-0.4 C
Verona
giovedì, 8 Dicembre 2022

Il punto sulla Seconda categoria: 20^ giornata

Nel girone "A" la Pol. Consolini si porta a +4 dall'Academy, raggiunta dal Colà, e seguita dal Lazise. Nel "B", nessuna novità al vertice, 2 a 2 nel big match tra Pizzoletta e SommaCustoza. Nel "C", Borgo ora solo a +1 sul Marchesino, Colognola ai Colli 3° per aver violato Salizzole. Nel girone "D", il Villa Bartolomea supera il Gazzolo - ora 5° - e s'appropria del 3° gradino, mentre al 4° s'insedia la rinata Provese.

Nel girone “A” la Polisportiva Consolini di trainer Luca Ponzini vince extralarge, 1 a 5, nella malga del Sant’Anna d’Alfaedo di capitan Damiano Tommasi, classe 1974, e allunga le distanze – ora a +4 – sull’Academy Pescantina di mister Alberto Pizzini, fermato ieri sull’1 a 1 a Palazzolo, in casa dell’Ausonia Sona United di trainer Christian Campagnari. Ma, il mezzo passo falso compiuto dagli “accademici” pescantinesi consente al Colà Villa dei Cedri del lacisiense ed ex mancino divino, Raffaele Pachera, di perfezionare l’operazione-aggancio a quota 37 punti. Ma, procediamo con ordine. I costermanesi, 1 a 5, lasciano al solo bianco-granata “falco della Lessinia”, il 1985 Simone Benedetti, il gol-consolazione, facendo razzia dell’intero bottino, palio a disposizione. E, l’impresa vede all’opera i “cecchini” Davide Zeni, classe 1997 (doppia per lui!), preceduto dal difensore 1992 Nicolò Tomezzoli, dal coetaneo Matteo Frezza, ex Bardolino Calcio, e dal centrocampista 1995 Erik Bonati.

Il neo-entrato Paolo Pasetto, classe 2001, riesce nell’operazione del pari definitivo a Palazzolo, con l’Ausonia Sona United che ci aveva provato con l’impeccabile rigorista, il difensore Davide Bianchedi, classe 1992. Al Resort di Castelrotto di Negarine di San Pietro In Cariano, 1 a 1 tra il BureCorrubbio di mister Nicola Martini e il Team San Lorenzo dell’omologo della panca, Adriano Zampini. Per il “club del velodromo” fa centro Marai, al quale – in un finale mozzafiato a livello di reti! – fa esatto riscontro il valpolicellese Massimo Fresolone. Al “Belvedere” di Calmasino, impresa-Colà Villa dei Cedri: 0 a 2 per i “cerdrini” dell'”ever-green” Enrico Olivieri, avanti della classe 1981, contro i battuti bianco-verdi di casa sguinzagliati da “baffo” Mario Marai. Decidono due gol entrambi messi a segno ad inizio secondo tempo, nel giro di soli 5 minuti, dal classe 1994 ex Peschiera Nicola Aldrighetti, il primo con un tocco sottomisura sull’assist di Michele Conti, il secondo con un preciso destro da dentro l’area di rigore su assist di “Puba” Bendazzoli. Al 4° posto, a 36 punti, ecco il Lazise dello skipper Andrea “Urgenti” Urbenti: ieri pomeriggio, 0 a 1 in quel di Rivalta di Brentino Belluno, in casa dell’F.C. Valdadige di mister Mazzucchi. Il tiro da 3 punti lo scocca “Stadio” Elia Marassi, classe 1992, poco prima della pausa del thè.

Al 5° posto resta con i suoi 31 punti il Calmasino, poi, a 29, la Juventina Valpantena di mister Bonomi, impallinata al “Lorenzo Bellamoli” per 2 a 3 da un intraprendente Gargagnago di mister Stefano Modena e Giorgia Brenzan. Incredibile il crollo verticale dei bianco-neri poianesi, andati in doppio vantaggio con il 1993 Marco Simoni e con l’altro attaccante, il 1997 Mattia Bogoni, per poi andare incontro a un ribaltamento di verdetto. E, questo per i precisi colpi sferrati dai “tricolori” Mattia Galvani (1989, su rigore), dall’ex Valpolicella Calcio, il 1993 Matteo Ferrari, e dal duemillenario Riccardo Sospetti. 2 a 2, invece, al campo Brigaldara, in San Pietro In Cariano, tra la Pieve San Floriano di mister Matteo Zanotti e la Pol. La Vetta di “Zorro” Maurizio Zanferrari (al pieno bersaglio grazie al 1996 Arledjo Laska e con l’ex Valpolicella Calcio, il 2001 Lorenzo Zantedeschi). Per i pievani, avevano visto garrire la rete avversaria, “el bocia del ”99″ Michele Righetti e il 1997 Riccardo Gasparato.

Nel girone “B”, corsa a due, tra la capolista Alpo Lepanto di mister, il “kaiser” Massimiliano Signoretto, ora a 44 punti, e il Dorial di mister Andrea Isacco “Newton” Marostica, ora a 42 punti. I giallo-verdi attualmente primatisti in casa propria faticano le proverbiali sette camicie per aver battuto, 4 a 3, un non ancora rassegnato, e tutt’altro che spento San Marco Borgo Milano di mister “Fergusson” Emanuele Battocchio (in rete i rosso-verdi borgo-milanesi con il due volte implacabile, freddo quanto preciso rigorista Bellorio e con l’ex Olimpica Dossobuono, il duemillenario Edward Chukwunyere. Per gli alpesi del presidente e concessionario di automobili e imbarcazioni Andrea Pozzerle, esultano Aruce, preceduto dalla fantastica tripletta griffata – una volta anche dagli 11 metri – dal 1999 Mourad Bouakou. Vittoria XXL per il Dorial a Ponte Crencano, zona piscine “Santini”, in casa dell’U.S. Cadore di mister Massimo Zito per 0 a 4. Crepitano per i ragazzi del club di La Rizza di Villafranca le doppiette imbracciate prima da Maxime Vauvert e poi quella del bomberissimo Bruno Pascarella, classe 2000 ex Olimpica Dossobuono.

Al 3° posto, a 38 punti, il SommaCustoza di mister Antonio “Conte” Sperani, un gradino sotto, a 37 il Pizzoletta, a 36, invece, l’Avesa HSM di mister “baffo” Flavio Marai. I “tamburini sardi” ce la fanno a uscire indenni – 2 a 2 – dall’ostico campo di Pizzoletta, dove i “pronipoti del Magico Pollo Miglioranza” – si sono, a proposito, ieri sfidate due eredi di due prestigiose scuderie veronesi degli anni 70-80 – hanno trovato la Breccia di Porta Pia – non quella di Porta Vittoria, eh – grazie alla doppia firmata dal “bocia del ’99” Francesco Greco (doppia per lui!). Invece, per “El Pizzo” della famiglia Maragna, hanno urlato “reteeee!” …io vi faccio…Secchi (Marco, 1992, ex Pol. Caselle) e il 1996 Federico il Grande Fadini. A Marzana, nevicata marzolina piuttosto consistente – 6 a 0 – del Lessinia di mister Massimo Burato contro il Giovane Povegliano di mister Antonio Como. Nel carnet “tennistico” risalta solo la doppia realizzata da Alberto Tomasi; gli altri sono tutti assoli, a partire da quello emesso dall’ex aretino ed ex crozino Francesco Montolli, (specialista dei calci piazzati, classe 1989), per passare dal 1984 Mario Canteri, dal difensore del 1999 Matteo Azzali per finire all’avanti del 1989 Giovanni Todeschini.

Altra scorpacciata di reti, per la gioia di chi ha pagato il biglietto d’ingresso, a Valeggio, in Gabetti Valeggio – mister è Luca Carletti – e l’Avesa HSM. La tenzone termina sul 3 a 4, con reti colligiane rosso-blu tatuate dal “Discobolo”, Davide Cacciatori (1985), Marco Vignola (2002), il coetaneo Filippo Rendina e Feroni. Per i “pirati del Mincio”, invece, hanno mirato giusto la porta avversaria: il 2003 Simone Germiniani, il 1987 Ivan Gorna e l’appena entrato Mattia Mazzi, “annus domini”, il Duemila. A Quinzano, impresa-Maddalena Saval: i giallo-rossi “ragazzi della via Pal-Saval” , sguinzagliati da Edgar Fasola Genovesi urlano, fino ad assordare i più quotati (in classifica) borgo-trentini di mister Gianni Pierno. Al pareggio, dopo la rete iniziale del savalese Matteo Malafà, classe 1999, ex Parona, i gialloblù del presidente-immobiliarista Paolo Padovani, ci vanno con il centravanti duemillenario, l’ex Montorio Luca Zamboni. Poi, il sorpasso esterno è merito del neo entrato Giuseppe Cherubin, classe 1995. All'”Eliseo Zendrini” di Buttapietra, 2 a 2 tra i Boys di mister Tiziano “Titti” Salvagno e il Real San Massimo di mister Roberto Albertini: il solito Pietro Grossule (1998) e il gioioso “chicchirichì” intonato dall’appena entrato in campo Gabriele Gallo (1996) per i buttapietresi del presidente Giovanni Arduini e del vice Sergio Ursicino. Per i nero-verdi rionali del presidente-commercialista dr Fernando Bonvicini, invece, hanno alzato il pugno al cielo il 1989 Nicolò Bergamin (difensore) e il n.2 – altro difensore – Visentin.

Nel girone “C”, del 4 a 4 maturato al “Monterotondo” – “tana” dei “draghi rossi” borgatari – ne approfitta l’Aurora Marchesino del lupatotino trainer Paolo Novali, ampio vincitore – 4 a 1 – nel suo “Rino Dalle Vedove” a spese dell’Ares Calcio Verona di mister Martin Marrone (unico goleador aretino, il duemillenario Martino Ziliotto). Per i giallo-blu del Marchesato a sud di Verona, invece, hanno gioito Valerio Manzini (1990), preceduto nell’impresa dal 1997 Riccardo Dalle Vedove, imitato, poi, da Carlo Alberto “di Savoia” Provolo (1992) e dall'”immortale bomber”, il lupatotino Andrea Sabbion, classe 1988, e tanti traumi superati nel calcio per la straordinaria passione di quest’atleta! Per il Borgoprimomaggio di mister, il sanzenate Andrea Lunardi, nel pirotecnico pareggio, esultano la “vedova nera paraguagia” Cristian Molas (1985), bomber Stefano Ferrarese (1981), l’ex Intrepida, nonché la punta datata 1983 Giovanni Tosi, e il centrocampista del 1998 Alessandro Morando. Di contro, hanno gioito, per i redivivi “ramarri raldonati” di mister Stefano Castaldo: l’avanti 1996 Mattia Ciocchetta, Del Duca, un’autorete realizzata dal n.5 dei borgatari Simone Rocchi (1991), e, infine, il n.6 nero-verde Boni. A.C. Raldon, il quale lascia dietro di sè a un punto – il rapporto è di 11 a 10 – i Lions Casaleone. A Salizzole, il Gips di mister Andrea Greggio registra il suo altalenante rendimento, in quanto si fa superare, all’ombra del suo maniero scaligero – 0 a 2 – da un lanciatissimo quanto si vuole A.C. Colognola ai Colli, il quale perfeziona ai danni della vittima rosso-blu l’operazione-sorpasso (36 per i colligiani – ora soli sul 3° più comodo scranno – contro i 33 punti dei salizzolesi. A loro volta raggiunti dall’intrepida di mister Antonio Donatiello). Per i nerazzurri “corsari” del mister e psicologo Manuel Pauciullo fanno la differenza il difensore 1999 Stefano Zanini e il centrocampista classe 1988 Michele Tosadori.

A Madonna di Campagna, campo amico dell’Intrepida, i rosso-neri “madonari” inciampano, 1 a 3, al cospetto dei Boys Gazzo di mister “Fergusson” Matteo Gobbetti. Per i maccacaresi non falliscono la mousse della sagoma il difensore 1991 Nico Donà (doppia per lui!) e il centrocampista 1992 Alberto Carbognani. Per gli sconfitti, reti messe a segno – in apertura di marcature – dal 1998 Fabio Bovi e al 90mo dal difensore 1995 Damiano Tomellini. Ancora un’altra sconfitta per i Lions Casaleone di mister Davide Peroni: al “Bertoldi”, passa – 1 a 3 – la Nuova Cometa di mister Stefano Garzon, l’ex professionista dell’Hellas Verona, oggi direttore didattico, classe 1981. Il solo ruggito casaleonese lo emette giusto al 90mo la punta datata 2002 Matteo Fortìn. Prima di lui, l’avevano cacciata dentro i “cometini” Diego Spezie (1994), il coetaneo Davide Stefani ed Aldegheri. A Trevenzuolo, brutto ruzzolone per i padroni di casa dell’Union Best di mister Luca Bortoletto: 0 a 4 e passa la Scaligera Lavagno di mister, il belfiorese Simone Marini. Questi i marcatori lavagnesi: il 2001 Francesco Viviani, poi doppietta del 2001 Mattia Marone e sigillo del difensore classe 1996 Davide Foletto. Al “Polisportivo Europa”, 1 a 1 tra il Noi La Sorgente di mister Igor Gladich e il Venera dei colleghi Marco Turrini e Patrick Parolin. Fa tutto, rete ed autorete (di Thomas Bersani, difensore del 1983) il team rosso-blu del vice-presidente Andrea “El Cere” Ceresoli. La rete, quella realizzata contro la porta non propria ma avversaria, la materializza Elia Vicentini, classe 1999, ex Nogara Calcio, di Isola della Scala.

Nel girone “D”, la collana di vittorie del Bonavigo di mister Manuel Cuccu si allunga a 16 perle, compreso il colpaccio messo a punto ieri pomeriggio al parrocchiale di Vigo, in casa del Gruppo Parrocchiale 1944, guidato da Adriano Rossignoli da Cerea. E, con quelli di ieri, la gallina bonadicense fa…50! Vince anche la più vicina – si fa per dire, visto che è a -13 punti, cioé a 37 – la Spes Pojana di mister Cappellacci: 1 a 3 in casa della matricola e “maglia nera” della classifica, l’ASD Sule del mister-diesse Matteo Pellizzaro. Terzo, a 35, è la sorpresa del girone, ossia il Villa Bartolomea di mister Luis Gustavo Passera, ieri vittorioso, 2 a 0, là, nelle sue Valli Grandi Veronesi, vittima il Locara di mister Carlo Danieli, ora scivolato al centro della classifica con i suoi 30 punti. Per i bianco-neri dell’estrema bassa veronese del presidente-carrozziere Pininfarina Lucio Albarello, segnano – entrambi nella ripresa – l’ex Bevilacqua nonché 2002 Gabriele Crivellaro e il 1992 “Mago” Edoardo Maghin. Tornando ai marcatori del Bonavigo, rimontano lo svantaggio iniziale dettato dall’acuto emesso dal vighese Umberto Ambrosi, gli appena entrati in mischia bonadicensi Simone Danieli (1990) e Marco Covassìn. Per la vice-regina, la vicentina Spes Pojana segnano l’attacante 1993 Alberto Zampaolo, il centrocampista suo coetaneo Marco Sogaro e ancora un altro coetaneo, il centrocampista Luca Fongaro. Per i “pirati dell’antica città di Baldaria”, invece, il solo n.10 Andrea Polato – anche lui, fatalità, un altro nato nel 1993 -.

E’ stata la sagra dei cannonieri nati nel 1993, si vede, ieri al “Comunale” di via dell’Artigianato, in quel di Gazzolo d’Arcole, l’U.S. Provese di mister Freddy “Mercury” Serato batte a La Prova di San Bonifacio, 2 a 1, il Locara di mister Carlo Danieli nel derby tra i club delle frazioni sambonifacesi. Al solo biancoblù Francesco Marchese viene concesso lo spiraglio del gol-consolazione. Per i rosso-neri del diesse Nicola Bergamasco esultano il 2001 Aiman Kamouni e il difensore 1993 Matteo Zandomeneghi. Al “Comunale” di via Nenni, sulla sinistra del basso Adige, il Porto Legnago di mister Matteo Zancanella viene sgambettato – 0 a 1 – dal Real Monteforte di mister, il professore di Italiano Latino e Greco, Dionisio Zamperini. Il tiro da 3 punti di sapore cestistico lo effettua, ancora nel primo tempo, lo “Spedizioniere del gol”, Marco Tracco, classe 1987. Sorpasso dei real-montefortiani sul GSP Vigo 1944: il rapporto è di ora 24 – per i biancazzurri dell’Alpone – a 23. Buon punto per il Cà degli Oppi di mister Gianmatteo Malagnini al “Mancassola” di Lonigo: 1 a 1, con vantaggio dei leoniceni guidati da Ricky Perlotto a firma di Bizic, poi, pareggio su autorete di uno stesso difensore basso-vicentino. A Sossano, pari, 1 a 1, tra il Sossano Villaga Orgiano di mister Alberto Strazzacappa e la padovana – di Casale di Scodosia – Union CUS di trainer Giuseppe Schivo. Rete del centravanti sossanese Pernechele, alla quale ha risposto con uguale intensità a metà circa della ripresa l’altro centravanti patavino, il 2000 Alban Plaku.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nebbia
-0.4 ° C
7.5 °
-0.8 °
100 %
1kmh
100 %
Gio
8 °
Ven
6 °
Sab
9 °
Dom
8 °
Lun
3 °

I nostri social