Seconda categoria girone A: il punto sulla 21^ giornata

Per Pastrengo e Peschiera vittorie di misura e distanze sempre uguali. Al "Montindon", colpaccio della Do.Ri.Al., idem per i "cedrini" a Sommacampagna. Al "Belvedere", super-Calmasino contro "El Busso", ancora 3°, a +1 sul Consolini che non va oltre l'1 a 1 a Rivalta di Brentino Belluno. Il Burecorrubbio, 2 a 2, non permette di fare il "pirata" al Lazise di Pinamonte.

428

Non cambiano gli scenari del duello al vertice del girone “A” di Seconda categoria veronese: le due “fuggiasche”, il Pastrengo di mister Paolo Brentegani e il Peschiera dello skipper Luca Righetti, continuano a vincere, a seminare vittime come autentiche mietitrebbie. Vittorie, d’accordo, di misura, ma di ugual peso e portata: entrambe sono state riportate in trasferta e di misura. Il Pastrengo vince, 2 a 3, nella “tana”, va a rompere le uova nel “nido” dei “Falchi della Lessinia”, il Sant’Anna d’Alfaedo di mister Mauro Pia (al bersaglio le…imbeccate sferrate dal rigorista, il 1985 Simone Benedetti, e dall’appena entrato in campo, il difensore 1999 Sebastiano Guardini, ex Sona). Per i “carabinieri con gli scarpini”, invece, i soliti noti, i “gemelli del gol” Davide De Carli e “Dybala” Alberto Ronconi, preceduti dal 1995 Matteo Messetti. A San Floriano di San Pietro in Cariano, vittoria numero 16 del Peschiera, secondo a -4 (il rapporto è di 56 punti per la capolista Pastrengo, a fronte dei 52 punti esibiti dall’inseguitrice arilicense): 1 a 2 , frutto del duplice vantaggio a firma di Bonato e dell’ex CastelnuovoSandrà, il 1994 Haris Dzafic. Per i pievani di mister Valentino Dall’Ora, invece, aveva tentato la rimonta la punta 1996 Filippo Muzza.

Al “Belvedere” di Calmasino, altra battuta d’arresto – la sesta finora! – per il Bussolengo di mister Roberto Pienazza: i bianco-verdi del basso Garda di mister Luca Bozzini vincono 2 a 0, grazie alle reti realizzate dal 1999 Kerron Adade, ex Parona, e autore della doppietta decisiva che vale i tre punti. Succosa, 0 a 3, spremuta a Sommacampagna, effettuata non sui, bensì dai “cedrini” di mister Raffaele Pachera a spese dei “tamburini” di mister, il molto contrariato del verdetto, Antonio Sperani: a turno, segnano i giallo-verdi Zerbini, “Mandrake” Enrico Olivieri (1981, e ci aspettiamo una cena sul lago!) e l’intramontabile (1983) Lorenzo “il Magnifico” Meda. Una bella boccata d’ossigeno se la prende, vincendo per 1 a 3 al “Montindon” di Domegliara, la matricola Do.Ri.Al. di mister Manuel Caliari: ai biancazzurri valpolicellesi di mister Manuel Pignatelli viene concesso solo il gol firmato dal numero 5 Valerio Benini (1993); poi, il carnet parla tutto il… dorialese, per via delle mire esibite dal difensore 1998 Matteo Merzi, ex Alpo Club ’98, dal preciso rigorista, il 1990 Alberto Vantini e dal 1998, l’ex Olimpica Dossobuono Luca Pazzocco.

La Polisportiva A. Consolini di mister Luca Ponzini è al 4° posto a 36 freccette, dopo l’1 a 1 rimediato a Rivalta di Brentino Belluno, in casa dell’F.C. Valdadige di mister Alessandro Saiani: botta – su rigore – di Juan Pablo Ometto, replica di Emanuele Bagata (1983) da Caprino, quest’anno affiliato nei valdadigini. Al resort di Castelrotto di Negarine di San Pietro Incariano, finisce 2 a 2 tra il BureCorrubbio di mister Nicola Martini e il Lazise dello skipper Gabriele Gelmetti. Lorenzo Pinamonte, classe 1978, apre la danza dei gol, trasformando il rigore, poi, è “Shampoo” Giacomo Vella (1994) a imitarlo più tardi. Insomma, doppio vantaggio lacisiense, annullato dalle reti burecorrubbiesi a firma del neo-entrato Bret Adobah, classe 1997, ex Valpolicella Calcio, e dal 1990, l’ex pedemontano Daniel Zamboni. Il Gargagnago di mister Massimo Maria Baggio impatta, 0 a 0, in casa propria, contro il Cavaion del collega Alberto Cipriani.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata