Seconda categoria girone A: il punto sulla 13^ giornata

Pastrengo-Peschiera da abbraccio infinito, rispunta il Gargagnago, il Valdadige tritura (4-0) il Sant'Anna, vittorie a domicilio per Burecorrubbio e Do.Ri.Al. Il big match tra damigelle d'onore, Bussolengo-Consolini, termina senza vincitori né vinti.

468

Pastrengo e Peschiera giocano a chi si stanca prima di correre, a chi si stacca prima da quell’abbraccio del quale entrambi le rivali farebbero certamente a meno. Entrambe appollaiate sul ramo più alto dell’abete, a 29 punti, più prolifico l’attacco pastrenghese, più invalicabile (10 reti solamente subite) la difesa arilicense. Anche ieri vittorie per entrambe le squadre: 0 a 2 del Pastrengo di mister Paolo Brentegani al “Belvedere” di Calmasino, con reti dei “gemelli del gol” Alberto Ronconi (1996) e Davide De Carli (1993), già 25 gol in due, il Peschiera dello skipper Luca Righetti, con un briciolo più di fatica perché impegnato a far valere la propria ragione nel “derby del basso Garda”, quello aggiudicatosi per 2 a 1 contro il Lazise di mister Gabriele Gelmetti. Vantaggio lacisiense grazie allo shampoo, quello all’ortica, che brucia gli occhi, stiamo ovviamente scherzando!, del 1994 azulgranata Giacomo Vella; poi, “remuntada” arilicense a cura del 1984 Luca Pace e dell’ex professionista (ha militato anche nei “tigrotti” della Pro Patria) Diego Dal Dosso, classe 1983.

Sesto posto e 20 punti per il Colà Villa dei Cedri, il quale ieri ha avuto ragione, 1 a 0, al “Comunale” di via Miniscalchi contro l’A.C. Cavaion di mister Alberto Cipriani. Mattatore dei gialloverdi lacustri è l'”ever-green” Enrico Olivieri, classe 1981 (aspettiamo una tua cena, non credere di cavartela con un piatto di lenticchie, eh, bomber!). Importante, pesante, squillante affermazione del Gargagnago di mister Massimo Baggio: 4 a 1 al “Comunale” di via Pigna a spese della Pol. La Vetta di mister Manuel Pignatelli (in rete solamente con lo “spumeggiante”…Enrico Peroni, difensore della classe 1992. Per i “tricolori della Valpolicella” del segretario Domenico Procura, urlano “goool!” il 1993 Nicola Fainelli, il 1993 Matteo Ferrari, il “ranista” Mattia Galvani (1987) e l’immarcescibile Gabriele Gantes, classe 1985.

Sul terzo gradino del podio, a quota 25 punti il Bussolengo del mister-corniciaio Roberto Pienazza: ieri 0 a 0, non di più, nella partita condivisa contro la quotata Polisportiva Adolfo Consolini di mister Luca Ponzini. La quale resta al 4° posto a luccicare a 22 watt. Il Bussolengo del presidente Montresor e del diesse “Nero” Bendazzoli domenica andrà a far visita al Dorial, una delle sorprese del girone, tranquilla all’8° posto a 16 punti.

A Rivalta di Brentino Belluno, l’F.C. Valdadige di mister Alessandro Saiani surclassa, 4 a 0, i “falchi della Lessinia” del Sant’Anna d’Alfaedo del “falconiere” Mauro Pia, con il tris realizzativo griffato dal 1993 Guido Ballarini, preceduto dall’acuto pavarottiano emesso dal 1986 Stefano Mignolli. Vittorie a domicilio, ieri, per BureCorrubbio e per la Do.Ri.Al: i valpolicellesi di mister Nicola Martini passano a San Pietro Incariano, in casa della Pieve San Floriano di mister Valentino Dall’Ora, grazie alle unghiate sferrate dall’ex difensore paronese Sebastiano Brugnoli, classe 1997, e dal collega di reparto, il duemillenario Nicolas Cipriani. La matricola della frazione villafranchese guidata da mister Manuel Caliari, invece, passa grazie al match winner Samir Zaouak, classe 1992 ex Scaligera Lavagno e San Martino. E, proprio allo scadere della contesa.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata