28.6 C
Verona
sabato, 4 Luglio 2020
More

    Flavio Massaro (Saval Maddalena): “Lo stato e la Federazione ci devono aiutare!”

     Per il presidente dell’U.S. Saval Maddalena 1999 la salute viene prima di tutto! Per forza, visto che lo ricorda come una sorta di mantra uno che l’ha scampata bella dalle grinfie maledette del Coronavirus: “Dimmi se uno come me” commenta “che ha sconfitto il Covid-19 non può che essere ottimista! E, che al sottoscritto ha combattuto la peste con una quarantena trascorsa in casa, accanto ai propri cari, figuriamoci mio fratello Fabio – Responsabile della Prima squadra che milita in 2^ categoria girone “B” – che inferno deve avere passato in quei lunghissimi 45 giorni di ospedale, prima sedato e poi intubato!”. E, già, tutte le altre cose sfilano in secondo piano davanti a un simile pericolo: “Ora abbiamo una gran voglia di ripartire, di vivere, di gridare al mondo che stiamo bene, che ciò che conta è prima di tutto la salute”. Snervante anche per voi, immaginiamo, l’attesa dei verdetti… “La conclusione più logica, al fine di non creare malcontenti, è che la Federazione promuova le prime, ma che non faccia retrocedere le ultime, noi compresi. Anche perché il campionato era ancora lungo, era tutto ancora da giocare. In caso contrario, sapendo che non è facile prendere delle decisioni, dobbiamo accettare i verdetti che si apprestano ad emanare a Marghera in questi giorni”.

    Cos’è che, presidente, la rende, oltre che ottimista, fiducioso a riguardo? “La FIGC, consapevole del difficile momento che il mondo sta attraversando, sarà in grado di aiutare noi società dilettantistiche”. E, in che modo? “Sanno bene anche a Marghera che per molti nostri club sono venute a mancare quelle vitali risorse economiche che scaturivano da Tornei giovanili o da quelli estivi. Non può voltare la faccia dall’altra parte, facendo a finta di non conoscere cosa sta capitando nel mondo e a maggiore ragione nel proprio territorio o regione. Le famiglie, che avevano versato la quota per i loro figli, si aspettano giustamente per l’anno prossimo una riduzione perché ieri hanno pagato un servizio erogato solo a metà. Alla Figc invoco una riduzione anch’io delle tasse di iscrizione ai campionati da loro indetti, pure una riduzione sul costo di tesseramento, idem sulle visite mediche per ottenere il check up di idoneità agonistica dell’atleta. Dal Comune, invece, al quale abbiamo l’obbligo – Covid-19 o no – di restituire a fine giugno l’impianto in ordine e in tutta la sua efficienza, le eventuali spese di sanificazione degli stessi impianti e spogliatoi”.

    Una richiesta difficile da ottenere, anche se la speranza è sempre l’ultima a morire… “Tutti sanno che noi piccole società dilettantistiche forniamo con passione e senza tornaconto un importante servizio sociale a intere famiglie del nostro popoloso quartiere: non lo facciamo assolutamente – e lo ripeto con convinzione – a scopo di lucro, ma in maniera gratuita e sotto lo spirito più autentico che alberga in ogni tipo di volontariato messo a disposizione della comunità”.

    Siete una società che non si sostiene grazie all’aiuto di sponsor importanti: come affronterete la prossima stagione sportiva? “Noi, come U.S. Saval Maddalena 1999, abbiamo la fortuna di considerarci un sodalizio autonomo, riuscendo ogni anno a gestire l’ordinario con le nostre forze: sì, contiamo su piccoli aiuti, ma, per nostra fortuna, non dipendiamo da grandi aziende. Importante è che il Covid-19 sparisca principalmente per un fatto di salute pubblica, poi, perché, dovessimo affrontare i costi di presidi medico-sanitari, di continua igienizzazione della struttura sportiva (spogliatoi compresi), vedremmo in bilico la nostra autonomia ed avanzare lo stato di precarietà. Importante, in tal caso, con la Federazione è trovare insieme il modo di sostenere lo sforzo economico che andremmo incontro in caso dell’applicazione dei protocolli sanitari, sempreché si decida di riavviare lo starter in autunno. Lo Stato e la FIGC devono riconoscere, incoraggiare ed apprezzare il servizio sociale che noi svolgiamo a costi molto ridotti grazie anche alla forza e alla gratuità del volontariato. E, se dovesse trattarsi da parte di uno o dell’altro ente di aiuti economici, beh, questi devono essere elargiti a fondo perduto e non devono assumere la forma di prestiti a tassi agevolati”.

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

    © Riproduzione Riservata

    Leggi ancora ...

    pagine visitate
    123.673.693
    visitatori online
    210

    Ultimi articoli

    Altre pillole di calcio mercato. L’Arbizzano fa sul serio!

    E' pronto per una nuova avventura calcistica il forte difensore classe 1989 Nicolò Dalla Pellegrina, quest'anno in forza al Garda di mister...

    Caldiero e Borgo Soave si uniscono. Filippo Berti: “Il progetto è solido e aumenterà l’attività giovanile del nostro territorio”

    Mercoledì 1 luglio è comincia ufficialmente la nuova avventura dell’ASD Calcio Caldiero Terme nel comune di Soave. La società termale è subentrata...

    Andrea D’Alessandro è il nuovo Responsabile Sanitario gialloblù

    L'A.C. ChievoVerona comunica che Andrea D'Alessandro è il nuovo Responsabile Sanitario della Prima squadra gialloblù. Il Dott. D'Alessandro, laureato in Medicina e...

    E’ di nuovo Seconda categoria per il Lessinia 2018!

    Altra squadra promossa in Seconda categoria è il Lessinia 2018 del presidente Matteo Guglielmini, imprenditore agricolo ed agente immobiliare classe 1977. Per...

    Michele Sberveglieri (BNC Noi): “Con mister Andrea Crema possiamo crescere e migliorarci”

    E' molto attaccato alla maglia giallo-verde del BNC Noi del presidente Sergio Sgulmar, che milita nel girone A di Terza categoria, il...

    I Nostri Social

    Verona
    poche nuvole
    28.6 ° C
    28.9 °
    28 °
    48 %
    2.6kmh
    20 %
    Sab
    27 °
    Dom
    30 °
    Lun
    31 °
    Mar
    24 °
    Mer
    26 °