Seconda categoria girone A: il punto sulla 10^ giornata

Peschiera e Pastrengo sempre via col vento, il pareggio permette al "Busso" di superare la sconfitta Pol. A.Consolini. L'F.C. Valdadige lascia dietro di sè la Pol. La Vetta, il BureCorrubbio spenna i "falchi della Lessinia" del Sant'Anna, il Gargagnago fa festa in casa della Do.Ri.Al

605

Un girone “A” di Seconda categoria, che mantiene, rispetta le attese della vigilia, incanalandosi sempre di più in un duello incandescente tra la capolista, fuggiasca Peschiera di mister Luca Righetti e il “cacciatore-inseguitore” Pastrengo di mister Poalone Brentegani. Entrambe nuovamente vincitrici ieri, di misura, a dimostrazione che oramai tutte cominciano a darti del lei, ti conoscono e ti affrontano come nella gara della vita. Entrambi i successi riportano la cifra di 2 a 1, in trasferta il colpo messo a segno dagli arilicensi del presidente ed ex senatore ed onorevole leghista Umberto Chincarini: esattamente all’Adolfo Consolini” (discobolo mondiale) di Costermano, realizzatori la punta del 1999 Michele Pratelli e il navigato (1984) difensore Luca Domenegoni. Per il team costermanese, guidato dallo skipper Luca Ponzini, in rete ci è andato Andrea Cinquetti, ex anche, tra le tante squadre in cui ha militato, Sona. Il Pastrengo, anche lui, vince 2 a 1, ma contro il Sommacustoza del trainer pugliese Antonio Sperani…in ben…d’ora in avanti. Sugli altari della gloria realizzativa ancora i “gemelli del gol”, bomber Davide De Carli, lo “scardinatore delle basculanti avversarie” e l’ex caldierese Alberto Ronconi; per i “tamburini sommacustozani”, invece, si era messo di mezzo, come tra due che non si davano le botte ma si scambiavano i botti da far esplodere, Scalia.

In località la Rizza di Villafranca, sbanca il Gargagnago di mister Massimo Baggio che batte di misura la Do.Ri.Al di mister Manuel Caliari. Per i tricolori della Valpolicella fa la differenza la rete di bomber Matteo Ferrari in apertura di ripresa. Straripa il BureCorrubbio di mister Nicola Martini, 1 a 4, nella malga di Sant’Anna d’Alfaedo contro i granata del presidente Giuseppe Laiti e di mister Mauro Pia. E solamente su calcio di rigore realizzato da Simone Benedetti, i bianco-granata “falchi della Lessinia” vedono garrire la rete avversaria. Per i valpolicellesi, urlano di gioia Zamboni, il 1990 Paolo Bendazzoli, l’avanti 1997 Bret Adobah e l'”ever-green” Damiano Meda.

Finisce a vaporose, immateriali bolle di sapone, 0 a 0, tra il Lazise dello skipper Gabriele Gelmetti e il Calmasino dell’omologo Luca Bozzini, l’ex di turno. Peschiera sempre alla prima boa con 25 punti, Pastrengo che lo insegue a 22 nodi, ma con l’asterisco della gara da recuperare, poi, 3° scranno al Bussolengo a cima 21, 4° il già ricordato Consolini. A Cavaion, “El Busso” del presidentissimo Emilio Montresor e del mister-corniciaio Roberto Pienazza, classe 1967, terminano la sfida in parità, 2 a 2: chi ha però da rammaricarsi è l’ospite rosso-verde bussolenghese per via del duplice vantaggio griffato da Damiano Giacopuzzi e da Filippo Lonardoni. Poi, salgono in cattedra i cavaionesi di mister Alberto Cipriani, grazie ai colpi sparati dall’avanti 1998 Andrea Zanandreis e da Pezzini.

Anche a Colà, in casa dei giallo-verdi della Villa dei Cedri di mister Raffaele Pachera, la tenzone non va oltre il 2 a 2: il 1997 Francesco Acampora e “Marlon” Prando per i “cedrini” del presidente Gianluca Montresor, Filippo Muzza (1996) e Filippo Ceschi per la Pieve San Floriano del massimo dirigente Giovanni Flora. Impresa importantissima ottenuta in trasferta dall’F.C. Valdadige di mister Alessandro Saiani che sbanca, 0 a 3, al “Montindon” di Domegliara, sintetico amico della Pol. La Vetta di mister Manuel Pignatelli. I gol dei biancazzurri del presidente Michele Cipriani li segnano il 1992 Riccardo Modena, ex Cavaion, Lorenzo Pedrai (ex Rovereto) e la punta Emanuele Bagata ex Montebaldina. 

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata