Mister Manuel Cuccu si dimette a sorpresa dalla guida dell’Albaredo calcio

1197

Dopo l’inaspettata sconfitta interna di domenica scorsa per 0 a 2 contro il fanalino di coda Raldon, mister Manuel Cuccu decide a sorpresa di dare le dimissioni dalla guida dei biancazzurri del presidente Andrea Rizzi. Il bravo mister di origini sarde, pur sapendo della grande fiducia riposta in lui dalla dirigenza biancazzurra, ha deciso di lasciare per il bene della società. Il tecnico, molto amareggiato, ha detto: “Domenica ho percepito già prima della gara che qualcosa non andava. Non sono il tipo da lasciare, ho vissuto situazioni molto peggiori in altre società e non ho mai mollato ma ora ho capito che c’erano le condizioni per farlo. Certi atteggiamenti accaduti domenica non mi sono affatto piaciuti e al sottoscritto non piace essere preso in giro”. Le due sconfitte consecutive (il 22 dicembre i biancazzurri avevano perso 3 a 2 in casa della capolista Bevilacqua) hanno fatto precipitare l’Albaredo dal 2° al 4° posto a -12 dalla vetta del girone “D” di Seconda categoria.

Sulla questione il diesse Mauro Prando ci dice:“Mister Manuel Cuccu ha deciso per le dimissioni irrevocabili e non c’è stato verso di fargli cambiare idea. Si è fatto da parte per dare uno scossone alla squadra che ha visto ultimamente spenta e poco motivata. Noi a Manuel non possiamo imputare niente perchè oltre ad essere un bravo mister è anche una grande uomo. Adesso la squadra sarà guidata momentaneamente dal nostro capitano ed esperto centrale difensivo Dario Maccachero finchè non troviamo un mister che faccia al caso nostro in prospettiva anche per il futuro. Questa squadra è stata fatta per ottenere la promozione in Prima categoria e le due sconfitte consecutive non cambiano le nostre ambizioni. Forse, dopo la sconfitta a Bevilacqua, arrivata per qualche episodio sfortunato, sono venuti un po’ a mancare gli stimoli domenica scorsa sottovalutando il Raldon. Ora dobbiamo riprendere a viaggiare con il giusto passo che avevamo prima perchè il campionato è ancora lungo”.

Vi siete rinforzati nel mercato invernale? “Abbiamo preso Nicola Cicolin dall’Aurora Cavalponica, Antonio Fiorenza dalle Alte Ceccato e il portiere Thomas Frison dal Boca Junior, tre giocatori con ottime qualità, questo a dimostrare che noi ci crediamo ancora e che lotteremo finchè avremo speranza. Il Bevilacqua all’andata ha vinto 14 gare su 15 pareggiando l’altra, se continuerà così il titolo è suo, ma se avrà un calo noi dobbiamo farci trovare pronti. Il titolo è già quasi loro e per i play-off ci siamo noi, l’Atletico Vigasio, il Giovane Santo Stefano e poi vedo bene l’Aurora Marchesino.”

la redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata