16.8 C
Verona
sabato, 28 Marzo 2020
More

    Per il Nogara un solo grido: “Dobbiamo salvarci!”

    Ieri sera, nella rituale cena del dopo allenamento del giovedì, al “Remo Soave” di Nogara si è respirato un clima di grande fiducia ed entusiasmo circa la salvezza da raggiungere. Per salvare l’anno del centenario dei “cosacchi bianco-rossi del Tartaro” di mister Walter Bampa, identica mission alla quale tendono le due altre compagini, quella degli Juniores Regionali allenati dallo stesso presidente Andrea Martini e quella degli Allievi, sempre regionali, affidata recentemente al dirigente ed ex bomber Giulio Furlani. “Su 8 parite” spiega il contabile originario di Governolo mantovano, Gianni Frignani “ben 4 le affronteremo in casa (Albaronco, Castelnuovo, Badia Polesine e Povegliano), le altre fuori (PescantinaSettimo, Mozzecane, Cologna Veneta e Oppeano). Mister Bampa sta spronando, motivando al massimo la truppa, protesa al raggiungimento del traguardo della salvezza”. Il vice-presidente Lorenzo Garbellini ricorda: “Abbiamo girato la boa dell’andata meglio rispetto alla prima parte. Ecco uno dei principali motivi per cui i ragazzi credono in quest’intento. E, poi, ci sono 7 squadre raccolte in un fazzoletto di soli 5 punti: sarà una battaglia contro tutte, come del resto sta capitando sempre in Promozione in questi ultimi anni”.

    Anche per il dirigente Bruno Comìn c’è ancora tutto in gioco, nonostante l’odioso ultimo posto in classifica: “Nelle ultime 7 gare ci hanno fischiato contro 7 rigori: la classe arbitrale non ha occhi per noi. Ma, da come si può avvertire questa sera, il gruppo è molto affiatato, crede nel focus da raggiungere, così, dai, possiamo salvare l’anno dei 100 anni del calcio bianco-rosso”. Per il bomber biancorosso, il “Tir” Andrea Badalotti, è un campionato così equilibrato, che “se noi avessimo avuto fin dall’inizio un nostro gioco, avremmo potuto competere nei quartieri alti della classifica. Difatti, non esiste la squadra-ammazza campionato!” Molto carico il rientrato attaccante e goleador, il mantovano Diego Grigoli (col cuore a Tremosine gardesano Bs): “Ci stiamo allenando bene, anzi direi molto bene, la vittoria di domenica scorsa per 3 a 2 contro l’Isola 1966 è la riprova che ci siamo. Il gruppo? Rispetto all’andata lo vedo più unito. Ma, c’è da dire che gli acquisti operati dalla società a gennaio 2020 si sono rivelati azzeccati, ci stanno dando delle belle soddisfazioni. Tanti i rossi comminati contro di noi? Sono frutto del calo di concentrazione, cui andiamo incontro e che dobbiamo assolutamente evitare”.

    Domenica prossima trasferta difficile a Pescantina, insomma, il campionato del Nogara riparte dalla vittoria contro l’Isola 1966: “Sarà duro per la capolista batterci: di sicuro, sarà una bella battaglia!” I biancorossi sono attualmente ultimi con 20 punti alla pari del Povegliano, a 23 punti ci sono il Castelnuovosandrà e l’Aurora Cavalponica, a 24 l’Oppeano e a 25 l’Albaronco e il Badia Polesine, non tranquillo nemmeno il Sitland Rivereel a 27 punti.

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

    © Riproduzione Riservata

    Leggi ancora ...

    pagine visitate
    123.100.445
    visitatori online
    120

    Ultimi articoli

    Stop a tutti campionati dilettantistici. La risposta del Presidente del Comitato Regionale Veneto Giuseppe Ruzza

    Da qualche giorno gira sui gruppi calcistici della nostra provincia che alcune squadre del Veneto stanno preparando una bozza da sottoporre alla...

    Paolo Padovani (Borgo Trento): “Assurdo anche solo pensare al calcio in questo momento difficile per il nostro paese”

    Anche la Polisportiva Borgo Trento, come tutte le Associazioni sportive, ha colto questo momento emergenziale per fare delle riflessioni che, condivise dal...

    Filippo Berti (Caldiero): “Dobbiamo tenere duro…ripartiremo più forti di prima!”

    "Cari Colleghi ed Amici la presente per esprimerVi vicinanza e sostegno per il difficile momento che stiamo attraversando e ci auguriamo che...

    Anche il Mozzecane ha devoluto i soldi delle multe alle terapie intensive degli Ospedali veronesi

    E' molto dispiaciuto, per l’emergenza CoronaVirus che purtroppo sta mietendo vittime in Italia e nel mondo, l’attaccante classe 1990 Andrea Mileto, in...

    In questi tempi di CoronaVirus, i nostri medici ed il personale sanitario meritano la luce dei riflettori

    Non è sempre facile, in tempi di CoronaVirus, parlare e raccontare il calcio. Tanti calciatori, allenatori, dirigenti e presidenti del mondo del...

    I Nostri Social

    Verona
    poche nuvole
    16.8 ° C
    20.6 °
    12.8 °
    41 %
    1.5kmh
    16 %
    Sab
    19 °
    Dom
    17 °
    Lun
    12 °
    Mar
    9 °
    Mer
    11 °