7 C
Verona
lunedì, 1 Marzo 2021

La ripartenza dei campionati dalla Promozione in giù. Il pensiero di Maragna (Pizzoletta) e Bozzini (Calmasino 2003).

Tic-tac, tic-tac… Il tempo passa, ma le decisioni da parte della LND non arrivano. In tanti chiedono una presa di posizione da parte dell’organo del calcio dilettante. Le società hanno investito energie e risorse per poter partecipare alla stagione 2020-2021 dando fiducia, nonostante il periodo complicato, alla Lega. La salute delle società dilettantistiche è stata gravemente colpita dal Covid-19 e questa periodo di incertezza non fa altro che demoralizzare ulteriormente tutti gli addetti ai lavori del nostro calcio. L’Eccellenza dovrebbe ripartire – non si sa quando – e dalla Promozione in giù ci sono ancora meno certezze. Sentiamo cosa ne pensano il presidente della Polisportiva Pizzoletta, Moreno Maragna e l’allenatore del Calmasino 2003 Luca Bozzini. “Le società hanno già speso abbastanza per rispettare i protocolli sanitari e per l’iscrizione ai campionati. Non sarebbe sostenibile ripartire accollandosi le spese dei tamponi: alle società dovrebbe essere data la possibilità di farli gratuitamente. Solamente in questo caso sarei disposto a ricominciare il torneo e concludere la stagione in corso. La LND deve venirci in contro” spiega, senza peli sulla lingua, il leader Pizzoletta, attuale regina del girone B di Seconda Categoria.

Il trainer del Calmasino Luca Bozzini, lacisiense ed amante del 4-3-3, non ha dubbi: “Non penso sia realistica una ripartenza a marzo. Meglio congelare tutto e ripartire in sicurezza a settembre.” Il numero uno del “Pizzo” avrebbe qualche soluzione in caso di ripartenza: “Se le aspettative verranno soddisfatte da parte della Lega si potrebbe ricominciare a marzo e finire verso maggio-giugno: concludere l’andata con due squadre promosse e due che retrocedono.” Qual è lo scoglio più grande per riuscire a ripartire? “Sinceramente non sono un medico e non saprei quale potrebbe essere il protocollo migliore da adoperare, ma è chiaro che siamo dilettanti e certi protocolli non sono percorribili sia per un discorso economico che personale-lavorativo. Credo che questa sia la difficoltà più grande” risponde il mister della società dell’impresario edile Gianfranco Zanoni. Al presidente dei “pronipoti del Magico Pollo Miglioranza”, chiediamo invece quali siano gli obiettivi in vista di una possibile ripartenza. “Mio figlio (Matteo Maragna, il diesse) e io abbiamo dato vita, tre anni fa, a un progetto qui a Pizzoletta. L’obiettivo attuale è di arrivare in Prima categoria, ma questa situazione mi ha tolto l’entusiasmo. Se la LND non si mette la mano sul cuore, decidendo di aiutare le società, a parer mio non si comincia nemmeno la prossima stagione”.

Molte squadre hanno proseguito gli allenamenti in modo individuale rispettando le norme di distanziamento, altre hanno preferito far allenare i propri atleti in autonomia. “I ragazzi sono fermi da mesi – spiega lo skipper dei bianco-verdi del “Calma”-. Abbiamo fatto qualche allenamento in forma individuale quando il Dpcm lo consentiva, ma è chiaro che la condizione fisica e psicologia non è delle migliori”. Salutandoci Maragna ci tiene a ringraziare sia il figlio Matteo sia il vicepresidente Danilo Corradi, oltre che tutti i dirigenti e aiutanti, per il grande lavoro svolto in questi anni. Mister Bozzini invece vuole dire grazie al presidente Gianfranco Zanoni, ai dirigenti e ai giocatori e, in particolare, al diggì Mauro Truschelli e al dirigente Luciano Perantoni, venuto a mancare qualche settimana fa.

Sebastiano Perbellini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
7 ° C
10.6 °
2.2 °
61 %
1kmh
0 %
Lun
15 °
Mar
14 °
Mer
15 °
Gio
14 °
Ven
13 °