11.3 C
Verona
domenica, 17 Ottobre 2021

Il punto sulla Seconda categoria: 3^ giornata

Nel girone “A” di Seconda categoria, viaggia a tutta birra la Juventina Valpantena di mister Alberto Tommasi, fino ad ora a punteggio pieno con 9 punti dopo 3 gare. Ieri, per i bianco-neri poinaesi dei fratelli Malaffo – che gongolano mai come in questo momento dopo anni di vacche magre!- 2 a 5 in casa dei “falchi della Lessinia” del falconiere Davide “Satana” Campostrini (doppia del 1995 Riccardo Ledri per i bianco-granata di Damiano Tommasi). Per i poianesi, ancora in rete (questa volta bis!) il ’97 Riccardo Fanigliulo, imitato nell’impresa dal classe ’97 Mattia Bogoni, e una volta dal duemillenario, l’ex virtussino Nicolò Gesuita. A Rivalta di Brentino Belluno, 0 a 4, per il Burecorrubbio di mister Nicola Martini: l’F.C. Valdadige del coach Alessandro Saiani deve subire il velenoso “poker” concretizzato dai colpi sferrati dall’ex Massimo Fresolone, Camparsi e Ferrari. Poi, c’è da annotare il gol all’incontrario realizzato in maniera beffarda dal valdadigino Pighi.

Il Lazise dello skipper Andrea Urbenti procede con il vento in poppa, e in casa sua liquida la pratica con il Calmasino di mister “baffo” Mario Marai per 2 a 0. Sugli altari della gloria imperitura, il 1993 Matteo Sebastiano e Tommaso “Ronzio” Ronzetti, classe 1992, ex anche del Pastrengo. Il Gargagnago del tandem tecnico Stefano Modena-Giorgia Brenzan sgretola, 3 a 1, la Pol. La Vetta di mister “Zorro” Maurizio Zanferrari, in rete soltanto con il difensore 2002 ed ex Team S.Lorenzo Pescantina Enrico Cipriani, e all’inizio del secondo round. Poi, la remuntada poderosa dei “tricolori valpolicellesi” a cura del 1987 Mattia Galvani, il 1995 Alessandro Bellorti e con l’ex settimo-pescantinese, il duemillenario Riccardo Sospetti. A Colà di Lazise, i “cedrini” di mister Raffaele Pachera vengono spremuti 1 a 3 dalla Pieve San Floriano del collega della panca, Matteo Zanotti. Eppure in vantaggio illusorio i “cedrini” del presidente Gianluca Montresor con Conti, ma poi agganciati prima e poi superati dagli arcieri Andrea Gasparato (’94), Matteo Righetti (’94) e dal 1991, il centrocampista Norberto Akromah.

Altra vittoria esterna, 1 a 2, dell’Ausonia Sona di mister Christian Campagnari al velodromo pescantinese di San Lorenzo: non decisivo ai fini del risultato finale risulta il rigore trasformato da Marai per il Team San Lorenzo di mister Massimiliano Nigro. Infatti, lo sovrastano i centri realizzati dai sonesi Diego Pasetto (1979) e da Gabriele Mori. Chiassoso, frastornante 3 a 4 all'”Adolfo Consolini”, tra la locale Polisportiva e l’Academy Pescantina di mister Alberto Pizzini. Per gli “accademici” pescantinesi, doppia di Dall’Ora, ed acuti dell’ex Gargagnago Nicola Fainelli (1993) e dell’ex PescantinaSettimo, il 2001 Paolo Pasetto. Per i costermanesi dello skipper Luca Ponzini, invece, in rete (per due volte) l’ex Garda, il 2000 Alberto Frezza, e il 1997 Riccardo “Vitel” Tomè.

Nel girone “B” Avesa HSM ed Alpo Lepanto sono le uniche compagini che detengono la leadership di questo raggruppamento a punteggio bello e pieno. I giallo-verdi del “kaiser” Massimiliano Signoretto si impongono in casa propria per 3 a 2 sul combattivo Boys Buttapedra di mister Tiziano “Titti” Salvano. Per i giallo-verdi del presidente e concessionario di auto e barche, Andrea Pozzerle, in rete ci vanno ancora Lorenzo Gasparini, poi Melotti, e più c’è da considerare l’auto-gol firmato dal classe 1998 Pietro Grossule, il quale poi si riscatta segnando nella porta esatta. In rete, per i buttapietresi del factotum Antonio Lollato, detto “El Lolla”, anche Schiavone. L’Avesa HSM di mister “baffo” Flavio Marai al “Vignola” di Avesa, in riva al Lorì, rifila un’ustionante “cinquina” – 5 a 1, ai “cugini” della Pol. Borgo Trento allenata da Gianni Pierno (in rete solamente con il duemillenario ed ex Montorio Gianluca Zamboni. Per i rosso-blu “crociati”, invece, urlano festosamente Kiriwellage (due volte), per una il 2000 Giuseppe Nicolò, il coetaneo Davide Cerpelloni ed Agosta.

Il Giovane Povegliano di mister Antonio Como, 3 a 4, perde in casa contro il SommaCustoza di mister Antonio Sperani. Per i “tamburini” rullano la cassa il medico dr “Buondì” Francesco Motta, Sospetti, il difensore 1985 Gianni Santìn, e il “bocia del ’99” Francesco Greco. I giovani poveglianesi hanno gioito per le reti del 1996 Nicola Biasi, quella di Fantasia e per la sfortunata autorete di Scalia. Il Lessinia di mister Alberto Fiorini è costretto, in casa sua, 1 a 1, a dover raggiungere l’inizialmente fuggiasco Gabetti Valeggio di mister Luca Carletti. I “pirati rosso-blu del Mincio” del vice-presidente Guerrino Venturelli si illudono sui 3 punti quando vedono fare salti di gioia il loro Alessandro Fortunato, classe 1997, battere l’estremo Correale. Ma, poi, sul filo di lana, è l’ex illasiano, il difensore 1989 Alessandro Corso a fare pari e patta.

Al “Comunale” di La Rizza di Villafranca, vittoria abbastanza netta, 3 a 1, della Dorial di mister Isacco “Newton” Marostica a spese dei giallo-rossi ragazzi della via Saval Maddalena…: costoro al bersaglio pieno soltanto grazie all’ex paronese, nonché classe ’99, Matteo Malafà. Per i doriali, invece, doppia dell’ex borgataro Nicolas Torni, classe 1996, ed assolo del difensore 1998 Matteo Merzi. Al “Benali-Bonomo” di San Massimo, sconfitta, 0 a 2, del Real di mister Vittorio Zerpelloni e del presidente Luciano Morando patita dal Pizzoletta di mister Simone Ghirotto e del presidente Moreno Maragna (Matteo, il figlio, è diesse). Entrambe le marcature scaturiscono nel primo round e sono a firma di Berlanda e di D’Angiolella. Al “Busani”, “tana” dei “leoni rosso-verdi” della San Marco Borgo Milano, 1 a 2 dell’U.S. Cadore di mister Massimo Zito: al gol realizzato dal borgo-milanese Mattia Squarzoni, classe 1991, fa seguito la fantastica doppia firmata dal cadorino nero-verde Castenedoli.

Nel girone “C” di Seconda categoria nessuna squadra è a punteggio pieno. Per il comando, bisogna rifarsi all’Aurora Marchesino e al Borgoprimomaggio, le due squadre che, al momento, hanno racimolato più punti (7 in 270 minuti). I giallo-blu di mister Paolo Novali vanno chiassosamente, 2 a 5, a far cagnara in casa del Raldon di mister Castaldo (la doppietta nero-verde è griffata dall’ex Albaredo, il 1996 Mattia Ciocchetta), e lo fanno con il preciso fuciliere assaltatore Carlo Alberto Provolo (1992), autore di una meravigliosa tripletta. Le altre due reti sono opera di due giocatori appena lanciati in mischia da Novali, e sono il difensore 2001, l’ex sonese Simone Lippa, e “Magnifico” Nicolò Rettore, classe 2000, ex lupatotino. Rigore procurato dall'”evergreen” Andrea Sabbion, più assist in una delle 5 reti per il bomber, classe 1988, lupatotino. Primo posto, dicevamo ex aequo anche per il BorgoPrimomaggio di mister Andrea Lunardi e del diesse Mirko Galasso, “El Galactico”. Ieri, per i “draghi rossi” borgotari il bicchiere – mezzo pieno o mezzo vuoto, lo sanno sono loro, visto che hanno disputato la partita – di 0 a 0 in casa dell’Intrepida del tenente colonnello Antonio Donatiello.

A Maccacari, scivolone inatteso del Gips Salizzole di mister Andrea Greggio: vincono, in terra di loro appartenenza, e per 3 a 2, i Boys Gazzo di mister “Ferguson” Matteo Gobetti e lasciano ai rosso-blu ospiti la soddisfazione per i gol realizzati da Alessio Moio e da Paolone Chiavegato da Bovolone. Per i maccacaresi, invece, reti scosse da Luca “Sambuca” Molinari, ex Nogara, dal ’93 Cristian Morelato e da Andreetto. Al “Fiano”, cede, 1 a 2, il Colognola ai Colli del mister-psicologo Manuel Pauciullo: passa la Nuova Cometa di un altro Fergusson, ossia l’umile Ivan Benin, e lo fa in rimonta, per effetto delle reti realizzate da Alberto Vailati e dal 1994 Davide Stevani. Per i nerazzurri colligiani del presidente Tiziano Tregnaghi, aveva illuso quel lampo firmato Stefano Zanini, difensore datato 1999. Al “Lorenzo Molinaroli” di Lavagno, 2 a 2 tra la Scaligera di mister Simone Marini e l’Ares Calcio Vr di mister Martin Marrone: primo punto, dunque, per la ripescata formazione di borgo Santa Croce e del presidente Adriano Verzini. In rete, per i lavagnesi di casa, Younness Qaba (1999) e Cissè; Nicola Del Papa (2000), costui, preceduto da Ederle, invece, per i nero-fuxia aretini.

Ad Erbé, prima vittoria stagionale per l’Union Best di mister Nico Ferrari: 4 i gol rifilati al Noi La Sorgente, squadra guidata da Igor Gladich, in gioia per il gol solo con il neo-entrato Samadelli al posto di Esposito. Il 1997 erbetano doc Francesco Zuccotto, il rumeno e duemillenario bomber Giorgio Circiu (doppia per lui ieri!), e, infine, il duemillenario Yuri Nhari, ecco i precisi “frombolieri” dell’Union Best del diesse, “baffo” Claudio Patuzzi. Finisce due a due, invece, a la Venera, tra il team guidato da mister Marco Turrini (con la collaborazione di Patrik Parolin da Campalano di Nogara), tra il Venera stesso, e i Lions Casaleone di mister Paolo Berardo. Manuel e non Elia Vicentini, poi, Bissolo per i “venerabili” de “El Cere”, al secolo Andrea Ceresoli; il 1991, il forte marocchino, ex anche Oppeano oltre che Roverchiara, Soufien Dihaj, e il 2000 ed ex Casaleone 1956 Danny Spimpolo per i “leoni della Bassa sustinentese”…

Anche nel combattuto girone “D” nessuna capolista a punteggio pieno, ma solo tre consorelle che fanno l’andatura con i loro 7 punti sui 9 a disposizione. Al “Mancassola” di Lonigo, i biancazzurri leoniceni squinzagliati dal belfiorese trainer Loris Fedrigo azzannano, 3 a 0, fanno male ai “corsari di Baldaria” del Sule di un avvilito mister Christian Masetto. Doppia di Dorjan Molla e rigore messo in banca dal 1997 Federico Menini per i trionfatori. A Monteforte d’Alpone, il Real del professore di Italiano, Greco e Latino, Dionisio Zamperini, non riesce ad arginare l’urto e la forza di una delle candidate alla vittoria finale, ci riferiamo al Bonavigo di mister Manuel Cuccu e del giovane presidente ed agente di commercio Angelo Zangari. Per i bonadicensi esultano il difensore navigato (1983) Nicola Mietto e l’ex Albaredo, ovvero il 1999 Matteo Andriollo. Il Cà degli Oppi di mister Gian Matteo Malagnini e del nuovo presidente Salvan viene bloccato in casa sua sul 2 a 2 dal Porto di Legnago di mister Matteo Zancanella, cugino della presidentessa bianco-rossa Beatrice. In duplice vantaggio illusorio i portuensi grazie all’ex Montagnana padovana, il 1989 Abdelghani Afyf e al 1997 Stefano Zapolla: poi, la rimonta cadeglioppina a cura dell’assai promettente, il neo patentato automobilistico, marocchino Modarelli (proviente dal vivaio del Legnago Salus) e dal nuovamente in rete anche in questa festa, il 1995 biancazzurro del club della frazione di Oppeano, Giacomo Rossignoli.

L’albanese Arben Kumara, classe 1992, il “Vieirà dei dilettanti dell’Est”, illude il Gazzolo di mister Cristian Cannavò. infatti, la sfida contro la padovana Union CUS, termina sull’1 a 1 e col pareggio per i patavini ospiti siglato da Crosara. Al “Valentino Frigotto” di Locara, il rinato GSP Vigo 1944 di mister Vito Paglia e del diesse, il molisano Antonio Ciocca, fa soffrire, 2 a 2, la squadra più favorita del girone: quella allenata, appunto, da Carlo Danieli. I biancazzurri della frazione sambonifacese dilapidano il duplice vantaggio a firma del ’97 Kevin Crestani e del 1993 Roberto Perez Ventura. I bianco-granata del presidente ed ex salottiere di Saletto di Padova, Raimondo De Angeli, riescono nella grande impresa di acciuffare il 2 a 2 e lo fanno appellandosi al Filippo “Il Bel” Falchetto (1999, ed ex Bovolone 1918) e a Davide – l’altro bello della schiera – Ferrigato, classe 1995 (ex GS Duomo di Rovigo) e guidatore estivo di motoscafi dei cantieri bresciani dell’ing. Pier Luigi Riva.

Tornando a commentare in terra vicentina, beh, c’è da annotare il 3 a 1 della Spes Pojana di mister Davide Pialli a spese del Sossano Villaga Orgiano del collega, l’ex centrocampista della classe 1980, Alberto Strazzacappa. Per i giallo-blu pojanesi, a bersaglio il 1992 Stefano Padrin, l’avanti del 1993 Luca Fongaro e Dalla Beretta; il solo Pasianotto, invece, per i sossanesi. Infine, grande impresa per il pur lanciatissimo Villa Bartolomea di mister Luis Gustavo Passera, del diesse Enrico Martinelli e del presidente e carrozziere Lucio Albarello: 2 a 1 riportato dai rosso-neri delle Grandi Valli Veronesi a spese della molto gettonata U.S. Provese del soavese mister Mirko Dalle Ave. In vantaggio, i rosso-neri de La Prova di San Bonifacio con Sraidi, ma nella ripresa scocca l’uno-due del “Villa”, a firma di Rigobello e di Bovo; Adriano, classe 1989, difensore, ex Merlara di Padova.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
11.3 ° C
14.1 °
9.2 °
81 %
1.5kmh
0 %
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
18 °
Mer
19 °
Gio
15 °