23.1 C
Verona
lunedì, 21 Giugno 2021

Per mister Emanuele Pennacchioni (Oppeano) sarà una Promozione molto agguerrita

Riconferma per il mister di Tombazosana di Ronco all’Adige, Emanuele Pennacchioni, ex Mantova: il coach ex Albaronco allenerà nuovamente l’A.C.D. Oppeano, una delle favorite, secondo gli addetti ai lavori, del prossimo campionato di Promozione. Che Promozione ti aspetti, Emanuele? “Me l’aspetto agguerrita, come sempre, del resto. Bisognerà vedere, secondo quanto si sente dire in giro, se Montorio, Team S.Lucia Golosine e Mozzecane verranno ammesse al campionato di Eccellenza. Ma, bisognerà fare poi i conti con chi andrà a sostituirle”. Si parla di una Promozione con gironi da 14 squadre: cosa significa questo per una squadra e il suo mister? “Che devi sbagliare il meno possibile, discorso questo che vale sia per chi punta in alto sia per chi vuole salvarsi”. Come va il vostro mercato estivo in vista della stagione 2021-22? “Non ho ancora nessun nuovo giocatore ufficializzato: bisognerebbe parlare con il nostro diesse Roberto Vesentini, ma so di sicuro che è stato riconfermato il blocco dello scorso anno”.

Cosa ti ha chiesto la società guidata ora da Luca Agnolìn? “Di cercare di fare bene. Il gruppo è ben strutturato per stare nella colonna di sinistra, ma si potrebbero creare le basi per salire in Eccellenza anche un anno dopo. Ricordo che noi l’anno scorso avevamo cambiato parecchio, e che ci è mancato il tempo – a causa del Covid-19 – per l’amalgama: anzi, la pandemia si è rifatta viva sul più bello, quando stavamo per conoscerci meglio”. Cosa conterà in maniera particolare il prossimo anno? “La condizione fisica, io la metterei tra le prime componenti: difficile riprendere la propria performance, arrivare al top della propria forma fisica-atletica, dopo un anno e mezzo di stop and go!”. Sei d’accordo con quanto deciso sulle quote? “Sì, anche perché i 2002 cosa potrebbero dimostrare? Sarebbe stato meglio imporre 2 fuori quota, un 2001 e un 2002”. Chi vedi tra le candidate alla vittoria finale? “L’Aurora Cavalponica fa ogni estate grandi squadroni: questo almeno sulla carta. Bisognerà poi vedere la Polisportiva Virtus, il Castelnuovo e il Cologna Veneta. Occhio, però, anche al Cadidavid di un mister molto vittorioso come è Fabrizio Sona!”

Il Covid-19 in che maniera ha colpito le nostre leve calcistiche più giovani? “In maniera abbastanza significativa: le formazioni dei Giovanissimi e degli Allievi – senza dimenticare anche i più piccoli – hanno perduto in pratica già due anni di preparazione fisica, di crescita non solo tecnica, ma anche di confronto e di convivenza con i loro coetanei, cosa che a questa età è molto importante per la socializzazione”. Con la prospettiva dei gironi a 14 squadre si prevede una suddivisione delle veronesi in due gironi. Preferiresti il girone “A” o il “B” di Promozione? “Bisogna vedere dove ci inseriscono: dobbiamo prevedere anche l’estrema ratio di essere inseriti in un girone “B”, infarcito di vicentine e di padovane, ed anche forse con la presenza della rodigina Badia Polesine”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
23.1 ° C
26.1 °
20.6 °
83 %
0.5kmh
0 %
Lun
31 °
Mar
31 °
Mer
31 °
Gio
32 °
Ven
27 °