26.1 C
Verona
sabato, 18 Settembre 2021

1° turno Trofeo Veneto di Seconda categoria: il punto sulla 2^ giornata

Somma, Avesa, Noi La Sorgente, Alpo Lepanto, Nuova Cometa, Locara, Spes Poiana e Villa Bartolomea: queste le magnifiche "regine" a punteggio pieno!

Girone 1: Il Lessinia di mister Alberto Fiorini compie la non facile, anzi!, difficilissima impresa, di piegare, 3 a 1, la Juventina Valpantena di mister Alberto Tommasi. La presentazione svolta a fine settimana e ben organizzata dal diesse Gino Crema porta bene al “club della stella alpina” del presidente Matteo Guglielmini, tant’è che sotto di un gol – firmato dal 1997 bianco-nero Riccardo Fanigliulo -, la squadra dei Lessini ha la capacità di reagire e di passare per ben tre volte. Grazie a Nicolò Salmaso, ex crozzino ed ex aretino, classe 1987, a Patrick Marcolini e al 1989 Giovanni Todeschini. Si rifà con gli interessi il Sant’Anna d’Alfaedo, andando a violare l’impianto di Santa Croce, sede della neo-ripescata Ares Calcio Vr di mister Martìn Marrone. 1 a 3, anche qui colpaccio, triplice allungo dei bianco-granata “falchi della Lessinia” grazie ai maturi Simone Benedetti (1985), al coetaneo Alessandro Ledri e al 1998 Davide Ronconi. Per i nero-fuscia in gol il solo Martino Ziliotto. Classifica: Lessinia a 4 punti, Juventina Valpantena 3, Sant’Anna d’Alfaedo 3, Ares Calcio Vr 1.

Girone 2: E’ finito senza vincitori né vinti, ed anche senza nessuna rete, il derby del Garda, quello giocato tra il Colà Villa dei Cedri dello skipper Raffaele Pachera e il Calmasino di mister “baffo” Mario Marai. Il Lazise di mister Andrea Urbenti, invece, ha ragione, 3 a 2, della quotata Polisportiva A. Consolini di mister Luca Ponzini: un successo che consente ai lacisiensi di agguantare gli avversari battuti ieri, ma non di impugnare lo scettro del comando del proprio girone. Il classe 1992 Elia Marassi, Matteo Sebastiano (1993) e Residori sono i marcatori per il Lazise, a fronte delle reti realizzate per i costermanesi dal 1998 Francesco Dall’Ora e da Riccardo Tomé (1997). Classifica che vede ora il Calmasino a quota 4 punti, Polisportiva A. Consolini e Lazise a 3, Colà Villa dei Cedri 1 punto.

Girone 3: L’F.C. Valdadige di mister Alessandro Saiani, abbatte per 2 a 1 la Pol. La Vetta del collega “Zorro” Maurizio Zanferrari e raggiunge in testa alla classifica a 4 punti la Pieve San Floriano. A nulla serve il bel gol di Camponogara della Pol. La Vetta, chiuso com’è dalla forbice degli altri due marcatori valdadigini, ossia il 1990 Riccardo Modena e il 1997 Federico Terra. La Pieve San Floriano di mister Zanotti impatta sull’1 a 1 all’ombra della sua pieve contro il Gargagnago di mister Stefano Modena, sempre coadiuvato da Giorgia Brenzan. Al “tricolore” e valpolicellese, il duemillenario Riccardo Sospetti, risponde Riccardo Gasparato, classe 1997. Due Riccardo, insomma, in Paradiso! Classifica con Valdadige e Pieve San Floriano appaiate a 4 punti, Gargagnago 2, Pol. La Vetta 0.

Girone 4: La Gabetti Valeggio – questa sera alla sua presentazione ufficiale, passando per il Municipio e finendo ai tavoli del rinomato ristorante “La lepre” del compianto Fausto Gottardi – riesce ad aver ragione – 1 a 0 – del lanciato Giovane Povegliano guidato da mister Antonio Como. Per i ragazzi del valeggiano, rosso e blu, mister Luca Carletti, ristoratore, fa la differenza un giocatore…Fortunato di cognome, ed anche di fatto: Alessandro, classe 1997. Il SommaCustoza del coach Antonio Sperani batte, 2 a 0, il Pizzoletta di mister Simone Ghirotto, e lo fa grazie al figlio d’arte, il 1988 Stefano Sperani, e al…”fiorista” Mattia Quaiato, classe 1999. Classifica con Sommacustoza a 6 punti, Gabetti Valeggio 4, Pizzoletta 1, Giovane Povegliano 0.

Girone 5: L’Ausonia Sona United di mister Christian Campagnari scavalca, 2 a 1, l’Academy Pescantina Settimo di mister Alberto Pizzini. Doppio vantaggio sonese grazie alle sportellate inferte da Luca “Stromberg” Cinquetti e dal compagno di scuderia Davide Bianchedi (1991); per gli “accademici” settimo-pescantinesi, ahiloro!, si rivela inefficace, inutile il gol messo a segno da “Faina” Nicola Fainelli, classe 1993, ex Gargagnago. Finisce invece sull’1 a 1, al velodromo di Pescantina, tra il Team San Lorenzo di mister Massimiliano Nigro e il BureCorrubbio del collega della panca, Nicola Martini. Il tutto si traduce in una botta del valpolicellese ospite Camparsi, e nella risposta del classe 1997 Bret Adobah, sì, ancora lui, sempre al bersaglio l’ex Ambrosiana! Classifica con Ausonia Sona United a 4 punti, Burecorrubbio 2, Team S.Lorenzo 2, Academy Pescantina Settimo 1.

Girone 6: Altra caduta per l’U.S. Cadore del mister e maresciallo Massimo Zito, ex Saval Maddalena e Montorio calcio: al campo di Vago di Lavagno, i tuffi di gioia, invece di farli i nero-verdi di casa, li fanno i “cugini” dell’Avesa HSM di mister “baffo” Flavio Marai, passando per 1 a 2. In duplice vantaggio i “rosso-blu del Lorì” grazie ancora a Precios Kiriwellage e al centrocampista classe 1996 Gian Marco Vignola; il solo classe 1993 Michele Trittoni ha invece fatto breccia per i cadorini nella difesa avesana. Al “Benali-Bonomo” di San Massimo, 0 a 0 tra il Real nero-verde di mister Vittorio Zerpelloni e la Polisportiva Borgo Trento di mister Gianni Pierno. La classifica di Avesa HSM a 6 punti, U.S. Cadore a 3, Real San Massimo e Pol. Borgo Trento a 1.

Girone 7: Altra bruciante sconfitta che preoccupa per i “draghi rossi” del Borgoprimomaggio, dati dagli allibratori del nostro calcio per favoriti (il campionato, ok, inizierà domenica prossima, siamo ancora in Coppa, ai convenevoli, all’aperitivo!), e guidati dal sanzenate Andrea Lunardi: sconfitta per loro di 2 a 1 a San Marco borgo Milano, con i rampanti “leoni rosso-verdi” che ruggiscono con il 2000 Luca Rasamison, doppietta per lui, e in rimonta al gol del borgotaro Marco Balestro, difensore del 1992 ex Scaligera Lavagno. Incredibile Noi La Sorgente: è lei la stella più luccicante, la sorpresa più bella di questo abbrivio di Coppa Veneto: primato (6 punti in 2 gare), frutto pure dell’1 a 4 ottenuto ieri nel rione Saval, in casa dei giallo-rossi savalesi allenati da Edgar Fasola Genovesi e in rete con il solo Damfaga. Per gli zampillanti vincitori del quartiere a Sud di Verona, guidati da Igor Gladich, vanno a bersaglio il 1998 Francesco Conti (doppietta!), il 1999 Enrico Toffali e il difensore del Duemila, Nicolò Adami. Classifica con Noi La Sorgente a 6 punti, Saval e San Marco a 3, BorgoPrimomaggio 0.

Girone 8: Altra compagine a punteggio pieno nei primi 180 minuti di gocce di Coppa Veneto, l’Alpo Lepanto di “patron” Andrea Pozzerle, concessionario di auto e di barche della zona. Ieri, 2 a 0 per i giallo-verdi alpesi del nuovo “condukator” Massimiliano Signoretto a spese dell’Union B.E.S.T di mister Nico Ferrari. In rete, ci vanno per gli alpesi il 1999 Mourad Bouakou e il sempiterno (1982) Luca Baroni. I Boys Buttapedra di trainer Tiziano “Titti” Salvagno restano ancora a digiuno di punti, in quanto perdono anche in casa, 0 a 4, subendo la goleada della Dorial di mister Isacco “Newton” Marostica. Per il club di La Rizza di Villafranca, esultano per ben 3 volte il giovane Gianluca Nardone, classe 2000 giunto dal Povegliano (in rete anche domenica scorsa!) e una volta Filippi. Classifica che vede l’Alpo Lepanto a 6 punti, Dorial e Union Best 3, Boys Buttapedra 0.

Girone 9: Intrepida di mister Antonio Donatiello ed A.C. Raldon mister Stefano Castaldo – pari son: 1 a 1. Costretti i rosso-neri “madonari” (perché di Madonna di Campagna) a raggiungere l’avverso gol segnato dal raldonate, il 1999 Mirko Franzoni, ex Isola RizzaRoverchiara, e l’impresa riesce grazie al colpo vincente del rosso-nero Michele Bovi. Sorprende, in negativo, la seconda caduta consecutiva dell’Aurora Marchesino di mister Paolo Novali, non certamente compagine di seconda o terza fascia: 0 a 1 e a passare è la nuova Cometa del mite quanto bravo trainer Ivan Benin, lì, oramai da una vita. Fa la differenza, l’ex raldonate nonché classe 1995 Maurizio Salvati. Classifica con Nuova Cometa a 6 punti già qualificata, Intrepida 2, Raldon 1, Aurora Marchesino 1.

Girone 10: A Monteforte d’Alpone, 2 a 2 tra il Real del professor Dionisio Zamperini e l’US Provese del coach soavese Mirko Dalle Ave: doppia di bomber Dragan Kalanj per i rosso-neri della frazione di San Bonifacio, e doppia del 1995 Nicola Rudi per i realmontefortiani del tuttofare Roberto Martinelli. Al “Lorenzo Molinaroli” di Lavagno, la Scaligera di mister Simone Marini ingoia, 4 a 1, il Colognola ai Colli dello psicologo e mister sanzenate Manuel Pauciullo. Colligiani del presidente Tiziano Tregnaghi in rete soltanto con Zambaldo, a fronte della doppia lavagnese firmata da Juliano Ortega (1999), e dagli acuti emessi dal 1999 Edoardo Viviani e da Marone. Classifica con Provese a 4, Scaligera Lavagno 3, Real Monteforte 2, Colognola ai Colli 1.

Girone 11: Primo punto in Coppa Veneto per i Boys Gazzo di mister “Ferguson” Matteo Gobbetti: 1 a 1 a Maccacari – sull’impianto sportivo che dovrebbe essere intitolato al grandissimo Doriano Guandalini -, ospite il forte Gips Salizzole di mister Andrea Greggio da Roncanova di Gazzo veronese. Segna per i rosso-blu salizzolesi il neo-entrato classe 1988 ed ex cadeglioppino Alex De Mori, pareggia in via definitiva il n.5 di casa, il maccacarese Luca “Sambuca” Molinari, classe 1992, ex Nogara. Il sorprendente Cà degli oppi, forte della carica trasmessagli da mister GianMatteo “Forza Liverpool!” Malagnini, classe 1969, piega il forte braccio della resistenza oppostogli dal Venera del mitico Andrea “El Cere” Ceresoli e guidato da mister Marco Turrini, ex Sustinenza. In rete, per i biancazzurri del nuovo presidente Salvan e club della potente e ricca Oppeano, Fernandez e il 1995 Giacomo Rossignoli. Classifica col Cadeglioppi a 4, Venera 3, Gips Salizzole 2, Boys Gazzo 1.

Girone 12: Per una nostra veronese che perde – il Gazzolo 2014 a Grancona per 2 a 1 – ce ne è un’altra disposta a vendicarla: parliamo del Super-Locara del presidente Mario Frigotto, che, al “Valentino Frigotto”, supera, seppur di misura – 1 a 0 – il nobile decaduto Lonigo del belfiorese Loris Fedrigo ed ex mister locarese. Illude il gol del vantaggio gazzolese a firma del 1992 Gianluigi Mazzon, impressiona la capacità reattiva dei nero-verdi vicentini di casa, i quali innestano l’uno-due del sorpasso con il n.10 il 1997 Kenneth Berko e con il numero 11 Petit. Per il Locara, invece, il tiro vincente da 3 punti è a cura dell’ex Real Monteforte Cristian Balan, classe 1998. Classifica che vede ora il Locara a punteggio pieno a 6 punti, Grancona a 4, Lonigo 1, Gazzolo 0.

Girone 13: Ecce victoria per il favorito Bonavigo di mister Manuel Cuccu e del giovane presidente Angelo Zangari: un secco 2 a 0 rifilato ai vicentini del Sossano Villaga Orgiano di mister Strazzacappa, con reti dell’ex Vigo Mohammed El Hasnaoui e del 1997 Simone Frison. Perde, 1 a 2, il Sule di mister Christian Masetto e a passare sul campo di Cologna Veneta è la squadra giallo e blu vicentina della Spes Pojana di mister Davide Pialli, ex Bo.Ca. Junior. In rete, la compagine berica con Marana prima e con Tripoldi poi. Per i “pirati di Baldaria”, invece, segna il classe 1986 Matteo Nardi: troppo poco per sperare almeno in una condivisione dell’intero bottino in palio. Classifica con la Spes Pojana a 6 punti, Bonavigo a 3, Sule e Sossano 1.

Girone 14: Fantastico “Villa”, che sta per Villa Bartolomea, vincitore in trasferta, 0 a 2, anche nella vicina Porto di Legnago di mister Matteo Zancanella e “gioiello” della presidentessa Beatrice Zancanella (sua prima cugina). Prima il classe 1993 Giacomo Buosi, su rigore, poi, un’autorete spianano la strada verso il secondo successo consecutivo di Coppa Veneto. Conoscendolo bene, in settimana l’undici guidato da mister Luis Gustavo Passera e gruppo dell’umile presidente Lucio Albarello, carrozziere con salone sempre affollato di auto, tornerà a predicare “calma e gesso”, per non debuttare in campionato in maniera esageratamente euforica. Sul suo parrocchiale, il GSP Vigo 1944 del nuovo mister Vito Paglia, subentrato in settimana al dimissionario trainer polesano Gianluca Marchesini di San Bellino, supera per 2 a 1 i Lions Casaleone di mister Paul Berardo. In rete con il solo Alessandro Modini, dai capelli così ad albero di Natale, che annunciano – ma, già con questo caldo? – l’arrivo del Santo Bambino Gesù. Per i bianco-granata del presidente Raimondo De Angeli, esultano l’impeccabile rigorista, il 1982 Yuri Munari (ex Bagnolo Po di Rovigo) e il classe 1999 Michael Marchesini, figlio del trainer dimessosi e proveniente dai polesani del Canda. Classifica con Villa Bartolomea a 6 e qualificato al 2° turno, GSP Vigo 1944 a 3, Lions Casaleone e Porto Legnago 1.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
poche nuvole
26.1 ° C
27.1 °
24.2 °
53 %
1kmh
20 %
Sab
26 °
Dom
21 °
Lun
18 °
Mar
23 °
Mer
23 °