Seconda categoria girone A: il punto sulla 18^ giornata

Pastrengo e Peschiera, avanti a forza 3, Burecorrubbio e Sant'Anna d'Alfaedo in versione export. Il Calmasino mette sotto (3-1) il Gargagnago, il Consolini la Do.Ri.Al.

547

Come un disco rotto, visto che ci avviciniamo al Festival sanremese della canzone italiana, passateci il paragone, Pastrengo e Peschiera inviano nell’aria fantastiche sinfonie di vittoria. Pur restando distanziate di 2 punti (il rapporto è di 47 a 45 per i gialloverdi del presidente Umberto Segattini), continuano ad essere queste due splendide realtà le protagoniste di un girone “A” di Seconda categoria, che, ad eccezione di cataclismi, non dovrebbe vedere una terza nel ruolo di incomoda. Infatti, troppo larga è la forbice della distanza tra il Pastrengo, a 47 punti, e il Peschiera a 45, e il Bussolengo del mister-corniciaio Roberto Pienazza, ora raggiunto al terzo posto a 31 punti, dopo aver ieri perduto in casa, 1 a 2, contro, forse, il più motivato BureCorrubbio di mister Nicola Martini. In vantaggio grazie alla punta 1990 Paolo Bendazzoli, i valpolicellesi venivano agganciati da una conclusione vincente del 1993 Filippo Lonardoni, per poi, azionare la freccia del sorpasso a sirene del finale oramai suonate da qualche minuto, per la precisione al 96mo, sulla più antipatica delle capitolazioni, ossia il rigore trasformato dall'”ever-green” (1976), Damiano Meda, ex Gabetti Valeggio.

Riportandosi in alta quota, il Pastrengo di mister Paolo Brentegani ottiene a Lazise la sua vittoria numero 15 e nel 2 a 3 finale raggiunge la quota 50 in fatto di gol segnati. Per i “carabinieri con gli scarpini” del presidente, architetto e trattore Umberto Segattini, segnano la “quercia” Nicola Gottoli, il difensore 1997 Matteo Navisenti e il collega del pacchetto difensivo, l’ex pescantinese, nonché il classe 1988 Andrea Zampieri. Per i lacisiensi dello skipper Gabriele Gelmetti, si erano felicemente opposti in zona-gol il 1992 Ivan Bertoldi e l’ex Novara, l’ex Bristol e l’ex Brindisi, Lorenzo Pinamonte, classe 1978. Sul sintetico del “Manuel Cerini”, il Peschiera di mister Luca Righetti rifila 3 pappine a zero al più bisognoso F.C. Valdadige di mister Alessandro Saiani: l’ex CastelnuovoSandrà, il classe 1994, Haris Dzafic, il centrocampista 1984 Luca Domenegoni e il collega di reparto, il classe 1996 Mattia “Santa”…Leanza, ecco i precisi “mazzieri” arilicensi.

Tutto nel primo tempo, nell’1 a 1 finale, tra il Cavaion di mister Alberto Cipriani e la Pol. La Vetta di mister Manuel Pignatelli. Bussa Bortolazzi, risponde il centrocampista domegliarese, classe 1992, Simone Gottardo. Stesso risultato finale di 1 a 1 anche a Sommacampagna, tra i “tamburini” di mister Antonio Sperani e la Pieve San Floriano del coach Valentino Dall’Ora: al numero 8 sommacustozano Stefano Sperani (figlio del mister), risponde con pari èco il pievano Simone Burri, classe 1992. E, lo spumante – sarà di casa vitinicola Bolla – resta ancora ghiacciato in frizer per il gol numero 200 con la casacca del SommaCustoza di Nicolò Bolla…, precisamente dalla stagione 2007-2008…

Vittoria ossigenante per i “falchi della Lessinia” sguinzagliati dal “falconiere” Mauro Pia: successo di una rete a due a Colà di Lazise, in casa dei “cedrini” della Villa omonima di mister Raffaele Pachera: il “falco bianco-granata”, l’ex Sona, nonché il classe 1999 Sebastiano Guardini complica il cammino al Sant’Anna, ma, è lo stesso giocatore a farsi perdonare, superando l’immarcescibile portiere a sette ante Mauro Faettini, classe 1975, ex burecorrubbiese, e a consentire indirettamente al compagno Simone Benedetti, classe 1985, di segnare il gol vittoria direttamente dal calcio d’angolo, e di cogliere la mela dei tre preziosi punti che consentono al team del capitano Damiano Tommasi di salire a quota 20 punti, in compagnia di Do-Ri.Al e del Calmasino.

Ieri, i “bianco-verdi della frazione di Bardolino” guidati da Luca Bozzini hanno, al “Belvedere”, superato, 3 a 1, il Gargagnago di mister Massimo Maria Baggio, grazie alle reti realizzate dall’ex virtussino, dall’ex montebaldino Luca Pizzini, classe 1984, dal 1993 Vanni Antolini e dall’ex caprinese, il 1993 Matteo Donini. Per i “tricolori della Valpolicella” del massimo dirigente Stefano Sartori, invece, ha firmato il gol della magra consolazione il difensore 1995, l’ex Ambrosiana Federico Bronzati. La Pol. Consolini di mister Luca Ponzini raggiunge a quota 31 punti e al 3° posto il Bussolengo, dopo aver piegato, ieri pomeriggio, all'”Adolfo Consolini”, il braccio della resistenza oppostogli dalla matricola Do.Ri.Al. di mister Manuel Caliari (in vantaggio grazie a Omar “Sivori” Jmili, classe 1996, ex A.C. Oppeano ed ex Real San Massimo). A effettuare il clamoroso sorpasso ci pensavano per i costermanesi Riccardo Tomé e il bomber caprinese, Alberto Zanolli, classe 1989.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata