Il portiere Daniel Bottona blinda la porta del Peschiera

La squadra lacustre è la miglior difesa del girone con soli 13 gol subiti, ben 6 in meno della capolista Pastrengo

514

E’ ripartito con tanta benzina nel serbatoio il Peschiera del presidente Umberto Chincarini, del direttore generale Marco Simonetti e del brillante coordinatore dell’area tecnica Saverio Barini. La compagine lacustre sta rispondendo in campionato nella migliore maniera possibile dopo l’amara retrocessione dalla Prima categoria patita la scorsa stagione e sta inseguendo a soli 2 due punti di distacco a quota 45, la capolista Pastrengo di mister Paolo Brentegani che di punti ne ha messi in cassaforte ben 47. Dopo sei mesi è tornato a difendere i pali dell’Asd Peschiera, con attenzione e lucidità, il portiere classe 1993 Daniel Bottona, il quale spera di vedere la sua squadra salire presto al primo posto spodestando il predominio del Pastrengo: “Non ci sono dubbi, noi e il Pastrengo siamo le squadre più equipaggiate per vincere il nostro girone A. Compattezza e quadratura in ogni reparto sono il nostro punto forte, ma bisogna scendere in campo sempre con la massima umiltà e attenzione perché i pericoli sono sempre dietro l’angolo”.

Il terzo incomodo, il Bussolengo di mister Roberto Pienazza, è lontano a quota 31 punti assieme alla Polisportiva A.Consolini. “Il campionato è ancora molto lungo – continua Bottona – e ci possono essere sempre nuove sorprese e qualche calo fisiologico. Non vedo male la Polisportiva Consolini di mister Luca Ponzini che non molla mai mentre il Bussolengo ha dei giovani di buone prospettive ed è ben guidato da un mister molto capace ed esperto”. Quest’anno a Peschiera la musica è cambiata con il nuovo mister Luca Righetti, il quale abita non troppo distante dal campo dei lacustri, il mitico “Manuel Cerini” in sintetico, dove per tutte le contendenti del Peschiera è sempre difficile strappare i tre punti. Domenica scorsa il Peschiera, nella terza giornata di ritorno di campionato, ha liquidato 3 a 0 il Valdadige con le reti di Dzafic nel primo tempo e Domenegoni e Leanza nella ripresa.

Mister Luca Righetti, per il numero uno Bottona, è una garanzia: “Lo conosco da tempo, Righetti è una persona tenace e decisa, come il sottoscritto. Gioca in casa, visto che abita proprio da queste parti, e anche per questo vuole regalare una nuova gioia ai nostri tifosi. Ci dice sempre che se crediamo in noi stessi possiamo andare molto lontano. Io e i miei compagni ci crediamo e non molliamo fino alla fine. Il Pastrengo è fortissimo ma noi lo aspettiamo nello scontro diretto alla dodicesima giornata di ritorno, il prossimo 29 marzo, qui da noi. Potrebbe essere la partita decisiva, anche se noi speriamo di fare il sorpasso anche prima di quel giorno”. Daniel Bottona ha nella testa un bel sogno ma non lo vuole assolutamente svelare.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata