant’Anna, pareggia per i locali il promettente marocchino classe 2003 Anouar Bouih, ma poi i locali vengono superati nei secondi finali dalla rete siglata dall’altro senegalese dell’Isola Rizza, il centrocampista classe 2002 (con le treccine alla Bob Marley), Diagne Maktar, fratello dell’ex punta oppeanese Dame.

In borgo Milano, al “Manuel Fiorito”, “poker” secco del PGS Concordia di “Ghepardo” Doriano Pigatto a spese del Povegliano del collega Peter Taccardi, agganciato al penultimo posto a quota 23 freccette. Per i bianco-viola del diesse Germano Pistori, classe 1948, vanno in rete il duemillenario difensore Luca Scarsetto, l’ing. Francesco Paiusco (1993), il molto tecnico Fabio “Museo” Nicolis (2000) e l’avanti, ex F.C. Valgatara, Emanuele Recchia. Il Cadidavid di mister Fabrizio Sona e il San Giovanni Lupatoto del mister raldonate Simone Marocchio, tifosissimo dell’Hellas Verona – concludono la sfida sul nulla di fatto, e il punto consente ai lupatotini del Superbomber – ieri con le polveri inumidite! – l’ex Caldiero Luca Marastoni da Buttapietra, classe 2002 -, di sovrastare di un punto (il rapporto è di 32 a 31) i “rivali” bianco-blu dell'”eterno diesse” Adelino Biondani. Un passettino verso la salvezza per entrambe.

Nel girone “B” di Promozione, all'”Esterino Avanzi” di borgo Roma, l’Alba di “Trap” Matteo Meneghetti non riesce – 1 a 1 – a piegare la resistenza – non quella dell’appena trascorso 25 aprile -, ma quella oppostagli dai vicentini dello Sitland Rivereel di mister Alessandro Matrullo. Per i vicentini ospiti illude Lorenzo Basso ma poi pareggia i conti per i giallo-rossi borgo-romani il duemillenario Carlos Roberto Savi, un gol che evita l’aggancio e mantiene gli ospiti a -3 al terz’ultimo posto a due gare dalla fine. Il veronese Enrico Cavazza, classe 1993, ex Albaronco, è il protagonista della vittoria del Chiampo, “corsaro” per 0 a 1 in casa del Caldogno, la “patria” di un certo Roby Baggio. E, perfeziona così l’operazione-aggancio al 4° posto, a quota 38 punti, in un girone dove la capolista Union la Rocca Altavilla dell’ex mister della Belfiorese e dell’U.S. Provese, Paolo Beggio ha conquistato la Coppa Italia di Promozione Veneta in un cammino che l’ha vista vincere – clamoroso il rigore fischiato ad Oppeano a qualche spicciolo al termine! – per 0 a 1 sull’impianto “Le Fratte” a novembre 2021. Come dire che l’Oppeano, ovviamente facendo bene come i vicentini hanno poi saputo fare nel loro percorso (vittoria, lo scorso 16 aprile, di 2 a 1 contro l’A.C. Noventa padovana al neutro di Borgoricco; realizzatori berici Davide Tonani e Scaglione), potrebbero essere già in Eccellenza, con la Coppa che luccica sugli scaffali della sua Segreteria. Ma, con i se e con i ma, non vai da nessuna parte!

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
24.5 ° C
26.4 °
23.9 °
35 %
2.1kmh
0 %
Ven
28 °
Sab
28 °
Dom
29 °
Lun
28 °
Mar
28 °