Il Borgoprimomaggio saluta mister Tiziano Salvagno e si affida a Simone Mirandola

869

Dopo la sconfitta incassata domenica scorsa in casa per 1 a 2 contro la capolista Olimpia Ponte Crencano, il Borgoprimomaggio del presidente Lucio Antolini e del direttore generale Enrico Sgreva ha deciso di esonerare mister Tiziano Salvagno. La squadra viola arrivava da un dicembre 2019 da dimenticare con la sconfitta per 2 a 1 a Parona, il pareggio contro il Cadore (1-1) e la sconfitta per 3 a 2 in casa del Boys Buttapedra, risultati che hanno fatto precipitare la squadra del diesse Mirko Galasso dal 1° al 7° posto e a ben 10 punti dalla capolista del girone B di 2^ categoria. Il direttore generale Enrico Sgreva sulla decisione ci dice: “E’ evidente che questo momento negativo non è solo colpa del mister ma abbiamo deciso di cambiare per dare una scossa all’ambiente e per cercare di rialzarci in fretta. Finora mister Salvagno ha fatto benissimo ed è un mister molto bravo e preparato ma forse era giunto il momento di cambiare per ridare stimoli ad una squadra che in queste ultime partite si era spenta. Ripeto, paga colpe non solo sue, e voglio sottolineare che si siamo lasciati in buoni rapporti e amichevolmente”.

Ed ora a chi verrà affidata la panchina dei viola? “Arriva Simone Mirandola, un tecnico che conosce già bene l’ambiente e che abbiamo già avuto qualche anno fa come mister. Pensiamo che lui sia la persona giusta per farci superare questo momento difficile riportando stimoli ed entusiasmo ad una squadra che è sicuramente ben attrezzata per guadagnarsi un posto ai play-off. Bisogna ridare subito nuova energia a questa squadra che domenica prossima sarà impegnata in casa della lanciatissima Juventina Valpantena che ha fatto il percorso totalmente inverso al nostro partendo male e risalendo fino al 2° posto attuale (6 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 8 gare). Una partita che non dobbiamo assolutamente sbagliare e da affrontare sicuramente con un altro spirito se vogliamo rimanere agganciati al trenino play-off”.

Cosa manca alla vostra squadra per fare il salto di qualità? “Ogni anno facciamo bene ma vanifichiamo tutto con il solito periodo di black out che ci scombussola i piani. Ecco, direi che ci manca la continuità di risultati che hanno le squadre che aspirano a vincere il titolo. Ogni anno ad un certo periodo dell’anno la squadra accusa un calo di concentrazione che rovina tutto, dobbiamo sicuramente migliorare molto sotto questo aspetto se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo”.

E quale è il vostro obiettivo attuale? “Il nostro girone – chiude il d.g. Enrico Sgreva – è molto equilibrato e tutto può ancora succedere. E’ evidente che ora non si può più sbagliare se vogliamo aspirare a qualcosa. Di certo questa squadra a tutte le potenzialità per guadagnarsi un posto ai play-off. Purtroppo si è infortunato il nostro bomber Nicolas Torni mentre il giovane attaccante classe 2001 Kevin Rossi è passato al Sona. Per questo a dicembre ci siamo mossi sul mercato prendendo Andrea Sabbion dal Cadidavid e Dennis Longo dalla Nuova Cometa, due giocatori che ci possono aiutare a risalire in classifica.” Chi può puntare al titolo e alle poltrone play-off del vostro girone? “L’Olimpia Ponte Crencano, secondo me, è la favorita, perchè è una squadra molto compatta ed ha saputo sopperire ai numerosi infortuni di inizio stagione trovando continuità di risultati anche in momenti difficili, qualità che è mancata a noi. Per i play-off vedo un passo avanti Juventina ed Alpo club 98, ma ci sono almeno otto squadre che si giocano un posto ai play-off, e fra queste spero anche noi”.

la redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata