Seconda categoria girone A: il punto sulla 2^ giornata

Peschiera e Gargagnago due colpacci da primato in classifica, il Pastrengo sbriciola il Cavaion, nell’extratime il Custoza infilza il Valdadige, per il Calmasino ritorno alla vittoria!

709

Due colpacci che fruttano il co-primato sia alla neo-retrocessa Peschiera dello skipper arilicense Luca Righetti che al sorprendente Gargagnago del coach Massimo Baggio e del presidente, il burbero benefico Stefano Sartori. Per quelli della dea Arilica, 1 a 2 in casa del Sant’Anna d’Alfaedo – ultimo in classifica a zero punti (virtuali perchè domenica scorsa non ha potuto giocare contro il favorito Bussolengo a causa del maltempo – assieme al BureCorrubbio) di capitan Damiano Tommasi e del “falconiere” Mauro Pia: doppio vantaggio dei “rosso e blu del basso Garda” grazie ai colpi sferrati dal difensore 1984 Luca Domenegoni e dal coetaneo bomber Luca Pace, ex Montebaldina, ed ex Team S.Lucia Golosine. Per i “falchi della Lessinia”, salva l’onore della bandiera al 92mo Bombieri.

Successo esterno, 2 a 4, anche per i “tricolori della Valpolicella” di mister Baggio. Succede al Paolo Maggiore di Pedemonte, con i bianco-blu pievani di mister Giordy Gasparini in rete grazie ai due Gasparato, l’ex Sona Riccardo classe 1997 ed Andrea, classe 1994. Due squilli di tromba soffiati a pieni polmoni ma dopo che per 4 volte “El Garga” aveva colpito a morte, con Gabriele “Ele-Gantes” per due volte, con l’ex Valgatara Siro Franceschetti e con Elia Lenotti…magiche dei mitici Mondiali in Italia, anno 1990. All'”Adolfo Consolimni” di Costermano, finisce sullo 0 a 0 tra la Polisportiva passata in estate nelle mani dell’ex coach audacino Luca Ponzini e il Lazise dello skipper Gabriele Gelmetti. Do.Ri.Al, mister è Manuel Caliari, e Colà Villa dei Cedri (skipper è Raffaele Pachera) fanno 1 a 1: per i giallo-verdi “cedrini”, l’immarcescibile (1983) Lorenzo Meda, ex casellino, per il club neo-promosso del massimo dirigente Gabriele Guadagnini, la “piccola Samp-Doria del Villafranchese”, invece, Alimonti.

A Sommacampagna, vincono i “tamburini” sommacustozani di mister Antonio Sperani: 1 a 0 e la vittima di turno è il buon F.C. Valdadige di mister Alessandro Saiani. Match winner, al 93mo, Santìn. Gianni, difensore della classe 1985 che regala in extremis i tre preziosi punti alla sua squadra. Nella gara di esordio in campionato, pari, 1 a 1, per il Bussolengo del mister-corniciaio di borgo San Pancrazio, Roberto Pienazza: gli ospiti della Pol. La Vetta, guidati quest’anno da Manuel Pignatelli, erano passati illusoriamente in vantaggio con la punta, l’ex arbizzanese Angelo De Luca. Poi, il pari dei rosso-verdi del presidentissimo Emilio Montresor è opera di Lonardoni.

Il Pastrengo, dopo la sconfitta inaspettata di domenica scorsa, torna a confermarsi corazzata di questo ancora da scoprire girone “A” di Seconda categoria: chiassoso 0 a 4 a Cavaion per i “carabinieri con gli scarpini” guidati da Paolone Brentegani e con colpi andati a segno da parte di bomber Davide De Carli, Cordioli, e di bomber Alberto Ronconi, classe 1996, autore di una bella doppia. Tornano a segnare a grappoli i due cannonieri gialloverdi (Ronconi e De Carli) che l’anno scorso hanno segnato assieme la bellezza di 48 reti in campionato. Al “Belvedere” di Calmasino, i bianco-verdi della frazione di Bardolino, guidati da mister Luca Bozzini superano, 3 a 1, il BureCorrubbio di mister Nicola Martini. Adade Kerron, il 1989 Alessandro Marai ed Antolini vanno in gol per i vincitori, il solo avanti, classe 1997, Bret Adobah per gli sconfitti biancazzurri burecorrubbiesi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata