Seconda categoria girone B: il punto sulla 1^ giornata

Pizzoletta, matricola terribile, pareggiano solo Saval Maddalena-Real S.Massimo e le due rivali dell’Alpo. Il resto, sono tutte vittorie interne!

963

Davvero scatenata la matricola Pizzoletta, figlia, meglio nipote del mitico Pollo Miglioranza del presidente Norino Darra, il quale negli anni 90 raccoglieva i migliori talenti espressi nel Veronese (dal portiere Melotti, a Barco, a Chiampan, al mister Domenico Veronesi, detto “El Mene”): ieri ha subito un ustionante 4 a 0 sul volto la non nata certo l’altro ieri notte Gabetti Valeggio del riconfermato mister, l’albergatore “Sandokan” Luca Carletti e del capitano dalle oltre 330 gare in rosso e blu Patric Cavalletti, agente immobiliarista e stretto collaboratore del presidente Gianni Pasotto, classe 1961, di cui ben 22 sul ponte di comando dei “pirati del Mincio”. Per l’undici guidato da mister Tiziano Ferro, ex Castei Mantovano, doppia di Antonio Aquino, ed acuti di Andrea Vincenzi (1991) e di Sersa…Cosmi…

E’ la domenica festa delle matricole, oltre alla ben più sacra e religiosa Natavità di Maria, madre di Gesù: ed allora il Saval Maddalena di mister Edgar Fasola Genovesi scavalca in via Marin Faliero (nome di Doge veneziano) per 2 a 1 il ben più assestato in categoria Real san Massimo di mister Roberto Sorio e del presidente Luciano Morando (in rete in apertura di marcature con il difensore 1989 Nicolò Bergamin. Per i savalesi del presidente Flavio Massaro, rimonta a firma del centrocampista 1995 Giacomo Cecchìn e zampata… proprio da…Leo. Al “Tino Guidotti”, la pur rabberciatissima Olimpia Ponte Crencano di mister Giordano Rossi piega, 3 a 2, il braccio della resistenza oppostogli dall’altrettanto quotato BorgoPrimoMaggio del riconfermato Tiziano “Titti” Salvagno (per i “draghi rossi” borgatari del diggì Enrico Sgreva, doppietta esplosa da Dolci; per i giallo-blu “geniali pontieri” del vice-presidente Gabriele Ferrari, nella vita broker finanziario, doppietta di “Pigafetta” (perché ama la barca a vela) Pietro “Sheva” Bellè ed acuto pavarottiano dell’immarcescibile Miche Rigo.

Buona prima anche per chi l’anno scorso ha sofferto fino all’ultimo per portare in salvo la pellaccia, e cioé per la Pol. Intrepida, la quale all’ombra del suo santuario di Madonna di Campagna e con la basilica costruita e disegnata dal Michele Sanmicheli, spegne la molto quotata Avesa HSM di mister Walter Bucci e che ha nel tottiano Mario D’Aleo, Marco Bucci, Davide “Il Discobolo” Cacciatori i suoi veri punti di forza. Doppia di chi…batte…Ama, mentre per i rosso-blu crociati colligiani avesani ha realizzato il neo-entrato Nicolà.

Al “Lorenzo Bellamoli” di Poiano, la Juventina Valpantena di mister Massimo Burato non riesce ad andare oltre l’1 a 1 contro l’U.S. Cadore del maresciallo (in pensione) Adamo Urbano. Per i “nero-verdi del Ponte” del presidente, l’ing. foggiano Giacomo Caserta, in rete ci va su rigore l’avanti 1994 Riccardo Ciserani, in rimonta sul gol in bianco e nero firmato dal valpantenate Riccardo Degani, classe 1988. A Buttapietra, i neo-retrocessi Boys Buttapedra affidati ad Andrea Lunardi hanno la meglio, 2 a 1, sulla matricola Verona International di mister Brivani e del diesse Gino Crema: doppia del granata Alessandro Marchesini (anche su rigore), risponde per gli “internazionali veronesi” il solo Crea, Daniele, classe 1993.

Un’altra matricola si fa subito notare in fatto di debutto col botto. è la Pol. Borgo Trento di mister Bertolini, la quale piega per 3 a 1, al “Comunale” di Quinzano, la neo-retrocessa Parona di mister Marzio Menegotti, ex F.C. Valdadige ed ex San Zeno Vr, oltre che ex PGS Concordia B.M. Doppia di bomber Stefano Ferrarese, l’anno scorso al servizio dell’Intrepida, imitato dall’avanti Luca Zampieri. Per i “bianco-verdi all’Adige”, invece, il solo Edoardo Sani, centrocampista anche ex Crazy, classe 1997, a tempo oramai scaduto. Il derby, vera ciliegina sulla torta di questo avvio di 2^ categoria, girone “B”, ossia quello tra Alpo Club ’98 ed Alpo Lepanto, termina senza vincitori nè vinti: 1 a 1. In un botta e risposta tra il rosso-nero del team guidato nuovamente da Stefano Ferro, l’ex Lugagnano, Denis Veronese, difensore datato 1981, e il giallo-verde Mirco Adami, classe 1995, ed ex sommacustozano.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata